Restaurazione di u Cristianesimu Apostolicu di u I Seculu
L'evoluzione di a Duttrina di a Trinità
L'evoluzione di a Duttrina di a Trinità

L'evoluzione di a Duttrina di a Trinità

I cristiani moderni anu un debitu di gratitudine per a chjesa primitiva. U so lascitu di curaghju in persecuzione ferma sin'à oghje cum'è una testimunianza audace di fede. Tuttavia, questa lascita tende à oscurisce l'impattu devastante di falsi insegnanti chì si sò insinuati in a piega pocu dopu l'ascensione di Cristu. Questi pretenduti cristiani, più cunnisciuti cum'è Gnostici, scrivenu suttilmente in le Scritture aduprendu a filosofia greca pagana per stabilisce a duttrina di a Trinità. 

Si dice chì i cunsiglii di a chjesa di u quartu seculu anu sradicatu tali eresie è salvatu a duttrina cristiana da l'intrusione di a filosofia pagana. Ma una indagine più attenta di u registru storicu palesa una storia assai diversa. Questu articulu mette in risaltu fatti specifici nantu à e persone è l'eventi intornu à u sviluppu di a duttrina trinitaria chì sò vitali per una valutazione accurata, ma sò raramente - se mai - menzionati in l'insegnamentu pupulare.

PRIMU SECU

L'anticu Israele avia sempre a distinzione di crede in un Diu supremu. Stu credo mono-teisticu di Israele cunnisciutu cum'è u Shema si trova in Deuterònumu 6: 4: "Senti O Israele: u Signore u nostru Diu, u Signore hè unu".

Shema contru à a duttrina di a trinità

Mentre chì ci sò parechje volte in Genesi induve Diu dice "Lasciami", sia a NIV sia a NET1 Bibbie di studiu ricunnosce queste cum'è Diu chì s'indirizza à a so corte celeste di l'angeli. L'usu consistente di l'Anticu Testamentu di u nome persunale Yahweh (YHWH) in associu cù pronomi persunali singulari cum'è Ime, e my, Deve caccià ogni dubbitu chì l'anticu Israele cridia à Diu per esse un essaru persunale singulare.

Ghjesù stessu affirmò u Shema citendu st'anticu credu d'Israele verbatim in Mark 12:29. Eppuru ùn hà micca suggeritu quessa "U Signore hè unu" significava qualcosa di diversu da ciò chì Israele avia sempre capitu di significà - un singulare essere persunale. Durante tuttu u so ministeru, hà identificatu u Babbu in u celu cum'è Diu è si distingue di rutina da questu "unicu Diu veru" chì hà servitu (Gv 17: 3).

Pocu dopu a risurrezzione è l'ascensione, Petru pridicò una predica evangelistica à i so cumpagni ebrei. Ma in questa predica Petru ùn hà micca annunziatu a natura trinitaria di Diu. Invece, hà identificatu à Diu cum'è u Babbu di u celu. Dopu hà descrittu à Ghjesù cum'è un omu attestatu da Diu, è u Spìritu cum'è u ricumpensa di Diu (Atti 2: 14-40). Stu messagiu bastava à a salvezza per tutti quelli chì avianu l'arechje per sente.

In listessu modu Paulu, in a so lettera à l'Efesu, hà identificatu u Diu Unicu cum'è u Babbu (Ef 4: 6), è l'hà dichjaratu "u Diu di u nostru Signore Ghjesù" (Ef 1: 17). Ghjesù hè cusì "pusatu à a diritta" (Efesini 1:20) di u so Diu stessu, chì hè u Diu Unicu d'Israele. Dichjarazioni simili apparsu in tutte e lettere di Paul. Inoltre, senza eccezzioni, l'OT è u NT identificanu u Diu Unicu d'Israele cum'è u Patre solu (per esempiu, Mal. 2:10, 1 Cor. 8: 6; Ef. 4: 6; 1 Ti. 2: 5).

Ancu se Ghjesù hè chjamatu "Diu" qualchì volta in u Novu Testamentu, questu segue u precedente di l'Anticu Testamentu in u quale u titulu "Diu" (elohim in Ebraicu, theos in grecu) hè di tantu in tantu applicatu à l'agenti scelti di Yahweh per significà u so statutu di i so raprisententi.2 Ebrei 1: 8-9 illustra bè stu principiu. Quì, u Salmu 45: 6-7 hè appiicatu à Ghjesù, indicendu ch'ellu hè u rappresentante supremu di u Signore è u vice-regente reale:

Ma di u Figliolu dice:U to tronu, o Diu, hè per sempre è sempre ... Avete amatu a ghjustizia è avete odiatu a gattivezza; dunque Diu, u to Diu, ti hà untu cù l'oliu di gioia al di là di i vostri cumpagni ".

Salmu 45: 6-7

U duttore Thomas L. Constable, prufessore di esposizione biblica in u Seminariu Teologicu di Dallas, cummenta stu salmu di i matrimonii riali chì parechji studiosi credenu chì era uriginale indirizzatu à un precedente rè Davidicu:3

U scrittore hà indirizzatu u so rè umanu cum'è "Diu" (Elohim). Ùn vulia micca dì chì u rè era Diu ma ch'ellu stava à a piazza di Diu è u riprisentava. Compare Esodu 21: 6; 22: 8-9; è Salmu 82: 1 induve i scrittori biblichi chjamavanu i ghjudici d'Israele dii perchè rapresentavanu à Diu. Questa hè una espressione stravagante di lode per u rè. Diu avia benedettu stu rè perchè avia riprisentatu u Signore cun fideltà, cumandendu cum'ellu face Yahweh.

Duttore Thomas Constable, Note di l'agente nantu à a Bibbia (Salmu 45: 6)

Walter Bruggemann, studioso di l'Anticu Testamentu spiega ancu chì in u Salmu 45, "[U] u rè hè untu cù gioia cù oliu da Diu, significendu chì Diu hà sceltu u rè cum'è figura intermediaria. U rè rapprisenta à Diu in u guvernu di u populu in Ghjerusalemme è parlendu cun elli. U rè riprisenta dinò u populu parlendu à Diu in preghera. U pueta celebra u rè ideale, chì hà una relazione particulare cun Diu è chì porta ghjustizia è onore à u regnu ". 4

U Novu Testamentu cunferma chì a parolla "Diu" hè applicata à Ghjesù in questu rapprisentativu sensu enfatizendu chì Ghjesù  un Diu nantu ad ellu, vale à dì u Diu Unicu d'Israele.5 A superiorità di Ghjesù nantu à tutti l'altri rapprisentanti di YHWH hè indicata da a so nascita vergine cum'è u sicondu Adam senza peccatu, è cunfirmata da a so esaltazione à a "manu destra di Diu" - una pusizione chì u mette chjaramente nantu à tuttu l'ordine creatu mentre era à u listessu tempu distinguendu ellu da u Diu Unicu ch'ellu adora finu à oghje cum'è u so Diu stessu (eg Rev. 1: 6; 3: 2, 12).

Platonismu vs Ghjudaismu Biblicu

Forte contr'à a duttrina di a trinità

L'annu 70 dopu à Cristu hè statu un drammaticu puntu di svolta per a chjesa chì principia. Ghjerusalemme hè stata sacchighjata da l'armata rumana, sparghjendu i Ghjudei sopravvissuti è scunghjendu u Cristianesimu da u so locu nativu ebreu. A maiò parte di l'apòstuli eranu stati marturiati da questu tempu, è a chjesa fù prestu cundutta sottu terra da a persecuzione rumana.

Tuttavia, u cristianesimu hà continuatu à sparghje si da Gerusalemme è in una sucietà pagana greco-romana saturata in l'idee di u famosu filosofu grecu Platone (428 a.C.). Platone hà scrittu un racontu miticu di a creazione chjamatu Timeu chì includia teorie metafisiche nantu à a natura di l'omu chì dopu influenzeranu dramaticamente a duttrina cristiana post-apostolica. L'Enciclopedia Cattolica osserva:

Inoltre, l'interessu di Platone per a natura hè duminatu da una visione teleologica di u mondu animata da un Mondu-Anima, chì, cusciente di u so prucessu, face tutte e cose per un scopu utile. . . crede chì l'anima [umana] esiste prima di a so unione cù u corpu. [Platone] tutta a teoria di l'ideein tantu luntanu, almenu, cume hè applicatu à a cunniscenza umana, suppone a duttrina di a preesistenza.

Enciclopedia Cattolica, Platone è Platonismu

U "Mondu-Anima" di Platone era ancu cunnisciutu cum'è Logos, chì significa simpliciamente parolla. In a filosofia platonica, u Logos si riferisce à un principiu d'organizazione cusciente, raziunale di l'universu. Hè ritrattu cum'è un secondu diu fattu da u Diu Supremu à l'alba di a creazione. Stu demiurgiu di u Logos continua à creà à tempu u mondu materiale è tutte l'anime umane immateriali.6

Sicondu Platone, l'anime umane preesistenu in modu cusciente, stendu cù i dii in u celu finu à chì scendinu nantu à a terra è entrinu in l'utru per esse nati cum'è esseri umani. Sò poi perpetuamente reincarnati cum'è altri umani (o animali) finu à ch'elli acquistanu abbastanza saviezza per esse liberati da un'esistenza corporale per rientre in u celu cum'è anime eternamente incarnate.7

À u cuntrastu strettu cù i Grechi, e Scritture Ebraiche insegnanu chì l'esseri umani cumincianu à esiste quandu sò cuncipiti in l'utru. Ghjenesi 2: 7 indica chì l'anima umana (nephesh in Ebraicu) ùn hè micca puramente immateriale ma piuttostu custituitu di due cose in cumbinazione: u soffiu di Diu è a polvera di a terra. Cusì, l'unicu sensu in quale l'anima di una persona pò "preesiste" hè in u pianu eternu di Diu, un cuncettu più comunemente cunnisciutu cum'è predestinazione. EC Dewick dice di stu cuntrastu:

Quandu u Ghjudeu hà dettu chì qualcosa era "predestinatu", hà pensatu chì era digià "esistente" in una sfera superiore di a vita. A storia di u mondu hè dunque predestinata perchè hè dighjà, in un certu sensu, preesistente è dunque fissa. Questa cuncepzione tipicamente ebraica di predestinazione pò esse distinta da l'idea greca di preesistenza da a predominanza di u pensamentu di "preesistenza" in u scopu Divinu.

EC Dewick, Escatologia Cristiana Primitiva, pp. 253-254

Questa idea si trova in tutte e Scritture è ancu in i scritti rabbinichi extra-biblichi di u periodu di u Secondu Tempiu. Alcuni esempi includenu:

  • Nanzu di furmavvi [Ghjeremia] in u senu vi cunniscia è prima di nasce ti cunsacru; Ti aghju numinatu prufeta per e nazioni. (Ghjer. 1:5)
  • . . .u Signore [Yahweh]. . .Mi hà furmatu [u Messia] da l'utru per esse u so servitore, per fà turnà à Ghjacobbu. . . (Is. 49: 5)
  • Ma Ellu m'hà cuncipitu è ​​cuncepitu [Mosè], è m'hà preparatu da u principiu di u mondu per esse mediatore di a so allianza. (Testamentu di Mosè 1:14, ca. 150 nanzu à Cristu)

Da una perspettiva ebraica, e figure chjave in u pianu salvificu di Diu eranu cusì sicuri di nasce chì si parlava di esse "creati" o "cunnisciuti" prima di nasce. Questu era solu un modu idiomaticu di spressione di predestinazione divina. U cuncettu ebraicu di preesistenza umana figurativa in u pianu di Diu hè diametralmente oppostu à u cuncettu grecu di preesistenza umana litterale cum'è esseri immateriali cuscienti.

Filo Ghjudeu (20 a.C. - 50 d.C.)

Filone Ghjudeu era un filosofu ebreu ellenizatu chì stava in Alessandria, in Egittu intornu à u tempu di Cristu. Hè sopratuttu cunnisciutu per mischjà elementi di e religioni pagane cum'è u platonisimu, u stoicisimu è u misticisimu gnosticu cù u so propiu ghjudaisimu in una seria di cummentarii annantu à l'Anticu Testamentu. Quessi cummentarii anu dopu avutu un impattu prufondu nantu à a teologia di parechji babbi di a chjesa primitiva.

Alessandria era una cità cù una grande populazione ebraica chì avia dighjà dimustratu una affinità per una mansa di religioni pagane greche è egiziane. L'eruditu Alfred Plummer identifica sta marca alessandrina di ghjudaisimu cum'è "teosofia", nutendu què "Era un cumpostu di teulugia cù a filusufia è u misticisimu". 8

L'affinità persunale di Filone per a filusuffia platonica hè ben ducumentata. Hà cunsideratu Platone u "U più dolce di tutti i scrittori", 9 è tenutu à e duttrine platoniche cum'è a preesistenza cusciente di l'anima umana è un futuru eternamente incarnatu. Harold Willoughby osserva u sincretisimu di Filone:

Cù a so ammirazione per a filusufia greca è a so lealtà à a so propria religione, Filone si truvò in un dilema. Ùn era dispostu à cede nè a filusufia nè a religione; cusì hà circatu à cuncilià li. In questu tentativu era solu pruvatu à fà ciò chì altri omi pensierosi di a so propria razza in u listessu ambiente avianu cercatu di fà davanti ad ellu. Più di un seculu è mezu prima, Aristobulu avia elaboratu certe analogie trà a so fede ancestrale è e speculazioni di Platone, ciò chì spiegò per l'ipotesi chì u filosofu grecu pigliò in prestitu e so idee da Mosè. in u Pentateucu tuttu ciò ch'ellu hà cunsideratu utile in i diversi sistemi di filosofia gentile. Questa era, naturalmente, una procedura difficiule è violenta; ma Filone u compiu subitu per mezu di u metudu allegoricu di interpretazione, un strumentu pigliatu in prestitu da i Stoici.

Harold Willoughby, Rigenerazione Pagana, ch IX

U più notu tentativu di Filone di unisce a filosofia platonica cù l'Anticu Testamentu implica u cuncettu di u Logos. E culture greche è ebree danu tramindui un locu impurtante à u Logos, ma avianu cuncetti assai diversi daretu à stu nome cumunu.

U Logos Platonicu era un secondu diu è demiurgiu cusciente. U logos di l'Anticu Testamentu di YHWH, invece, ùn era micca chì ma a Ce. Ancu s'ellu era occasionalmente personificatu (cumu si vede in Proverbi 8), ùn si riferisce micca à un essere indipendente, ma piuttostu à i piani, i cumandamenti è a cumunicazione attiva di YHWH, chì sò stati tipicamente consegnati à i so destinatari umani da angeli, sogni o visioni.10

In u cummentariu di Filone, sta sfarenza cruciale trà u Logos Grecu è u Logos Ebraicu diventa sfocata. Riprisenta u logos di Diu cum'è tuttu da a ragione astratta11 à un quasi-indipendente "sicondu diu."12 Introduce ancu l'idea chì l'angelu di u Vechju Testamentu di u Signore ùn faci micca solu Liberà u logò di Diu, ma in realtà is u logò di Diu.13 Facendu cusì, ritratta i loghi di Diu in un modu chì "Supera luntanu tuttu ciò chì hè dettu in l'OT o LXX [Septuaginta]." 14

U duttore HA Kennedy cunclude chì «L'ipotesi di u Logos stessa, cum'ella pare in Filone, hè piena di cunfusione. Questu hè senza dubbitu in parte per a so cumpusizione da elementi eterogenei, dualismu platonicu, monismu stoicu è monoteismu ebraicu ". 15 Eppuru stu paradigma hà influenzatu putenzialmente assai scrittori patristichi chì anu postu i fundamenti di a Cristulugia post-Biblica, cumpresu Ghjustinu Martire, Clemente d'Alessandria è Origene.

Infatti, cum'è scrive David T. Runia, specialistu di Filo, u "[C] hurch babbi. . .Vinni à cunsiderà à Filone cum'è un "fratellu in a fede", è ùn esitò à ripiglià un gran numeru d'idee è temi da i so scritti ". 16

SECONDU SECULU

Justin Martyr (100-165 d.C.)

Ghjustinu Martire hè natu in Palestina in una famiglia pagana. Hà studiatu è insignatu cum'è filosofu platonicu prima di cunvertì si à u Cristianesimu versu l'età di trenta anni. Mentre hè ricurdatu megliu per u so martiriu à e mani di Roma, Justin hà ancu ghjucatu un rolu cruciale in a furmazione di a duttrina di a chjesa.

Hè creditu d'avè datu à a chjesa u Christos Logos, chì hè a duttrina di l'Incarnazione in a so prima forma post-Biblica. Specificamente, Justin interpreta u logoti di Ghjuvanni 1: 1-14 per esse un spiritu conscientemente preesistente chì hà accunsentutu à diventà un essere umanu entrendu in u senu di Maria.

Ma sta interpretazione hè in cuntrastu cù i loghi riprisentati in l'ebreu OT è in u grecu LXX chì servenu da fondu per u prologu di Ghjuvanni. U duttore James Dunn rimarca chì "U ghjudaisimu precristianu stessu ùn ci dà alcuna vera ragione per suppone chì [a Parolla è a Saggezza di Diu] sianu state capite cum'è qualcosa di più cà personificazioni di l'attività di quellu Diu versu è in a so creazione". 17

lu Dizziunariu di u Novu Testamentu dopu è i so sviluppi, vutatu unu di Cristianità Oghje Libri di l'annu 1998, nota chì "[A] funzione di a" Parolla "ghjuvannina (logos) apprussima quella di a Sapienza, chì in e tradizioni bibliche è postbibliche hè qualchì volta persunificata." 18

Scrivendu in sta tradizione ebraica, Ghjuvanni hà prubabilmente impiegatu a personificazione in u listessu modu in Ghjuvanni 1: 1-13. Dunn spiega, "Mentre pudemu dì chì a saviezza divina s'incarna in Cristu, ciò ùn significa micca chì a Saggezza era un essere divinu, o chì Cristu stessu era preesistente cun Diu". 19 

U duttore Paul VM Flesher è u duttore Bruce Chilton, specialisti in ghjudaisimu è primu cristianesimu, anu ancu avertitu "U prologu stessu ùn imputa a preesistenza persunale à Ghjesù cum'è logos divinu, ancu se vede u logos stessu cum'è eternu". Anu signalatu chì l'interpretazione pupulare di u logos cum'è Ghjesù preesistente personalmente era "influenzatu indebitamente da a teologia successiva di a chjesa primitiva ". 20

Questa teologia successiva hè largamente radicata in l'affermazione di Justin chì u logos di YHWH era un esseru cuscente preesistente. Justin trova sustegnu à a so rivendicazione in u paradigma platonicu:

è a discussione fisiologica cuncernendu u Figliolu di Diu in u Timeu di Platone, Induv'ellu dice: "L'hà messu in croce in l'universu", hà pigliatu in prestitu in modu simile à Mosè; perchè in i scritti di Mosè hè relatatu cumu à quellu tempu, quandu l'Israeliti andavanu fora d'Egittu è eranu in u desertu, sò cascati cù bestie velenose ... è chì Mosè ... hà pigliatu l'ottone, è u fece figura di una croce ... Chì cose chì Platone leghje, è ùn capisce micca accuratamente, è ùn capisce micca chì era a figura di a croce, ma pigliendula per esse un piazzamentu trasversale, hà dettu chì a putenza accantu à u primu Diu hè stata posta trasversalmente in l'universu ... Per [Platone] dà a seconda piazza à u Logos chì ghjè cun Diu, chì hà dettu ch'ellu era piazzatu à traversu in l'universu ...

Justin Martire, Prima Apologia, ch. LX

Justin afferma chì e Scritture ebraiche anu inspiratu Platone à inventà u Logos preesistente truvatu in u so Timeu contu di creazione.21 Avendu cusì "legittimatu" u paradigma platonicu, l'apologu custruisce a so cristulugia intornu à a nuzione greca di preesistenza litterale è a intreccia cù a teoria di Filone chì l'OT Angel di u Signore hè unu è u listessu chè l'OT logoti di u Signore.

Infatti, David Runia nota chì in l'opere di Justin «U cuncettu di u Logos in un statu preincarnatu è incarnatu. . .trade indebitamentu à u ghjudaisimu ellenisticu in generale è à Filone in particulare ". 22 Di cunsiguenza, quandu Ghjustinu leghje in Ghjuvanni 1 chì u logò chì hà creatu tutte e cose dopu "hè diventatu carne" in a persona di Ghjesù, ùn lu leghje micca à traversu a lente ebraica di un logò persunificatu chì dopu hè diventatu cumpletamente incarnatu da l'omu Ghjesù; invece capisce chì significa chì Ghjesù hà preesistitu in modu cusciente a so nascita cum'è anghjulu di u Signore OT prima di trasformassi in un essere umanu.23

Ma deve esse nutatu attentamente chì Justin ùn pensa micca chì Ghjesù hà preesistitu cum'è Yahweh. À u cuntrariu, Justin vede u Babbu cum'è "L'unicu Diu indissolubile, insensibile" 24 mentre Ghjesù "Diu hè chì hè u primu generu di tutte e creature" 25 In altre parolle, Justin vede à Ghjesù per mezu di a lente platonica di un Diu secondu è subordinatu:

Ci hè hà dettu esse un altru Diu è Signore [quale hè] sottumessu à u Creatore di tutte e cose; chì hè ancu chjamatu Anghjulu, perchè Annunzia à l'omi quantunque u Creatore di tutte e cose - sopra à quale ùn ci hè altru Diu - vole annunzià li.26

U rolu di a logulugia di Justin Christology in a furmazione di a duttrina cristiana mainstream ùn pò mancu esse eccessivu. Parechji futuri babbi di a chjesa, cumpresi Ireneu, Tertullianu, Ippolitu, è Eusebiu di Cesarea, citaranu l'opere di Ghjustinu per sustene i so trattati teologichi.

A so cristulugia diventerà u fundamentu nantu à u quale tutte e future speculazioni nantu à a natura di Ghjesù Cristu sò state custruite durante i cunsiglii di a chjesa dopu. Ma a visione di Justin di Cristu cum'è un secondu è subordinatu Diu serà eventualmente ghjudicata eretica da a stessa duttrina ch'ellu hà aiutatu à custruì.

TERZU SECULU

Origene (185-251 d.C.)

Philip Schaff nantu à Origen

Natu in una famiglia cristiana, Origene hà ricevutu una educazione greca superiore impregnata di l'insignamenti di Platone. Continuò à insegnà filosofia in Alessandria, in Egittu, è diventò infine u principale intellettuale cristianu di i so tempi. Origene hè cunnisciutu per a so speculazione mistica nantu à e Scritture, seguendu a tradizione allegorica stabilita da Filone. Ilaria LE Ramelli scrive di a cunnessione tra Filone è Origene:

Filone hè statu cusì cunvintu chì a Scrittura Mosaica è u Platonismu sò stati ispirati da u listessu Logos per insistere chì a Scrittura hà fattu spiegà a famosa duttrina Platonica di l'idee. . .Hè significativu, ma micca stupente, chì l'esegesi di Filone sia stata subitu presa da Origene. . . .Philo hà capitu a Scrittura Ebraica cum'è una esposizione allegorica di e duttrine platoniche. È Origene seguita i so passi.

Ilaria LE Ramelli, 'Filo cum'è mudellu dichjaratu d'Origene', p.5

Origene hà prumuvutu l'idea platonica chì tutte l'anime umane esistessinu cum'è esseri raziunali chì sò cascati da u celu è successivamente sò entruti in u senu per esse nati in carne. Queste anime seranu tandu perpetuamente reincarnate da un corpu umanu à l'altru finu à chì, per mezu di una cuntemplazione mistica, finiscinu finu à u celu. In questu mudellu, tutte l'anime (cumpresu Satanassu) seranu eventualmente riscattate.27

Hè Origene chì hà inventatu a teoria chjamata Generazione Eterna di u Figliolu. Stu pilastru di a teologia trinitaria face un cambiamentu assai significativu in a visione di Justin chì Ghjesù era natu da Diu in forma pre-umana à l'alba di a creazione. Origene hà prupostu chì Ghjesù mai hà avutu un principiu. A parolla "generata" puderia esse allungata per significà un spaziu infinitu di tempu, tale chì Ghjesù sia eternamente "generatu" finu à l'oghje in un sensu misticu chì solu ùn si pò capisce:

. . . [ùn] pò mancu esse cuncipitu da u pensamentu o scupertu da a percezione, in modu chì una mente umana deve esse capace di capisce cume u Diu micca generatu hè fattu u Babbu di l'unicu Figliolu, perchè A so generazione hè eterna è eterna. . . 28

Fortemente radicata in a metafisica platonica, l'idea di Origene chì u Figliolu generatu avia un principiu "senza principiu" diventa pupulare in certi quartieri di a chjesa ellenizata. Ma questu cuncettu ùn hè micca statu accettatu da tutti, è diventerà infine u puntu di focu di a cuntruversa in i dibattiti cristologichi di u seculu dopu.

Origene ellu stessu seria postumamente anatematizatu cum'è ereticu à u Quintu Cunsigliu Ecumenicu per altre duttrine in u travagliu chì cuntene a so teoria nantu à u Generazione Eterna di u Figliolu. 29

Tertullianu (160-225 d.C.)

Quintu Septimiu Florens Tertullianu hè natu Cartagine, in Africa. Contemporaneu di Origene, Tertullianu era un teologu notu è un scrittore altrettantu talentu. Hè statu u primu filosofu cristianu latinu à cunghjucà u termine teologicu "Trinità" è furnisce una duttrina formale per questu.30 L'idee di Tertullianu, custruite annantu à a Logulugia Cristulugia di u seculu precedente, cuntenenu parechje frasi chì si trovanu in i credi ufficiali.

Eppuru Tertullianu ùn hà micca cuncipitu una Trinità co-uguale, co-eterna, co-essenziale. Invece avia in mente un inuguali Trinità in quale Diu hè distinta da è cumpletamente superiore à u Figliolu è à u Spìritu Santu. Per Tertullianu, ci era un tempu chì u Figliolu ùn esistia micca: "Ùn puderia micca esse u Patre precedente à u Figliolu, nè un Ghjudice precedente à u peccatu. Ci era, però, un tempu chì nè u peccatu esistia cun ellu, nè u Figliolu ". 31

Più tardi, i cunsiglii di a chjesa anu mal vista a cuncepzione di Tertullianu di a Trinità. U New Enciclopedia Cattolica sonus: "In poche zone di teologia, l'opinioni di Tertullianu sò, naturalmente, cumpletamente inaccettabili." 32 Cusì l'omu chì hà introduttu u cuncettu di a Trinità in u discorsu teologicu hè statu ghjudicatu ereticu secondu a versione finale di a so propria duttrina.

QUARTU SECU

A Cuntruversia Ariana (318-381 d.C.)

L'ultima tappa di u viaghju versu una duttrina ufficiale di a Trinità si hè svolta per un periodu di 60 anni in u quartu seculu (318 - 381 d.C.). Si trattava di una famosa disputa cunnisciuta cum'è Cuntruversia Ariana. Quandu sta parte di a storia di a chjesa hè discuta in u cristianesimu mainstream, Arius hè ghjittatu cum'è un lupu in vestiti di pecura, pruvendu insidiosamente di subvertire a duttrina di a chjesa stabilita cun insegnamenti eretici. Ma questu hè una distorsione significativa di a verità.

U statu teologicu di l'affari à l'alba di u quartu seculu era cumplessu. A causa di a persecuzione rumana recente, a chjesa ùn esistia micca cum'è un corpu monoliticu cun un inseme uniforme di duttrine, ma cum'è una rete sciolta di assemblee guasi autonome. À questu tempu parechje opinioni divergenti nantu à a natura di Cristu eranu nate da a presunzione chì Ghjesù pre-esiste in modu cusciente a so nascita. Ogni setta era altrettantu cunvinta chì eranu currette è dinunziavanu vigorosamente i so rivali cum'è eretici.33

Alcune di l'idee più speculative nantu à a natura di Cristu sò originate in Alessandria, Egittu, l'anticu centru di pensamentu intellettuale induve Filone è Origene insegnavanu una volta. Un vescu chjamatu Alessandru hà presiedutu a chjesa in sta famosa cità portuaria, è servendu sottu à ellu era un anzianu prete libicu chjamatu Arius.

U core di u disaccordu trà Arius è u so vescu era in a manera chì anu definitu a parolla principiatu. Arius sustinia chì postu chì u Patre solu hè imbottitatu, u Babbu hè a sola surghjente di tuttu u restu in esistenza. U Figliolu ùn pò esse coeternu perchè questu significava chì hè imbottitu, lingua due fonti immaginati di tuttu piuttostu cà una. 

In ligna cù a chjesa di u seculu seculu, Arius sustinia chì u termine "generatu" necessitava un principiu. Hà sustinutu chì l'esistenza di u Figliolu cuminciò quandu era generatu da u Babbu ghjustu prima di a creazione di u mondu. Tuttavia, u vescovo Alessandru hà accoltu l'affirmazione di Origene chì u Figliolu pò esse natu by Diu ancu esse coeternu  Diu per mezu di una "generazione" mistica chì abbraccia tutta l'eternità.

Quandu Alessandru hà scupertu chì u so prete hà disputatu stu puntu, hà mandatu una lettera mordace à un cumpagnu vescu, urganizendu a scumunicazione di Arius è i so sustenitori cum'è omi chì ùn eranu nunda di menu perversi per a negazione di a teoria Generazione Eterna di Origene: "Mi sò risuscitatu per mustrà vi a fede di quelli chì dicenu chì ci era un tempu chì u Figliolu di Diu ùn esistia micca." 34 Questu hà effettivamente etichettatu i cuntributori precedenti à a duttrina di a Trinità cum'è Tertullianu è Ghjustinu Martire cum'è omi malvagi è infideli, perchè anu tenutu sta visione assai prima di Arius.

In risposta à questa animosità, Arius hà pruvatu à cuncilià cù u so vescu per lettera. Hà rispittatu rispettuosamente a so pusizione è hà nutatu chì era a fede ricevuta "Da i nostri antenati", forse riferendusi à omi cum'è Justin è Tertullianu. Ma Alessandru hà rifiutatu sta apertura è hà cunvucatu invece un cunsigliu lucale in u 318 d.C., induve a direzzione era tenuta à firmà un documentu chì prufessia a so Cristulugia Origenista. Quelli chì anu rifiutatu anu da esse espulsi.35

Eppuru à questu puntu di a storia di a chjesa, ùn ci era micca una visione "ortodossa" nantu à a natura metafisica di Cristu. U duttore RPC Hanson rimarca chì "L'inclinazione di Alessandru versu Origene hè stata u risultatu di a so scelta persunale, micca a perpetuazione di a tradizione di a so sede". 36 Opposendu l'ortodossia micca stabilita ma l'opinione persunale di u vescu Alessandru, Arius hà rifiutatu di firmà u documentu è hè statu successivamente cacciatu. Ma i so sustenitori dopu anu tenutu u so propiu cunsigliu per falla restituisce. Cusì cuminciò una seria di cunsiglii litigiosi chì minacciavanu di dividisce sia a chjesa sia l'imperu.

Custantinu è u Cunsigliu di Nicea

Custantinu u Grande era imperatore di Roma à l'epica di a cuntruversia Ariana. Durante u so regnu viulente, hà assassinatu u so soceru, trè cugnati, un nipote, u so primu figliolu è a so moglia. Era ancu un omu opportunistu chì nominalmente abbracciava u Cristianesimu dopu avè avutu un sonniu in u quale vedia una croce in u celu è li era dettu chì stu simbulu li accorderebbe a vittoria militare.37

Costantinu inizialmente hà pruvatu à risolve a disputa chì cresce trà Ario è Alessandru per lettera. L'imperatore ùn hà micca cunsideratu u disaccordu cum'è una materia teologica seria; piuttostu, u so scopu primariu era di unisce un imperu chì si stava frammentendu rapidamente secondu e linee settarie religiose. Cusì, quandu u so tentativu di tramandà a pace hà fiascatu, hà cunvucatu u Cunsigliu di Nicea in u 325 d.C.

A participazione hè stata relativamente chjuca - solu circa 300 di i 1800 invitati à a cunferenza anu participatu in realtà, è a maiò parte di questi eranu sustenitori di Alessandru.38 À a fine di a prucedura, Custantinu hà fattu un discorsu urganizendu i participanti à vutà per a Cristulugia Origenista di u vescu. Hà fattu u so casu citendu scrittori cum'è Virgiliu, Cicerone, è una sacerdotessa pagana chjamata Erythraean Sybil. Ma a so prova coronante era di Platone Timeu:

A storia attesta chì u Cunsigliu di Nicea hà vutatu per a visione appruvata da l'imperatore di u Vescovo Alessandru. Ma a formulazione di u credu - chì hà impiegatu u terminu assai controversu è uriginale Gnosticu homoousios (chì significa "listessa sustanza") - l'abbandunò apertu à diverse interpretazioni.39

Infine, Platone ellu stessu, u più dolce è u più raffinatu di tutti, chì hà pruvatu prima à tirà i penseri di l'omi da l'ughjetti sensibili à quelli intellettuali è eterni, è li hà amparatu à aspirà à speculazioni sublimi, in primu locu hà dichjaratu, cun verità, un Diu esaltatu sopra ogni essenza, ma à ellu [Platone] li aghjunse ancu una seconda, distinguenduli numericamente cum'è duie, ancu se entrambi pussedenu una perfezione, è l'essere di a seconda Divinità prucede da a prima. . .Conformemente, dunque, cù a ragione a più sana, pudemu dì chì ci hè un Esse chì a so cura è a so pruvidenza sò sopra tutte e cose, ancu Diu a Parolla, chì hà urdinatu tutte e cose; ma a Parolla essendu Diu stessu hè ancu u Figliolu di Diu.

Orazione di Custantinu à l'assemblea di i santi (Eusebiu)

Di conseguenza, un novu giru di cunsiglii amari si sò riuniti in i decennii chì seguitanu. Cela incluait le double conseil de Rimini-Seleucia en 359 après JC, qui était mieux représenté que Nicée avec près de 500 évêques en présence combinée, mais voté en faveur de la Arianu vista.40 In effetti, a maiurità di i numerosi cunsiglii dopu à Nicea hà vutatu contru à Pusizione di Nicea. Costantinu stessu cambierà più tardi di parè parechje volte nantu à a questione è in fine di contu nantu à u so lettu di morte hà sceltu di esse battezzatu da un prete Arianu.41

Atanasiu (296 - 373 d.C.)

Atanasiu era un egizianu alessandrinu chì hà iniziatu a so carriera teologica cum'è unu di i diaconi di u vescu Alessandru. Trè anni dopu à u cunciliu di Nicea, succede à Alessandru cum'è arcivescu di a chjesa alessandrina. Atanasiu hà luttatu tenacemente per a supremazia di a cristulugia di u so mentore è hè dunque datu a maiò parte di u meritu per a scunfitta di l'Arianisimu à a fine di u quartu seculu.42

In a biografia Cuntendendu per u nostru Tuttu, U duttore John Piper nota chì Atanasiu hè cunsideratu u Babbu di l'Ortodussia Trinitaria.43 Ci hè dettu chì tutti i cinque esiliati di Athanasius - u risultatu di esse statu cundannatu per crimini cum'è violenza, malversazione è tradimentu - eranu in realtà e persecuzioni ingiuste di un omu innocente. Piper u chjama "Fuggitariu di Diu",44 è u caratterizeghja citendu solu i so ardenti sustenitori, cum'è Gregoriu di Nyssa:

Tali lodi effusivi danu l'impressione distinta chì Atanasiu era rivali solu da l'apostuli stessi in a so pietà. Tuttavia, scopremu un altru latu di questu omu in una di e fonti citate da Piper,46 un studiu ampiamente rispettatu nantu à i cunsiglii di a chjesa di u quartu seculu chjamatu lu Cerca a Duttrina Cristiana di Diu  da Dr.RPC Hanson:

L'abusu di Athanasius di i so avversarii, ancu permettendu ciò chì avia patitu per e so mani, ghjunghje à volte quasi à u puntu di l'isteria ... In una di e so Lettere Festive successive, mentre urgeva formalmente à u so gregge di ùn lasciarsi passà l'odiu, esprime un odiu velenoso Sembra chjaru ancu chì i primi sforzi di Athanasius à u gangsterisimu in a so diocesi ùn avianu nunda à fà cù a differenza d'opinioni annantu à u sughjettu di a Cuntruversia Ariana, ma eranu diretti contr'à i Melitiani. . .Una volta ch'ellu era in sella, hà decisu di suppressilu cù una manu forte, è ùn era mancu scrupulosu nantu à i metudi ch'ellu utilizava. Pudemu avà vede perchè, durante almenu vinti anni dopu u 335, nisun Vescu Orientale ùn cumunicaria cun Atanasiu. Era statu ghjustamente cundannatu per cumpurtamentu disgraziatu in a so sede. A so cundanna ùn avia nunda à chì vede cù i prublemi duttrinali. Nisuna chjesa ùn si pudia aspettà di tollerà un cumpurtamentu cusì da parte di unu di i so vescovi.

- RPC Hanson, Cerca a Duttrina Cristiana di Diu, p. 243, 254-255

Hanson dedica un capitulu sanu di u so libru à u spaventosu "Comportamentu di Atanasiu".47 Quì scopre chì Atanasiu spessu calunniava i so avversarii è falsava e so credenze. Ùn avia ancu alcun scrupulu annantu à aduprà a viulenza fisica per ghjunghje à i so scopi, perseguitendu una setta rivale cunnisciuta cum'è Melitiani avenduli arrestati è batti, è imprigiunendu unu di i so vescovi in ​​un armadiu di carne per ghjorni.48

Ma quandu a polvera si hè stallata, ancu a Babbu di l'Ortodussia Trinitaria ùn seria micca ghjudicatu cun buntà da a versione finale di u so credu. Hanson rimarca chì "Atanasiu ùn avia nisuna parolla per ciò chì Diu hè cum'è Tre in distinzione da ciò chì Diu hè cum'è Unu, è accunsentì à una formulazione di Diu cum'è una sola ipostasi in Serdica chì per i standard di l'ortodossia cappadociana era eretica". 49

I Trè Cappadociani

Pocu dopu a morte di Atanasiu in u 373 d.C., trè teologhi di a regione Cappadocia di l'Asia Minore anu messu l'ultimu toccu à a duttrina trinitaria: Gregoriu di Nazianzus, Basile di Cesarea è u fratellu di Basile, Gregoriu di Nyssa. Questi omi anu inventatu a formula chì u Spìritu Santu hè statu incorporatu in a Divinità, dendu à noi u cuncettu di Diu cum'è trè in unu.

A nuvità di st'idea hè evidenti da a propria ammissione di Gregoriu di Nazianzu chì «Di i maghi trà di noi, certi l'anu cuncipitu cum'è una Attività, certi cum'è una Criatura, certi cum'è Diu; " 50

L'idea di un "trinità" Diu avanzata da i trè Cappadociani era in fatti una pruposta cumpletamente nova chì duvia assai à a filusufia greca. Hanson scrive di i Cappadociani:

Ùn ci pò esse dubbitu nantu à u debitu di [Gregoriu di Nyssa] cù a filusufia platonica. . .Gregory ferma cun u so fratellu Basil è u so omonimu di Nazianzus, chì pudemu sapè è duvemu crede chì Diu hè una "ousia" è trè "ipostasi". . .Benchè in realtà Gregorio abbia fondu parechje idee filosofiche cuntempuranee in u so sistema dottrinale, ellu si arricchisce di ricunnosce u so debitu cù a filosofia pagana è preferisce ingannassi (cum'è quasi tutti i so predecessori è cuntempuranei) anu credutu chì i filosofi eranu stati previsti in e so idee da Mosè è i prufeti.

- RPC Hanson, Ricerca di a Duttrina Cristiana di Diu, p. 719, 721-722

L'imperatore regnu Teodosiu hà trovu attraente u cuncettu filosoficu di un Diu trè in unu. Hà fattu a so missione di pruibisce è scioglie di forza ogni sistema religiosu - cumprese altre sette cristiane - chì ùn era micca d'accordu cù a so nova teologia. Cusì, u 27 di ferraghju di u 380 dopu à Cristu, ellu è dui altri imperatori Rumani regnanti anu tramandatu un edittu cumunu ghjustu priori à u Cunsigliu di Custantinopuli, lascendu pocu dubbitu nantu à cumu u cunsigliu successivu voterebbe:

Dopu à questu edittu, Teodosiu hà espulsu u vescu presidenziale da Custantinopuli è u hà rimpiazzatu cù u Cappadocianu Gregoriu di Nazianzu. Dopu avè urganizatu l'autorità religiosa per allineati cù e so preferenze teologiche, Teodosiu hà cunvucatu u famosu Cunsigliu di Custantinopuli in u 381 d.C. U risultatu inevitabile hà cimentatu sta forma finale di trinitarisimu in l'ortodussia ufficiale, soprattuttu perchè Teodosiu l'ha incaricata in u dirittu rumanu. Sia u paganisimu sia e credenze cristiane chì ùn eranu micca conformi à u Trinitarianismu novu cunghjuntu eranu oramai illegali è i violatori sò stati puniti severamente.51

cunchiusioni

Per circa i primi trè centu anni di a chjesa - più longa cà i Stati Uniti d'America sò stati in esistenza - ùn ci era micca cuncettu di un Diu trinitariu. A forma attuale di a duttrina ùn hè micca solu evoluta gradualmente, ma si hè evoluta in modu tale chì l'omi stessi chì anu furnitu i so blocchi sò stati ghjudicati eretici da a versione finale di u credu. U storicu RPC Hanson afferma ghjustamente chì i primi cunsiglii di a chjesa eranu "micca a storia di una difesa di l'ortodossia, ma di una ricerca per l'ortodossia, una ricerca fatta da u metudu di prova è errore.52

U Cristianesimu Mainstream hà postu una fede enorme in e cunclusioni filosofiche di l'omi chì anu campatu centinaia d'anni dopu à Cristu. Si suppone chì u Spìritu Santu i guidessi à formulà a duttrina di a Trinità, eppuru cum'è Joseph Lynch cummenta, u "[C] ouncils eranu occasionalmente indisciplinati è ancu riunioni violenti chì ùn anu micca ottenutu l'unanimità chì era pensatu per indicà a presenza di u Spìritu Santu". 53 

Ghjesù ci hà amparatu à discernisce u veru insegnamentu da u falsu insegnamentu quandu hà dettu: "I ricunniscerete per i so frutti." (Matt 7:16). U fruttu di u Spìritu Santu include l'amore, a gioia, a pace, a pazienza, a buntà, a buntà, a fedeltà, a dolcezza è l'autocontrollo (Gal 5: 22-23). A saviezza di u Spìritu Santu hè "pacificu, dolce, apertu à a ragione, pienu di misericordia è di boni frutti, imparziale è sinceru ". (Ghjacumu 3: 27)In cuntrastu, u participante Hilary of Poitiers caratterizeghja i cunsiglii di a chjesa cusì:

Mentre luttemu nantu à e parolle, indagemu nantu à e novità, prufittemu di l'ambiguità, criticemu l'autori, luttemu nantu à e quistione di u partitu, avemu difficultà à cunvene, è ci preparemu à anatemizassi l'uni à l'altri, ùn ci hè un omu chì appartene à Cristu. . Determinemu i credi per l'annu o per u mese, cambiamu e nostre determinazioni, pruibemu i nostri cambiamenti, anatemizemu e nostre proibizioni. Cusì, o cundannemu l'altri in a nostra propria persona, o noi stessi in l'istanza di l'altri, è mentre ci mordemu è manghjemu l'uni l'altri, sò cum'è per esse cunsumati unu di l'altru.

Ilario di Poitiers, Annunziu Const. ii. 4,5 (~ 360 AD)

Inoltre, a duttrina di a Trinità hè una duttrina post-biblica radicata in a filosofia greca. L'Anticu Testamentu ùn l'hà micca insegnatu, Ghjesù ùn l'hà micca insegnatu, l'apostuli ùn l'hanu micca insegnatu, è a chjesa assai primitiva ùn l'hà micca insegnatu. Semu dunque saggi di rivalutà attentamente sta duttrina contr'à u cunsigliu pienu di e Scritture.

Ripustitu cù permessu di https://thetrinityontrial.com/doctrinal-evolution/


  1. U NET Commentary Bible note: "In u so cuntestu anticu israelita u plurale hè più naturalmente capitu chì si riferisce à Diu è a so corte celeste (see 1 Kgs 22:19-22; Job 1:6-12; 2:1-6; Isa 6:1-8)”.
    https://net.bible.org/#!bible/Genesis+1:26, Nota à piè di pagina # 47
  2. As Dizziunariu Hastings di a Bibbia note, a parolla elohim (Diu) in l'Anticu Testamentu hè appiicatu micca solu à Yahweh, ma ancu à dii pagani, esseri soprannaturali è umani. Es. Es 7: 1, Es 21: 6, Es 22: 8-9; Ps 82: 1, cp. Ghjuvanni 10:34.
    https://www.studylight.org/dictionaries/hdb/g/god.html
  3. L'interpreti sò divisi nantu à se stu Salmu hè puramente prufeticu o era uriginalmente indirizzatu à un precedente rè Davidicu è dopu applicatu à Cristu. Indipendentemente, u fattu chì questu rè  un Diu chì u unge è u benedisce (vss. 2, 7) dice à u lettore chì u titulu elohim si riferisce à u so statutu di rappresentante umanu esaltatu di Yahweh.
  4. Walter Bruggemann è William H. Bellinger Jr., Salmi, p.214.
  5. Chì Ghjesù hà un Diu hè dichjaratu espressamente in numerosi passaggi, cumpresi Matt 27:46, Jn 17: 3, Jn 20:17, Rom 15: 6, 2 Cor 1: 3, 2 Co 11:31, Ef 1: 3, Ef 1:17, Heb 1: 9, 1 Pe 1: 3, Rev 1: 6, Rev 3: 2, Rev 3:12. Chì u Diu di Ghjesù hè u Diu Unicu hè cunfirmatu da Ghjesù stessu in Ghjuvanni 17: 3 è da l'identificazione di Paul di u Babbu cum'è Diu Unicu è Diu di Ghjesù. Vede per esempiu 1 Cor 8: 6, cp. Rom 15: 6.
  6. Platone, Timeusec. 34a-34c.
  7.  http://en.wikipedia.org/wiki/Metempsychosis
  8. Alfred Plummer, Vangelu secondu à Ghjuvanni, p. 61
  9. Filo, Ogni Bonu Omu hè Gratuitu
    http://www.earlyjewishwritings.com/text/philo/book33.htmlEs.Gen.15: 1, 1 Ki. 13:18, 1 Ki. 16:12, 1 Ki 17:24, 2 Ki 1:17, 1 Sa 3: 1, Amos 8:12. I studiosi di a Bibbia sò largamente d'accordu cù l'osservazione di Alfred Plummer chì "in l'Anticu Testamentu truvemu a Parolla o a Saggezza di Diu personificata", piuttostu chè di ritrattà un secondu individuale. (San Ghjuvanni, Cambridge School for Bibles, p. 61.)
  10. Filo, Quale hè l'erede di e Cose Divine, ch XLVIII, sec 233ff.
  11. Filo, Dumande è Risposte in Genesi II, Sec. 62.
  12. Benchì stu cuncettu sia statu entusiastamente cooptatu da i primi padri di a chjesa, hè una evidente assenza da u NT.
  13. James DG Dunn, Cristulugia in Fabbricazione, p. 216. Staffe mine.
  14.  HA Kennedy, Cuntribuzione di Filone à a Religione, pp. 162-163.
  15. David T. Runia, Filone è i Principii di u Pensamentu Cristianu.
  16. James Dunn, Cristulugia in Fabbricazione, p. 220. Staffe mine.
  17. Dizziunariu di u Novu Testamentu Laterale è i so Sviluppi, eds. Martin, Davids, "Cristianesimu è Ghjudaismu: Spartimenti di i Modi", 3.2. Christology Johannine.
  18. James Dunn, Cristulugia in Fabbricazione, p. 212.
  19. Paul VM Flesher è Bruce Chilton, I Targums: Una Introduzione Critica, p. 432
  20. Ùn ci hè micca evidenza storica chì Platone sia mai entratu in cuntattu cù a Torah. Nemmenu puderia avè scontru a parolla travancà in a storia di u serpente di bronzu, per a parola ebraica in Numeri 21: 8-9 hè nec, Meaning striscione, palu di signale, o insignia. U serpu ùn era micca postu nantu à una croce ma a polu.
  21. David T. Runia, Filo in Letteratura paleucristiana, p. 99.
  22. James Dunn nota chì in u NT "U scrittore à l'Ebrei refuta a suggestione cun vigore -" À chì anghjulu Diu hà mai dettu. . . ' (Ebreu 1.5). " James DG Dunn, A cristologia in a creazione, p. 155
  23. Dialogu cù Trifone, cap. CXXVI
  24. Dialogu cù Trifone, cap. CXXV
  25. Dialogu cù Trypho, ch. LVI
  26. https://en.wikipedia.org/wiki/Universal_reconciliation
  27. Origine, Di Principiis, bk I, ch II, sec 4
  28. http://www.ccel.org/ccel/schaff/npnf214.xii.ix.html
  29. http://en.wikipedia.org/wiki/Tertullian
  30. Tertullianu, Contra Hermogene, ChIII.
    http://www.earlychristianwritings.com/text/tertullian13.html
  31. http://en.wikipedia.org/wiki/Tertullian
  32. Joseph H. Lynch, Primu Cristianesimu: Una Breve Storia, p. 62
  33. Epistole nantu à l'Arianisimu è a Deposizione di Arius
  34. Amparemu solu di sta lettera per mezu di u prutettu di Alessandru Atanasiu, chì a ripruduce in u so travagliu De Synodis è l'anu tichittatu cum'è "vomitu da i so cori eretichi". Vede Atanasiu, De Synodis
  35. RPC Hanson, A ricerca di a Duttrina cristiana di Diu, p. 145
  36. http://en.wikipedia.org/wiki/Constantine_the_Great
  37. https://en.wikipedia.org/wiki/First_Council_of_Nicaea
  38. In Storia di a Chjesa cristiana, Philip Schaff nota chì a parolla homoousios fù "Micca più di un termini biblicu cà" trinità "" è hè statu in realtà adupratu per a prima volta da e sette gnostiche di u 2u seculu cum'è i Valentiniani. Vede http://www.bible.ca/history/philip-schaff/3_ch09.htm#_ednref102.
  39. http://orthodoxwiki.org/Council_of_Rimini
  40. Custantinu hè statu battizatu ghjustu nanzu a so morte da u prete Arianu Eusebiu di Nicomedia.
    http://www.newadvent.org/cathen/05623b.htm
  41. http://en.wikipedia.org/wiki/Athanasius_of_Alexandria
  42. Ghjuvanni Piper, Cuntendendu per u nostru Tuttu, p. 42
  43. Piper, p. 55
  44. Gregoriu di Nyssa (citatu da John Piper in Cuntendendu per u nostru Tuttu, p. 40).
  45. Piper cita u duttore Hanson à pagina 42.
  46. Hanson, pp. 239-273
  47. Hanson, p. 253
  48. Hanson, p. 870
  49. https://www.newadvent.org/fathers/310231.htm
  50. http://en.wikipedia.org/wiki/Christian_persecution_of_paganism_under_Theodosius_I
  51. Hanson, pp. Xix-xx / RE Rubenstein, Quandu Ghjesù hè Divintatu Diu, p. 222-225
  52. Joseph H. Lynch, Primu Cristianesimu: Una Breve Storia, p. 147

 


Risorse rilativi

 

Unitarisimu Biblicu da a Prima Chjesa à u Medievu

Mark M. Mattison

Scaricamentu PDF, http://focusonthekingdom.org/Biblical%20Unitarianism.pdf

 

U Sviluppu di u Trinitarianismu in u Periudu Patristicu

Mark M. Mattison

Scaricamentu PDF, http://focusonthekingdom.org/The%20Development%20of%20Trinitarianism.pdf

 

AD 381: Eretici, Pagani, è l'Alba di u Statu Monoteisticu

da Charles Freeman

Scaricamentu PDF, http://www.focusonthekingdom.org/AD381.pdf

 

A Trinità Davanti à Nicea

da Sean Finnegan (Restitutio.org)

 

Scaricamentu PDF, https://restitutio.org/wp-content/uploads/2019/04/The-Trinity-before-Nicea-TheCon-2019.pdf

 

A Trinità davanti à Nicea

Sean Finnegan (Restitutio.org)
28a Cunferenza Teologica, 12 d'aprile, 2019, Hampton, GA