Restaurazione di u Cristianesimu Apostolicu di u I Seculu
Cunflazioni biblichi
Cunflazioni biblichi

Cunflazioni biblichi

Introduzione: Conflazione, Ambiguità, è Fallaciu Sillogisimu

Invece di affirmà quelle Scritture chì sò esplicite in a mostra di una distinzione trà Ghjesù è Diu in identità persunale è ontulugia (1Tim 2: 5-6), parechji apologisti cristiani cunfondenu versi inseme, usanu sillogisimi è argumentanu chì Ghjesù hè Diu per inferenza ( l'attu di passà da una proposizione, dichjarazione o ghjudiziu cunsidarata vera à un'altra chì si crede chì a verità seguita da quella di a prima). Un errore cumunu hè presumendu chì perchè Ghjesù hè strettamente assuciatu à Diu è hè statu datu tituli divini, autorità è puteri, questu prova chì ellu Diu in un sensu ontologicu litterale (in u so esse è identità persunale). Questi apologisti trascuranu continuamente a legge ebraica di l'agenzia - un cuncettu chjave di a Bibbia (vede https://biblicalagency.com)

Cunflazione

Cunflazione hè a fusione di dui o più inseme di informazioni, testi, idee, ecc., in una sola, spessu in errore. In logica, hè a pratica di trattà dui cuncetti o un cuncettu simile in dui cuntesti diversi cum'è s'elli fussinu equivalenti resultendu in errore. U tippu cumunu di cunfusione cumbina un passaghju di l'Anticu Testamentu nantu à u Signore Diu cun un passaghju di u Novu Testamentu appartenente à u Signore Ghjesù Cristu, furmendu un sillogisimu trà i dui, è tirendu cunclusioni per inferenza.  Incongruenza cunfusione accade quandu e spressioni ùn significanu micca listessa cosa, ma spartenu una parolla o un tema cumunu. Questu hè spessu impiegatu da insegnanti biblici troppu simplisti chì sò cusì fissati da parolle è temi cumuni chì ùn riescenu micca à apprezzà u cuntestu chì sò aduprati.

Un esempiu principale se a incongruente a cunfusione presume chì Ghjesù rivendica à Diu, u "Sò chì sò" di Esodu 3:14, quandu si identifica cù i termini "Sò" (ego eimi in grecu) in i vangeli. Facenu questu senza riferimentu à u cuntestu è chiarimenti chì Ghjesù face quandu si discrive. Per esempiu, Ghjesù hà dettu in Ghjuvanni 8:28, "Quandu avete alzatu u Figliolu di l'omu, allora u sapete he (ego eimi), e chì ùn facciu nunda per contu meiu, ma parlu cum'è u Babbu m'hà amparatu. Quì Ghjesù si identifica cum'è u Figliolu di l'Omu (chì ùn face nunda da per ellu) è si distingue ancu da u Babbu chì l'ha amparatu. In Ghjuvanni 9: 9, un cecu chì hè statu datu a vista dice chì aghju utilizatu i stessi termini grechi "ego eimi". Hè u più spuriu di cunfonde cum'è una generica lode cum'è "Sò" adupratu di u Figliolu di l'Omu (u Messia) cun Diu Onniputente. Per più nantu à cumu Ghjesù si identifica in u Vangelu cumprese una rivista di e dichjarazioni "Sò", vede https://iamstatements.com. 

Ambiguità

L'ambiguità sò spessu à a radice di interpretazioni bibliche falace, cunfusioni è sillogisimi difettosi. An Ambiguità accade quandu una frase, dichjarazione o risoluzione ùn hè micca esplicitamente definita, rendendu parechje interpretazioni plausibili. Tipi principali di ambiguità chì aprenu a porta à l'errore sò ambiguità lessicali è semantiche. A ambiguità lessicale accade quandu una parolla o una frase hà più di un significatu in a lingua à a quale appartene a parolla. A Ambiguità semantica accade quandu una parolla, frase o frase, cacciata fora di u cuntestu, hà più di una interoperazione. Tipicamente induve ci sò tali ambiguità, l'apologisti particulari imponeranu u significatu chì volenu à u versu piuttostu chè di pruvà à risolve l'ambiguità fighjendu u cuntestu circundante. In questu articulu avemu da trattà e cunfusioni tipiche di quelli chì sustenenu chì Ghjesù hè Diu è risolve apparenti ambiguità appellu direttamente à u cuntestu. 

Ancu s'ellu ùn hè micca u focu di l'articulu, deve esse ancu citatu chì ci sò ancu assai ambiguità sintattiche in a Bibbia chì nascenu quandu una frase pò avè dui (o più) significati diversi per via di a struttura di a frase (a so sintassi). Alcuni versi sò resi per implicà chì Ghjesù hè Diu include Rumani 9: 5, Titu 2:13, è 2 Petru 1, è 1 Ghjuvanni 5:20. Diverse traduzzione ponu rende questi versi in modu diversu perchè a sintassi in lingua originale hè ambigua è ci sò parechje opzioni per strutturà a frase. Questi versi presentanu una ambiguità sintattica significativa è sò spessu tradutti in u modu u più favurevule à "l'ortodossia". Dunque si deve nutà, ancu se un versu puderia riferisce à Ghjesù cum'è Diu, ùn hè micca necessariu in un sensu ontologicu litterale. L'agenti di Diu ponu esse chjamati Diu basatu nantu à a lege di l'agenzia. U largu corpu di e Scritture dimostra chì Ghjesù hè un rappresentante di Diu - u Messia umanu. (vede https://onemediator.faith)

Syllogismu Fallacious

syllogismu hè un tipu d'argumentu logicu per ghjunghje à una cunclusione basata annantu à duie prupusizioni affirmate o assunte chì sò vere. Ci hè più di una duzina di tippi di falazie assuciate à i sillogisimi. Parechji apologisti cristiani impieganu largamente l'usu di sillogisimi è u facenu in modu falace. Una falacia hè l'usu di un ragiunamentu difettuosu, spessu cù muvimenti sbagliati, in a custruzzione di un argumentu. Un argumentu falazzu pò esse ingannevule parendu esse megliu di ciò chì hè veramente. Alcune fallacce sò impegnate intenzionalmente à manipulà o cunvince per ingannu, mentre altri sò commessi involuntariamente per trascuranza o ignoranza.

Un esempiu di un sillogisimu fallace hè 

P1: Diu hè rè

P2: David hè rè

C: David hè Diu o Diu hè David

A conclusione erronea presuppone chì l'ordine per esse un rè deve esse Diu è chì u rè titulu sia esclusivu di Diu. Ci pò esse un aspettu chì Diu sia rè chì hè speciale ma chì ùn hà micca bisognu chì un altru deve esse rè in u listessu sensu. L'apologhi cristiani impieganu spessu sillogisimi simili in a so prova di inferisce chì Ghjesù hè Diu. In l'esempiu di sopra altre parolle ponu esse aduprate in cambiu di "rè" cumpresu "signore", "ghjudice", è "salvatore". Quandu a lingua parallella (a stessa o simile) hè applicata à duie entità diverse, ùn li face micca listessa persona, putere o autorità. Indirizzeremu e cumunioni cumuni di Ghjesù cun Diu aduprendu sti tippi di silogismi fallaci. Prima lascia copre brevemente u cuncettu di agenzia è ancu l'ultimu vs prossimu (cause primarie vs. secondarie).

Cusazione prossima è ultima

causa prossima hè quellu chì hè u più vicinu à, o immediatamente rispunsevule di causà, qualchì risultatu osservatu. Questu esiste in cuntrastu à un livellu più altu causa ultima chì ghjè generalmente pensatu cum'è a "vera" ragione chì qualcosa hè accadutu. (https://en.wikipedia.org/wiki/Proximate_and_ultimate_causation)

U tema generale di a Bibbia hè chì Diu hè sempre a causa ultima è chì Diu usa l'agenti per effettuà i so scopi chì sò a causa prossima o secundaria. Pigliemu l'esempiu di 2 Samuele 3:18 sottu. U Signore (u principale) hè u primu/essential causa di salvezza mentre David (u so agente) hè u sicundariu / prossimu perchè dice: "Da a manu di u mo servitore David salvaraghju u mo pòpulu Israele". Sia Diu sia David sò salvatori in quantu à Israele. Avà Diu hà purtatu à Israele un salvatore, Ghjesù cum'ellu avia prumessu (Atti 13:23)

2 Samuel 3:18 (ESV), "Da a manu di u mo servitore David salvaraghju u mo pòpulu Israele"

18 Avà dunque purtatelu, chì u Signore hà prumessu à David, dicendu:Da a manu di u mo servitore David salvaraghju u mo pòpulu Israele da a manu di i Filisdei, è da a manu di tutti i so nemichi "."

Atti 13: 22-23 (ESV), Diu hà purtatu à Israele un Salvatore, Ghjesù cum'ellu avia prumessu

22 È quandu l'avia cacciatu, hà risuscitatu David per esse u so rè, di quale ellu hà fattu a tistimunianza è hà dettu: "Aghju trovu in David, u figliolu di Iesse, un omu secondu u mo core, chì farà tutte e mo vuluntà". 23 Di a discindenza di questu omu Diu hà purtatu à Israele un Salvatore, Ghjesù, cum'ellu hà prumessu

Lege d'agenzia

In u pensamentu ebreu, a prima causa o causa ultima ùn hè micca sempre distinta da cause secondarie o prossime. Vale à dì, u principale ùn hè micca sempre chjaramente distintu da l'agente (quellu incaricatu di fà un attu per nome di un altru). Certe volte l'agente chì ferma per u principale, hè trattatu cum'è s'ellu fussi ellu stessu u principale, ancu se questu ùn hè micca letteralmente cusì. Principale è agente restanu duie persone distinte. L'agente chì agisce è parla per u principale hè u principale per mandata (una persona autorizata à agisce per un altru). 

U termine ebraicu per agente o emissariu legale hè Shaliach chì hè paragunevuli di u mondu grecu Apostolu è a parolla inglese Apostolu. Un apostolu hè un agente incaricatu da un principale. Avemu lettu in Ebrei 3: 1-2, Ghjesù hè l'apòstulu è suvranu sacrificadore di a nostra cunfessione è era fidu à quellu chì l'hà numinatu, cum'è Mosè era ancu fidu in tutta a casa di Diu. Infatti u testimoniu di e Scritture hè chì Ghjesù hè un agente di Diu. Per più nantu à questu vede https://biblicalagency.com

Agente, Enciclopedia di a Religione Ebraica, RJZ Werblowski, G Wigoder, 1986, p. 15.

Agente (Ebraicu. Shaliach); U puntu principale di a legge ebraica di l'agenzia hè espressu in u dictum, "l'agente di una persona hè cunsideratu cum'è a persona stessa" (Ned. 72B; Kidd, 41b) Dunque, ogni attu commessu da un agente debitamente nominatu hè cunsideratu cum'è ingagiatu da u principale, chì ne hà dunque a piena responsabilità. 

"Origine & Storia Precoce di l'Uffiziu Apostolicu", T. Korteweg, in L'età Apostolica in u Pensamentu Patristicu, ed. Hilhorst, p 6f.

L'origine di l'uffiziu apostolicu si trova ... per esempiu in Mishnah Berakhot 5.5: "l'agente di un omu hè cum'è sè stessu". u nucleu micca solu di a designazione ebraica di shaliach, ma ancu di l'apostolatu cristianu cume u truvemu in u NT ... u cuncettu specificu semiticu è ebreu di l'autorità rappresentativa chì hè implicatu in a designazione di shaliach.

Ebrei 3: 1-2 (ESV), Ghjesù l'apòstulu (shaliach) è suvranu sacrificadore (mediatore) di a nostra cunfessione

Enseñanza1 Dunque, santi fratelli, voi chì participate à una chjama celeste, cunsiderate Ghjesù, l'apòstulu è suvranu sacrificadore di a nostra cunfessione, 2 chì era fidu à quellu chì l'hà numinatu, cum'è Mosè era ancu fidu in tutta a casa di Diu.

Sò u Signore, è in più di mè ùn ci hè salvatore

Diu hè l'ultima è prima causa di salvezza. Fora di Diu ùn ci hè nisuna pruvista per a salvezza. Tuttavia Diu travaglia per mezu di l'agenti umani per rializà i so piani è si pò dì chì sò ancu salvatori. Questi agenti umani sò a causa prossima o secundaria di a salvezza. I salvatori di Diu sò quelli selezziunati da Diu per implementà e so direttive cumprese quelli chì operanu cum'è servitori di Diu per implementà u pianu di Diu per a salvezza. Malgradu i sforzi di l'agenti umani, ùn ci hè salvezza fora di Diu. 

A testimunianza di e Scritture hè chì Diu ci hà datu salvatori. Questu hè chjaramente u casu cum'è dichjaratu in Neemia 9:27. Di novu, l'importante da capisce hè chì Diu sia a causa ultima di a salvezza è chì quelli chì Diu unge sò agenti è ancu salvatori in u quadru di i scopi di Diu. Isaia 43:10 dice "Site i mo testimoni, dice u Signore, è u mo servitore chì aghju sceltu". In un sensu simile, Rivoluzione 1: 5-6 identifica à Ghjesù cum'è "u testimone fidu, u primu natu di i morti, è u guvernatore di i rè in a terra" è poi si riferisce à ellu cum'è "quellu chì ci ama è ci hà liberatu da i nostri peccati per u so sangue è ci hà fattu un regnu, preti di u so Diu è di u Babbu ". Diu u nostru salvatore hà esaltatu Ghjesù à a so manu diritta cum'è capu è salvatore (Atti 5: 30-31).

Isaia 43: 10-11, "Sò u SIGNORE (YHWY), è oltre à mè ùn ci hè micca salvatore"

10 "Site i mo testimoni "dice u Signore, “È u mo servitore chì aghju sceltu, chì pudete cunnosce è crede à mè è capisce chì sò ellu. Davanti à mè ùn hè statu furmatu un diu, nè ci ne serà dopu à mè. 11 I, Sò u Signore,  è in più di mè ùn ci hè salvatore.

Isaia 45:21, "Un Diu ghjustu è un Salvadore; ùn ci hè nimu accantu à mè »

21 Dichjarate è presentate u vostru casu; ch'elli piglianu cunsigli inseme! Quale hè chì hà dettu questu tempi fà? Quale hè chì l'hà dichjarata d'antichità?
Ùn era micca eiu, u SIGNORE? È ùn ci hè altru Diu in più di mè, a Diu ghjustu è Salvatore; ùn ci hè nimu al di là di mè

Osea 13: 4, Ùn cunniscite micca Diu, ma mè, è oltre à mè ùn ci hè micca salvatore

4 Ma sò u SIGNORE u to Diu da a terra d'Egittu; ùn cunniscite micca Diu, ma mè, è oltre à mè ùn ci hè micca salvatore.

2 Samuel 3:18, "Da a manu di u mo servitore David salvaraghju u mo pòpulu Israele"

18 Avà dunque purtatelu, chì u Signore hà prumessu à David, dicendu:Da a manu di u mo servitore David salvaraghju u mo pòpulu Israele da a manu di i Filisdei, è da a manu di tutti i so nemichi "."

Nehemiah 9:27, Li hai datu salvatori chì i salvavanu da a manu di i so nemichi

27 Per quessa li hai datu in manu à i so nemichi, chì li anu fattu soffre. È in u tempu di a so suffrenza ti gridonu è l'avete intesu da u celu, è secondu e vostre grande misericordia li hai datu salvatori chì i salvavanu da a manu di i so nemichi.

Luke 2: 11-14, Per tè nasce oghje un Salvatore, chì hè Cristu u Signore. (quale hè Lord Messiah)

11 Perchè per voi hè natu oghje in a cità di David un Salvatorequale hè Cristu u Signore12 E questu serà un segnu per voi: truverete un criaturu impannillatu in panni è stesu in una manghjatoghja ". 13 È di colpu ci era cun l'ànghjulu una multitùdine di l'òspiti celesti chì ludavanu à Diu è dicìanu: 14 "Gloria à Diu in u più altu, è in terra pace trà quelli chì li face piacè!"

Atti 5: 30-31, Diu hà esaltatu Ghjesù à a so manu diritta cum'è Capimachja è Salvatore

30 U Diu di i nostri babbi hà risuscitatu à Ghjesù, chì tù avete tombu appiccicatu à un arburu. 31 Diu l'hà esaltatu à a so manu diritta cum'è Capimachja è Salvatore, per dà u pentimentu à Israele è u pirdunu di i peccati.

Atti 13: 22-23, Diu hà purtatu à Israele un Salvatore, Ghjesù, cum'ellu hà prumessu

22 È quandu l'avia cacciatu, hà risuscitatu David per esse u so rè, di quale ellu hà fattu a tistimunianza è hà dettu: "Aghju trovu in David, u figliolu di Iesse, un omu secondu u mo core, chì farà tutte e mo vuluntà". 23 Di a discindenza di st'omu Diu hà purtatu à Israele un Salvatore, Ghjesù, cum'ellu hà prumessu.

1 Ghjuvanni 4:14, U Babbu hà mandatu u so Figliolu per esse u Salvatore di u mondu

È l'avemu vistu è testimone u Patre hà mandatu u so Figliolu per esse u Salvatore di u mondu.

Revelazione 1: 5-6, Ghjesù Cristu u testimone fidu - chì ci hà fattu preti di u so Diu è di u Babbu

5 è da a Ghjesù Cristu u testimone fidu, u primu natu di i morti, è u suvranu di i rè nantu à a terra.
À quellu chì ci ama è chì ci hà liberatu da i nostri peccati cù u so sangue 6 è ci hà fattu un regnu, preti di u so Diu è di u Babbu, per ellu sia gloria è duminazione per i seculi di sempre. Amen.

Ghjesù Cristu - hè Signore sopra à tutti

Pigliemu per esempiu a dichjarazione "Ghjesù hè Signore di Tutti". Questa hè una dichjarazione chì si applica cum'è regula generale cù una eccezione impurtante - u Diu Unicu è u Babbu. Cusì duvemu capì chì l'affirmazione "Signore di tutti" manca u qualificativu "creazione". Hè Ghjesù hè "Signore di tutta a creazione" micca "Signore di tutti" in un sensu assolutu senza eccezione. Ci hè una quantità di versi per dimustrà l'eccezione à a generalizazione.

Atti 10: 36-43 (ESV), Ghjesù Cristu - hè Signore di tutti

36 In quantu à a parolla ch'ellu hà mandatu in Israele, predicendu una bona nutizia di pace per mezu Ghjesù Cristu (hè u Signore di tutti), 37 sapete voi stessu ciò chì hè accadutu in tutta a Ghjudea, à partesi da a Galilea dopu à u battesimu chì Ghjuvanni hà dichjaratu: 38 cumu Diu hà untu à Ghjesù di Nazaretta cù u Spìritu Santu è cun putenza. Andava per fà u bè è guarì tutti quelli chì eranu oppressi da u diavulu, perchè Diu era cun ellu. 39 È simu testimoni di tuttu ciò ch'ellu hà fattu in u paese di i Ghjudei è in Ghjerusalemme. L'anu messu à morte appiccicatu à un arburu, 40 ma Diu u fece risuscità u terzu ghjornu è u fece cumparisce. 41 micca à tutte e persone ma à noi chì eranu stati scelti da Diu cum'è testimoni, chì avemu manghjatu è betu cun ellu dopu à a so risurrezzione. 42 È ci hà urdinatu di predicà à u populu è di testimunià què hè quellu numinatu da Diu per esse ghjudice di i vivi è di i morti. 43 Per ellu tutti i prufeti testimonianu chì tutti quelli chì credenu in ellu ricevenu u perdonu di i piccati per via di u so nome ".

  • Analysis
    • In u cuntestu di questu passaghju vedemu chì Ghjesù "hè quellu nominatu da Diu per esse ghjudice di i vivi è di i morti"
    • U significatu cuntestuale di "Signore di tutti" = ghjudice di i vivi è di i morti
    • L'eccezzioni à a generalizazione "hè Signore di Tutti" hè u Diu chì l'hà numinatu ghjudice

1 Curinzi 15: 25-27 (ESV), Diu hà messu tutte e cose sottumette sottu à i so pedi

25 Perchè deve regnà finu à ch'ellu hà messu tutti i so nemichi sottu à i so pedi. 26 L'ultimu nemicu à esse distruttu hè a morte. 27 per "Diu hà messu tutte e cose sottumesse sottu à i so pedi. " Ma quandu si dice, "tutte e cose sò messe in sottumissione", hè chjaru ch'ellu hè eccettu quellu chì hà messu tutte e cose in sottumissione sottu à ellu..

  • Analysis
    • Pudemu dì chì Ghjesù hè "Signore di Tutti" perchè Diu hà messu tutte e cose sottumette sottu à i so pedi.
    • Diu hè eccettu chì hà messu tutte e cose sottu à ellu. (u versu 27 dice esplicitamente questu) 
    • U significatu cuntestuale hè chì Ghjesù hè u Signore di tutte e cose eccettu u Diu chì hà sottumessu tutte e cose à ellu.

Atti 2: 34-36 (ESV), Diu l'hà fattu à tempu Signore è Cristu

34 Perchè David ùn hè micca cullatu in u celu, ma ellu stessu dice: "'U Signore hà dettu à u mo Signore: «Posa à a mo diritta, 35 finu à ch'e fessi i to nemichi u to banchittinu. 36 Chì tutta a casa d'Israele sappia dunque cun certezza chì Diu l'hà fattu à tempu Signore è Cristu, questu Ghjesù chì avete crucifissu. "

  • Analysis
    • U Messia hè u Signore di David
    • U Signore Diu l'hà fattu Signore è Cristu (Messia)
    • U Signore Diu hè u Signore di Ghjesù

Filippini 2: 8-11, Diu l'hà altamente esaltatu è li hà datu u nome chì hè sopra ogni nome.

8 È essendu truvatu in forma umana, si hà umiliatu diventendu ubbidiente finu à a morte, ancu a morte nantu à una croce9 Dunque Diu l'hà altamente esaltatu è hà datu à ellu u nome chì hè sopra ogni nome10 cusì chì à nome di Ghjesù ogni ghjinochju deve inchinassi, in u celu è in a terra è sottu à a terra, 11 e ogni lingua confessa chì Ghjesù Cristu hè Signore, per a gloria di Diu u Babbu.

  • Analysis
    • Diu l'hà esaltatu (Ghjesù) è li hà datu u nome chì hè sopra ogni nome
    • Quelli chì devenu inchinassi à ellu sò generalizati cum'è quelli "in u celu è in a terra è sottu a terra"
    • Ogni lingua deve cunfessà chì Ghjesù Cristu hè Signore (Ghjesù hè Signore Messia) per a gloria di Diu (u Babbu)
    • Diu (quellu chì l'hà esaltatu) hè esentatu da quelli chì devenu inchinassi à Ghjesù

Versi addiziunali chì chiariscenu l'eccezione sò i seguenti

Atti 5: 30-31, Diu hà esaltatu Ghjesù à a so manu diritta cum'è Capimachja è Salvatore

30 U Diu di i nostri babbi hà risuscitatu à Ghjesù, chì tù avete tombu appiccicatu à un arburu. 31 Diu l'hà esaltatu à a so manu diritta cum'è Capimachja è Salvatore, per dà u pentimentu à Israele è u pirdunu di i peccati.

1 Curinzi 11: 3, U capu di Cristu hè Diu

3 Ma vogliu chì capisca què u capu di ogni omu hè Cristu, u capu di una moglia hè u so maritu, è u capu di Cristu hè Diu.

Rè di i rè è Signore di i signori

Ddiu chì "stà in una luce inapproachable" è chì "nimu hà mai vistu o pò vede" hè chjamatu "l'unicu Sovranu, i Rè di i rè è u Signore di i signori" in 1 Tim 1: 15-16. In Revelazione 14:14 è Revelazione 19:14, Ghjesù (l'Agnellu) hè ancu chjamatu Rè di i rè è Signore di i signori. Cum'è l'avemu vistu in a sezzione precedente Ghjesù essendu "Signore di tutti" hà l'eccezzione di Diu chì l'hà fattu signore. Altrettantu hè u casu chì Diu è Ghjesù ponu esse chjamati "Rè di i rè è signore di i Signori" postu chì sta generalizazione s'applica à Diu è à Ghjesù. Tuttavia in u casu di Ghjesù, Diu resta l'eccezione (1 Cor 15:27). Avemu vistu in Revelazione 12: 10-10 chì, "u regnu di u nostru Diu l'autorità di u so Cristu sò ghjunti. Videmu in questu passaghju chì Cristu hè distinatu da Diu è chì l'autorità chì Cristu (Messia) ùn esistia micca sempre.

Saria una falacia silugistica (d'accidentu) di cunghjucà l'identità persunale è l'ontologia di Ghjesù cun Diu perchè a terminologia hè aduprata per Diu in un sensu assolutu ma si applica ancu à Ghjesù in un sensu chì hè leggermente limitatu (cun ​​Diu essendu u eccezzioni). In a Bibbia, u "rè di i rè" hè ancu usatu per quelli dirigenti preeminenti nantu à a terra cumprese Artaxerxes in Ezra 7:12, è Nebuchadnezzar u rè di Babilonia in Ezekiel 26: 7 è Darnel 2:37.

1 Timuteu 6: 15-16 (ESV), solu Sovranu, u rè di i rè è u Signore di i signori

15 ch'ellu mustrerà à u mumentu propiu-quellu chì hè u benedettu è solu Sovranu, u Rè di i rè è Signore di i signori, 16 chì solu hà l'immortalità, chì stà in una luce inaccessibile, chì nimu hà mai vistu o ùn pò vede. Per ellu sia l'onore è u duminiu eternu. Amen.

Revelazione 12: 10-11 (ESV), u regnu di u nostru Diu è l'autorità di u so Cristu sò ghjunti

10 È aghju intesu una voce alta in u celu, dicendu: "Avà a salvezza è a putenza è u regnu di u nostru Diu è l'autorità di u so Cristu sò ghjunti, perchè l'accusatore di i nostri fratelli hè statu cacciatu, chì l'accusa ghjornu è notte davanti à u nostru Diu. 11 È l'anu cunquistatu da u sangue di l'Agnellu è per via di a parolla di a so testimunianza, perchè ùn anu amatu a so vita ancu finu à a morte.

Revelazione 17:14 (ESV), l'Agnellu, hè Signore di i signori è Rè di i rè

14 Faranu a guerra à l'Agnellu, è à u Agnellu li cunquistarà, perchè hè Signore di i signori è Rè di i rè, è quelli chì sò cun ellu sò chjamati, scelti è fideli ".

  • Analysis
    • Cristu si distingue da Diu in Rev 12:10
    • Cristu hè l'agnellu Rev 12:11
    • L'Agnellu si distingue da Diu
    • L'Agnellu di Diu hè u "Signore di i signori è Rè di i rè" eccettu Diu

Revelazione 19:16 (ESV), Un nome scrittu, Rè di i rè è Signore di i signori

16 Nantu à u so vistitu è ​​nantu à a so coscia hà un nome scrittu, Rè di i rè è Signore di i signori.

Ezra 7:12 (ESV), Artaxerxes, rè di i rè

12 "Artaxerxes, rè di i rè, à Ezra u prete, u scrivanu di a Lege di u Diu di u celu. Pace.

Ezekiel 26: 7 (ESV), Nabucodonosor, rè di Babilonia, rè di i rè

7 "Perchè cusì dice u Signore Diu: Eccu, faraghju vene da Tiru da u nordu à Tiru Nabucodonosor, rè di Babilonia, rè di i rè, cù cavalli è carri, è cù cavalieri è una mansa di parechji suldati.

Daniel 2:37 (ESV), i rè di i rè, à quale u Diu di u celu hà datu u regnu

37 Tù, o rè, u rè di i rè, à quale u Diu di u celu hà datu u regnu, a putenza, a putenza è a gloria,

U Signore hà dettu à u mo Signore: Salmi 110

Salmi 110: 1 "hè citatu in parechji lochi in u Novu Testamentu cumpresi Matteu 22:44, Marcu 12:36, Luca 20:42, Atti 2:34 è Ebrei 1:13. Sta frasa chì u "SIGNORE dice à u mo Signore" pare designà ci sò dui Signori è alcuni pò presumere chì questu hè una prova chì Ghjesù hè Diu. Tuttavia, i Salmi 110 appartenenu à ciò chì YHWH dice à u Messia umanu.

Salmi 110: 1-4 (ESV), u Signore dice à u mo Signore

1 U Signore dice à u mo Signore: "Pòviu à a mo diritta, finu à ch'e fessi i to nemichi u to banchittinu. " 2 U Signore manda da Sion u to putente scettru. Regule à mezu à i vostri nemichi! 3 U to pòpulu si offrirà liberamente u ghjornu di a to putenza, in vestiti santi; da u senu di a matina, a rugiada di a to ghjuventù serà a toia. 4 U Signore hà ghjuratu è ùn hà da cambià idea: "Site un prete per sempre dopu l'ordine di Melchisedec".

Salmi 110: 1-4 (LSV), YHWH à u mo Signore

Una dichjarazione di YHWH à u mo Signore: "Posa à a Mia manu diritta, || Finu à chì ùn fessi i Vostri nemichi u Vostru pede. " YHWH manda u bastone di a Tua forza da Sion, || Regule à mezu à i Vostri nemichi. U to pòpulu [hè] rigali di vuluntà in u ghjornu di a Tua forza, in l'onori di a santità, || Da l'utru, da a matina, || Avete a rugiada di a vostra ghjuventù. YHWH hà ghjuratu, è ùn cede micca: "Site [un] prete per tutti i tempi, || Sicondu l'ordine di Melchisedek. "

Traduzzione à a parolla Signore

In e nostre Bibbie Inglese, a stessa parolla "signore" traduce parechje parolle ebraiche distinte. Una "cunvenzione di i traduttori" longa stabilita utilizeghja diverse cumbinazioni di lettere maiuscule è minuscule ("SIGNORE", "Signore" è "signore") per distingue trà e parolle ebraiche originali. Quandu vedemu "Signore" scrittu cù una lettera maiuscula "L", quelli di noi chì ùn leghjenu micca l'ebreu si basanu nantu à a cunvenzione stabilita chì si tratta, u più spessu, di una traduzzione di "Adonai". U prublema hè chì in questu versu a parolla ebraica originale ùn hè micca "adonai" ma piuttostu "adoni", in l'ebreu ci hè una differenza in e parolle tradotte "SIGNORE è SIGNORE" in questi dui casi. Young Concordance elenca undici paroli ebrei chì sò tradutti "signore". I quattru chì ci cuncernanu quì sò i seguenti:

YHWH

(Yahweh o Jehovah) Questa parolla hè u primu "SIGNORE" in Salmu 110: 1. Hè u Nome Divinu cunsideratu cusì sacru da i Ghjudei chì ùn hè mai prununziatu. Invece quandu si leghje da e Scritture sustituiscenu a parolla "Adonai". A cunvenzione accettata hè chì in e traduzioni in inglese apparisce sempre sia cum'è SIGNORE, sia da DIO (tutti maiuscoli) permettendu cusì di ricunnosce chì a parolla originale hè "Yahweh".

ADON

Sta parolla hè furmata da e cunsunale ebree Aleph, Dalet, Nun. Appare spessu in sta forma (senza alcunu suffissu). A parte da circa 30 occasioni induve si riferisce à u Signore Divinu, tutte e altre occurrenze si riferenu à i signori umani.

ADONAI

In a so forma principale, si riferisce sempre à Diu, è nimu altru. A "cunvenzione di i traduttori" accettata hè chì in questa forma, apparisce sempre in inglese cum'è "Lord" (cun ​​maiuscule "L")

ADONI

Questu hè furmatu aghjustendu u suffissu "i" à "adon". Cù questu suffissu significa "u mo signore."(Hè ancu qualchì volta traduttu cum'è" maestru ".) Apparisce 195 volte, è hè adupratu guasi interamente di signori umani (ma à l'occasione di angeli). Quandu si traduce "signore", appare sempre cun minuscule "l" (eccettu per quella volta in Salmu 110: 1) Una lista pdf di e 195 occorrenze di adoni in 163 versi hè quì: https://focusonthekingdom.org/adoni.pdf?x49874

A vera parolla ebraica aduprata per "Signore" in riferimentu à Ghjesù, "U Signore hà dettu à u mo Signore»Hè ADONI. Sta parolla si riferisce à i signori umani. Parla di l'UMANITÀ di Ghjesù - micca di Divinità. In u grecu a parolla kyrios hè adupratu in i dui casi. Kyrios, traduttu "signore" hè un termine genericu chì significa maestru è ùn hè micca un termine adupratu solu per Diu. Sapemu chì ci sò assai cosi chjamati "signori" ma in termini di a nostra fede Ghjesù hè u Signore unicu per mezu di u quale ricevimu a salvezza essendu pruvista da l'unicu Diu è Babbu - da quale sò tutte e cose è per quale esistemu (1 Cor 8) : 5-6).

In u cuntestu di Salmi 110: 1-4, vedemu chì u Signore (adoni) hè fattu prete per sempre dopu l'ordine di Melchisedek. Questu hè ancu un indiziu impurtante. I sommi sacrificadori sò agenti di Diu chì sò scelti da l'omi. Ebrei 5 Face una cunnessione diretta cù i Salmi 110:

Ebrei 5: 1-10 (ESV), Cristu hè statu numinatu da quellu chì li disse: "Sì un prete per sempre"

1 For ogni suvranu sacrificadore sceltu trà l'omi hè numinatu per agisce à nome di l'omi in relazione à Diu, per offre rigali è sacrifici per i peccati. 2 Pò trattà cun dulcezza cù l'ignuranti è capricciosi, postu chì ellu stessu hè assaltatu da debulezza. 3 Per via di questu hè obligatu d'offre sacrifici per i so peccati cum'è ellu per quelli di u populu. 4 È nimu si piglia st'onore per ellu stessu, ma solu quandu hè chjamatu da Diu, cum'è Aaron era. 5 Cusì dinò Cristu ùn si esalta micca per esse fattu suvranu sacrificadore, ma hè statu numinatu da quellu chì li hà dettu, "Sì u mo Figliolu, oghje ti aghju incinta"; 6 cum'è dice ancu in un altru locu, "Sì un prete per sempre, dopu l'ordine di Melchisedek. " 7 In i ghjorni di a so carne, Ghjesù offre preghiere è suppliche, cù forti gridi è lacrime, à quellu chì hà sappiutu salvallu da a morte, è fù intesu per via di a so riverenza. 8 Ancu s'ellu era un figliolu, hà amparatu ubbidienza per ciò chì hà patitu. 9 È essendu fattu perfettu, hè diventatu a fonte di a salvezza eterna per tutti quelli chì l'ubbidiscenu, 10 essendu designatu da Diu un sommu sacrificadore dopu à l'ordine di Melchisedec.

James Dunn, U Cristu è u Spìritu, Volume 1: Christology, 315-344, p. 337

Per Paulu u kyrios funzioni di titulu u più spessu cum'è un modu di distingue Cristu da u Diu unicu. Questu si vede chjaramente in a frase ripetuta "u Diu è Babbu of u nostru Signore Ghjesù Cristu "(Rum. 15: 6; 2 Cor. 1: 3, 11:31; Ef. 1: 3, 17; Col. 1: 3); ancu in 1 Cor. 8: 6, induve Cristu hè prufessiunatu cum'è un Signore à fiancu à a prufessione di Shema di u Diu unicu; è in particulare in 1 Cor. 15: 24-28, induve a signuria di Cristu in termini sia di Ps. 110: 1 è Ps. 8: 6 culmina in a so sottumissione di u Figliolu à Diu u Babbu, «chì Diu sia tuttu in tuttu. »Ancu l’innu di i Filippini deve esse mintuvatu quì; perchè in u mo giudiziu hè una espressione di Adam christology, cusì chì Phil. 2:10 hè megliu vistu cum'è una cunfessione di a signuria di Cristu cum'è (ultimu) Adamu, induve, Paul a dice chjaramente, tutta a creazione ricunnosce a signuria di Cristu "À a gloria di Diu u Babbu" (Fil 2: 11)

Chjama u nome di u Signore

A frasa "invoca u nome di u Signore" hè aduprata sia per u Signore Diu, sia per u Signore Ghjesù Cristu. Qualchidunu prova à cunghjucà u Salmu 116: 4 o Ghjuvanni 2:32 cù 1 Curintini 1: 2 per inferisce chì u Signore Ghjesù hè u Signore Diu. Tuttavia avemu dimustratu chì sò tramindui salvatori (Ghjesù hè a pruvista di Diu per a salvezza) è chì u Signore Diu hè u Signore di u nostru Signore Ghjesù. Ghjesù, u Figliolu umanu di Diu hè u solu mediatore trà Diu è l'omi (1 Tim 2: 5-6). Cristu si trova cum'è proxy per chì Diu sia u Signore chì Diu hà messu in pusizione per medià trà ellu è l'omi. Ghjesù hè u nostru sommu sacrificadore per mezu di quale avemu a riconciliazione cù Diu (Vede Ebrei 8: 1-6, Ebrei 9: 11-14, Ebrei 9: 23-28). 

Chjamà u nome di u Signore hà una implicazione diversa in l'antica allianza di quella chì face avà a nova allianza. In l'antica allianza u Signore Diu era principalmente identificatu cum'è Signore secondu u credu d'Israele, "Senti O Israele: u Signore u nostru Diu, u Signore hè unu". (Deut 6: 5) In quantu à a parolla Signore traduttu da a parolla greca kurii, hè una parolla generica per "signore" è ùn appartene micca necessariamente à u Signore (YHWH) Diu Onniputente in u Salmu 116: 4. Ciò chì accade quì hè a cunfusione di u nome specificu di u Signore Diu cù a parolla generica per signore in grecu. Di seguito hè a definizione da u lessicu BDAG per a parolla greca κύριος (traduttu signore).

κύριος, (Gk-EnLex_NT) BDAG

 U mng primariu. si riferisce à u pussessu di u putere o di l'autorità, in varii sensi: "forte, auturitariu, validu, governante"; dopu à quellu chì hè primuramente impurtante principale, essenziale

1 quellu chì hè incaricatu in virtù di u pussessu, pruprietariu

2 quellu chì hè in una pusizione di autorità, signore, maestru

Suntu

In a nova allianza Diu hà fattu Ghjesù à tempu Signore è Cristu (Atti 2:36). Cumu ci hè un mediatore trà Diu è l'omi, l'omu Ghjesù Cristu (1 Tim 2: 5-6). Hè quellu chì Diu hà esaltatu à a so manu diritta cum'è capu è salvatore (Atti 5:31). Dentru stu novu paradigma, ancu s'ellu ci sò parechji chjamati "dei" è parechji cusì chjamati "signori", per noi ci hè un Diu, u Babbu, è un Signore, Ghjesù Cristu (1 Cor 8: 5-6). In a categuria di "dei" - ci hè un Diu u Babbu. In a categuria di "signori" - ci hè un Signore, Ghjesù Cristu. Ancu se Diu u Babbu ferma u SIGNORE (YHWH) sopra tuttu (in un sensu assolutu), hà fattu Ghjesù Cristu Signore cum'è quellu chì ghjudicherà u mondu in ghjustizia è regnerà in u regnu chì serà stabilitu. Vale à dì, Ghjesù hè u Messia umanu chì serà datu è un regnu eternu. Tuttavia questa autorità vene da l'unicu Diu è Patre, da quale sò tutte e cose è per quale esistemu (1 Cor 8: 5-6).

Salmi 116: 4, Chjamatu u nome di u Signore

4 Allora eiu chjamò u nome di u Signore: "O SIGNORE, pregu, liberami l'anima!"

Rumani 10: 12-13, tutti quelli chì invucanu u nome di u Signore saranu salvati

12 Perchè ùn ci hè distinzione trà Ghjudeu è Grecu; perchè u listessu Signore hè u Signore di tutti, dà e so ricchezze à tutti quelli chì u chjamanu. 13 per "tutti quelli chì invucanu u nome di u Signore saranu salvati. "

Joel 2:32, Tutti quelli chì invucanu u nome di u Signore saranu salvati

32 È ghjunghjerà à passà què tutti quelli chì invocanu u nome di u Signore saranu salvati. Perchè in u monte Sion è in Ghjerusalemme ci seranu quelli chì scappanu, cum'è u Signore hà dettu, è trà i sopravviventi ci seranu quelli chì u Signore chjama.

Atti 2: 20-21, Tutti quelli chì invucanu u nome di u Signore saranu salvati

20 u sole serà trasfurmatu in bughjura è a luna in sangue, prima chì vene u ghjornu di u Signore, u ghjornu grande è magnificu. 21 È ghjunghjerà à passà què tutti quelli chì invucanu u nome di u Signore saranu salvati.

1 Curinzi 1: 1-3, Chjama u nome di u nostru Signore Ghjesù Cristu

1 Pàulu, chjamatu da a vuluntà di Diu per esse un apòstulu di Cristu Ghjesù, è u nostru fratellu Sostene, 2 À a chjesa di Diu chì hè in Corintu, à quelli santificati in Cristu Ghjesù, chjamati per esse santi cun tutti quelli chì in ogni locu invoca u nome di u nostru Signore Ghjesù Cristu, sia u so Signore, sia u nostru: 3 Grazia à voi è pace da Diu, u nostru Babbu è da u Signore Ghjesù Cristu.

Atti 2:36, Diu l'hà fattu Signore è Cristu 

36 Chì tutta a casa d'Israele sappia dunque di sicuru chì Diu l'hà fattu à tempu Signore è Cristu, questu Ghjesù chì tù avete crucifissatu. "

1 Curinzi 8: 5-6, Per noi ci hè un Diu, u Babbu, è un Signore, Ghjesù Cristu

5 Perchè ancu s'ellu ci pò esse cusì chjamati dei in u celu o in a terra-cum'è in effetti ci sò parechji "dii" è parechji "signori" - 6 added per noi ci hè un Diu, u Patre, da quale sò tutte e cose è per quale esistemu, è un Signore, Ghjesù Cristu, per mezu di quale sò tutte e cose è per mezu di quale esistemu.

1 Timuteu 2: 5-6, Un mediatore trà Diu è l'omi, l'omu Cristu Ghjesù

5 Perchè ci hè un Diu, è ci hè un mediatore trà Diu è l'omi, l'omu Cristu Ghjesù, 6 chì si hè datu cum'è riscattu per tutti, chì ghjè a testimunianza data à u mumentu propiu.

Sede di ghjudiziu di Diu / Cristu 

Alcuni cunfondenu Rumani 14: 9-12 è 2 Corinzi 5: 9-10 per inferisce chì u ghjudiziu di Diu hè adupratu in un esempiu è u tribunale di Cristu hè adupratu in l'altru per suggerisce chì Cristu hè Diu in a so identità ontologica. Questu un altru esempiu di una falacia ligata à a mancanza di capiscitura chì Diu hà numinatu Ghjesù per Ghjudicà u mondu in ghjustizia (Atti 17: 30-31). Ancu se Ghjesù Cristu farà u ghjudiziu propiu, Diu hè l'autorità daretu à ellu (Diu l'hà datu) cum'è dice Atti 10:42, "hè quellu chì hè statu nominatu da Diu per esse ghjudice di i vivi è di i morti". Di conseguenza hà un sensu perfettu chì a sede di u Ghjudiziu sia assuciata à tempu à Diu è à Cristu, l'unu mediatore trà Diu è l'omi (1 Tim 2: 5-6). 

Revelazione 20: 11-13 descrive u ghjudiziu di u tronu biancu. Ancu se quellu chì face u ghjudiziu ùn hè micca dichjaratu, pudemu dì da a testimunianza equilibrata di e Scritture chì hè Ghjesù Cristu (i testi grechi più precisi leghjenu "tronu" in Rev. 20:12, micca "Diu"). In u pensamentu ebbreu biblicu, ùn ci hè nisuna ragione per esse cunfusu da u cuncettu chì u tribunale di "Diu" hè u tribunale di "Cristu". U cuncettu di Agenzia hè abbastanza. Diu hè u putere daretu à u ghjudiziu, realizatu per mezu di u so agente chì hà esaltatu à a so manu destra, Ghjesù Cristu. Cusì, hè a sede di ghjudiziu di Diu perchè hà a so ultima autorità. Tuttavia, hè u tribunale di Cristu perchè face u giudiziu propiu. Ghjesù Cristu hà fattu capisce ch'ellu averà fattu u ghjudiziu propiu quandu hà dettu: "u Babbu ùn ghjudicheghja à nimu, ma hà affidatu tuttu u ghjudiziu à u Figliolu ... È li hà datu l'autorità per ghjudicà perchè hè u Figliolu di l'omu. Da solu ùn possu fà nunda; Ùn ghjudicheghju chè sentu, è u mo ghjudiziu hè ghjustu, perchè ùn cercu micca di fà piacè à mè stessu, ma à quellu chì m'hà mandatu »(Ghjuvanni 5: 22, 27, 30).

Rumani 14: 9-12 (ESV), tribunale di Diu

9 Perchè à questu fine Cristu hè mortu è hà campatu torna, per pudè esse Signore à tempu di i morti è di i vivi. 10 Perchè ghjudicate u vostru fratellu? O voi, perchè disprezzate u vostru fratellu? Perchè staremu tutti davanti à u tribunale di Diu; 11 perchè hè scrittu, "Cum'è campu, dice u Signore, ogni ghjinochju mi ​​inchinerà, è ogni lingua confesserà à Diu. " 12 Allora dunque ognunu di noi darà un contu di sè stessu à Diu.

2 Curintini 5: 9-10 (ESV), sede di ghjudiziu di Cristu

9 Dunque sì simu in casa o fora, femu u nostru scopu di fà li piacè. 10 Perchè duvemu tutti cumparisce davanti à u tribunale di Cristu, affinchì ognunu possa riceve ciò chì deve per ciò ch'ellu hà fattu in u corpu, sia bè sia male.

Atti 10:42 (ESV), Hè quellu chì hè statu numinatu da Diu per esse ghjudice

42 È ci hà urdinatu di predicà à u populu è di testimunià què hè quellu numinatu da Diu per esse ghjudice di i vivi è di i morti.

Atti 17: 30-31 (ESV), Diu ghjudicherà u mondu per un omu ch'ellu hà numinatu

30 I tempi di l'ignuranza chì Diu hà trascuratu, ma avà cumanda à tutte e persone di ogni locu di pentassi, 31 picchì hà fissatu un ghjornu chì ghjudicherà u mondu in ghjustizia da un omu ch'ellu hà numinatu; è hà datu l'assicuranza à tutti, fendu risuscità da i morti ".

Ghjuvanni 5: 25-29 (ESV), Li hà datu l'autorità per esecutà ghjudiziu - u Figliolu di l'omu

25 «In verità, in verità, a vi dicu, una ora hè ghjunta, è ghjè avà, quandu i morti senteranu a voce di u Figliolu di Diu, è quelli chì senteranu camperanu. 26 Perchè cum'è u Babbu hà a vita in ellu stessu, cusì hà datu à u Figliolu ancu a vita in sè stessu. 27 è li hà datu l'autorità per fà ghjudiziu, perchè hè u Figliolu di l'omu. 28 Ùn vi maravigliate micca di questu, perchè una ora vene quandu tutti quelli chì sò in i tombi senteranu a so voce 29 è esce, quelli chì anu fattu u bè per a risurrezzione di a vita, è quelli chì anu fattu u male per a risurrezzione di u ghjudiziu.

Revelazione 20: 11-12 (ESV), Standing before the trone (primi manoscritti)

11 Dopu aghju vistu un grande tronu biancu è quellu chì era pusatu annantu. Da a so presenza a terra è u celu si ne sò fughjiti, è nisun locu ùn hè statu trovu per elli. 12 È aghju vistu i morti, grandi è chjuchi, stendu davanti à u tronu, è i libri sò stati aperti. Dopu un altru libru hè statu apertu, chì hè u libru di a vita. È i morti eranu ghjudicati da ciò chì era scrittu in i libri, secondu ciò ch'elli avianu fattu.

Revelazione 20: 11-12 (KJV), Stand davanti à Diu (dopu manoscritti)

11 È aghju vistu un grande tronu biancu, è quellu chì era pusatu annantu à ellu, da quale faccia a terra è u celu si ne sò fughjiti; è ùn ci hè statu truvatu un locu per elli. 12 È aghju vistu i morti, chjuchi è grandi, stà davanti à Diu; è i libri sò stati aperti: è un altru libru hè statu apertu, chì hè u libru di a vita: è i morti sò stati ghjudicati per e cose chì eranu scritte in i libri, secondu e so opere.

Sò quellu chì cerca a mente è u core

Revelazione 2:23, "Sò quellu chì cerca a mente è u core, darà à ognunu di voi secondu e vostre opere", chì appartene à Ghjesù, hè spessu cunfluitu cù 1 Cronache 28: 9, "U SIGNORE cerca tutti i cori è capisce ogni pianu è penseru" o cun Ghjeremia 17:10, "Eiu u SIGNORE cercu u core è pruvà a mente, per dà à ognunu secondu e so vie, secondu u fruttu di e so azzioni". A ghjente inferisce perchè u SIGNORE (YHWH) cerca tutti i cori è Ghjesù avà face ancu chì sò unu in essenza è chì Ghjesù hè Diu in un sensu ontologicu. Mentre hè vera in l'Anticu Testamentu chì Diu era u ghjudice attivu di l'umanità, l'unicu Diu è Babbu ùn ghjudica più à nimu ma hà datu tuttu u ghjudiziu à u Figliolu. (Ghjuvanni 5:22)

Hè esplicitu in Atti 10:42, "Ghjesù hè quellu nominatu da Diu per esse ghjudice di i vivi è di i morti", è in Atti 17:32, "Diu ... hà fissatu un ghjornu chì ghjudicherà u mondu in ghjustizia da un omu ch'ellu hà numinatu; è hà datu l'assicuranza à tutti, fendu risuscità da i morti ". Questu hè perfettamente coerente cù a capiscitura unitarista biblica di 1 Tim 2: 5-6, "Ci hè un Diu, è ci hè un mediatore trà Diu è l'omi, l'omu Cristu Ghjesù, chì si hè datu cum'è riscattu per tutti". Ancu se ci sò tanti cosi chjamati 'dei' è i cosiddetti 'signori' eppuru per noi ci hè un Diu, u Babbu, da u quale sò tutte e cose è per i quali esistemu, è un Signore, Ghjesù Cristu, per quale sò tutte e cose è per mezu di quale esistemu (vale à dì, per mezu di quale avemu a salvezza). (1 Cor 8: 5-6). Diu hà fattu à Ghjesù à tempu Signore è Cristu. (Atti 2:36)

Chjaramente, Ghjesù hè statu messu in una pusizione di ghjudiziu (circà i cori) è pò fà questu perchè hè autorizatu da Diu - micca perchè hè ontologicamente Diu. I puteri di dà vita è di ghjudicà li sò dati da quellu Diu è Babbu (Ghjuvanni 5: 25-29). Hè per via ch'ellu hè u Figliolu di l'omu, chì hè statu datu l'autorità per esecutà ghjudiziu. (Ghjuvanni 5:27). Cù a putenza di u Spìritu Santu, chì Ghjesù hè statu dutatu, i cori ponu esse cercati, cum'è si dice in Rumani 8:27, "Quellu chì circà i cori sà ciò chì hè a mente di u Spìritu, perchè u Spìritu intercede per i santi secondu a vulintà di Diu. 

A prufezia messianica di Isaia 11: 1-4 hè chjara chì u Messia serà datu l'autorità per ghjudicà ma hè ancu chjaru chì ghjudicherà ghjustamente per via di esse autorizatu da u Spìritu di Diu per fà, cum'è dice, "u U Spìritu di u SIGNORE ripusarà nantu ad ellu, u Spìritu di saviezza è intelligenza, u Spìritu di cunsigliu è di putenza, u Spìritu di a cunniscenza è a paura di u SIGNORE. " (Isaia 11: 2) Ghjesù, u nostru Signore Messia, ùn ghjudicherà per ciò chì i so ochji vedenu, o ùn decide decisioni per ciò chì e so orecchie sentenu, ma cun ghjustizia, da u Spìritu di u SIGNORE (YHWH), ghjudicherà. (Isa 11: 3-4) 

Revelazione 2:23 (ESV), sò quellu chì cerca a mente è u core

3 e faraghju morti i so figlioli. È tutte e chjese a saperanu Sò quellu chì cerca mente è core, è daraghju à ognunu di voi secondu e vostre opere.

1 Cronachi 28: 9 (ESV), u Signore cerca tutti i cori è capisce ogni pensamentu

9 "È voi, Salomone u mo figliolu, cunnosce u Diu di u to babbu è servi lu cun un core sanu è cun una mente disposta, perchè u SIGNORE cerca tutti i cori è capisce ogni pianu è pensamentu.

Ghjeremia 17:10 (ESV), eiu u SIGNORE cercu u core è pruvà a mente

10 "Eiu u SIGNORE cercu u core è pruvà a mente, per dà à ognunu secondu e so vie, secondu u fruttu di e so azzioni."

Ghjuvanni 5: 19-22 (ESV), Tu Babbu ùn ghjudicheghja à nimu, ma hà datu tuttu u ghjudiziu à u Figliolu

19 Ghjesù li disse: "In verità, a vi dicu in verità, u Figliolu ùn pò fà nunda per ellu stessu, ma solu ciò chì vede u Patre fà. Perchè tuttu ciò chì face u Patre, ciò chì u Figliolu face listessa. 20 Perchè u Babbu ama u Figliolu è li mostra tuttu ciò ch'ellu face ellu stessu. È li mostrerà opere più grande di queste, affinchì vi maravigliate. 21 Perchè cum'è u Patre risuscita i morti è li dà vita, cusì ancu u Figliolu dà vita à quellu chì vole. 22 Perchè u Babbu ùn ghjudicheghja à nimu, ma hà datu tuttu u ghjudiziu à u Figliolu

Atti 10:42 (ESV), Hè quellu chì hè statu numinatu da Diu per esse ghjudice

42 È ci hà urdinatu di predicà à u populu è di testimunià ch'ellu hè quellu chì hè statu numinatu da Diu per esse ghjudice di i vivi è di i morti.

Atti 17: 30-31 (ESV), HGhjudicherà u mondu in ghjustizia da un omu ch'ellu hà numinatu

30 I tempi di l'ignuranza chì Diu hà trascuratu, ma avà cumanda à tutte e persone di ogni locu di pentassi, 31 picchì hà fissatu un ghjornu chì ghjudicherà u mondu in ghjustizia da un omu ch'ellu hà numinatu; è hà datu l'assicuranza à tutti, fendu risuscità da i morti ".

1 Timuteu 2: 5-6 (ESV), Teccu un mediatore trà Diu è l'omi, l'omu Cristu Ghjesù

5 Perchè ci hè un Diu, è ci hè un mediatore trà Diu è l'omi, l'omu Cristu Ghjesù, 6 chì si hè datu cum'è riscattu per tutti, chì ghjè a testimunianza data à u mumentu propiu.

1 Curintini 8: 5-6 (ESV), Ci hè un Diu, u Babbu, è un Signore, Ghjesù Cristu

5 Perchè ancu s'ellu ci pò esse cusì chjamati dei in u celu o in a terra-cum'è in effetti ci sò parechji "dii" è parechji "signori" - 6 added per noi ci hè un Diu, u Patre, da quale sò tutte e cose è per quale esistemu, è un Signore, Ghjesù Cristu, per mezu di quale sò tutte e cose è per mezu di quale esistemu.

Atti 2:36 (ESV), Diu l'hà fattu à tempu Signore è Cristu

36 Chì tutta a casa d'Israele sappia dunque cun certezza chì Diu l'hà fattu à tempu Signore è Cristu, questu Ghjesù chì avete crucifissu ".

Ghjuvanni 5: 25-29 (ESV), Li hà datu l'autorità per fà ghjudiziu, perchè hè u Figliolu di l'omu

25 «In verità, in verità, a vi dicu, una ora hè ghjunta, è ghjè avà, quandu i morti senteranu a voce di u Figliolu di Diu, è quelli chì senteranu camperanu. 26 Perchè cum'è u Babbu hà a vita in ellu stessu, cusì hà datu à u Figliolu ancu a vita in ellu stessu. 27 È li hà datu l'autorità per fà ghjudiziu, perchè hè u Figliolu di l'omu. 28 Ùn vi maravigliate micca di questu, perchè una ora vene quandu tutti quelli chì sò in i tombi senteranu a so voce 29 è esce, quelli chì anu fattu u bè per a risurrezzione di a vita, e quelli chì anu fattu u male per a risurrezzione di u ghjudiziu.

Rumani 8: 26-27 (ESV), Quellu chì cerca i cori sà ciò chì hè a mente di u Spìritu

26 In listessu modu u Spìritu ci aiuta in a nostra debulezza. Perchè ùn sapemu micca per chì pregà cum'è duvemu, ma u Spìritu stessu intercede per noi cun gemiti troppu profondi per e parolle. 27 È quellu chì cerca i cori sà ciò chì hè a mente di u Spìritu, perchè u Spìritu intercede per i santi secondu a vulintà di Diu..

Isaia 11: 1-4 (ESV), U Spìritu di u Signore ripusarà nantu ad ellu

1 Ci sorterà un colpu da u ceppu di Ghjesse,
è un ramu da e so radiche darà fruttu.
2 è u Spìritu di u Signore ripusarà nantu ad ellu,
u Spìritu di saviezza è intelligenza,
u Spìritu di cunsigliu è di putenza,
u Spìritu di a cunniscenza è a paura di u Signore.
3 È u so piacè serà in a paura di u Signore.
Ùn ghjudicherà micca secondu ciò chì vedenu i so ochji,
o decide disputi per ciò chì sentenu e so orecchie,
4 ma cun ghjustizia ghjudicherà i poveri,
è decide cù equità per i mansu di a terra;

Ogni ghjinochju si inchinerà è ogni lingua confesserà

Certi dicenu chì inchinassi è cunfessassi cum'è Signore hè qualcosa chì hè esclusivu di Diu è cusì Ghjesù hè Diu per inferenza. Questu hè basatu annantu à alcuni passaggi chì indicanu inchinassi è cunfessendu Diu cun altri chì indicanu inchinassi è cunfessendu à Ghjesù Cristu (Messia). U prublema cù stu ragiunamentu cum'è chì ogni ghjinochju si inchinerà è ogni lingua cunfessendu una persona cum'è Signore ùn s'applica micca solu à Diu, ma pò ancu applicà à u riprisentante di Diu chì hè à a diritta di Diu.

Diu hà esaltatu à Ghjesù è l'hà fattu capimachja è salvatore (Atti 5:31). Avemu lettu in Filippini 2: 8-11, chì per via di Ghjesù chì era ubbidiente finu à a morte, chì Diu l'hà altamente esaltatu è li hà datu u nome chì hè sopra ogni nome (autorità sopra ogni autorità). Avemu lettu in Ghjuvanni 3:35, "U Patre ama u Figliolu è hà datu tutte e cose in manu" è in Ghjuvanni 5: 22-23, "u Patre ùn ghjudicheghja à nimu, ma hà datu tuttu u ghjudiziu à u Figliolu, chì tuttu puderebbenu onurà u Figliolu, cum'è elli rispettanu u Patre ". Eppuru Ghjesù hà clarificatu ch'ellu ùn hè micca Diu quandu hà dettu: "Se mi glorificu, a mo gloria ùn hè nunda. Hè u mo Babbu chì mi glurifica, di quale dite: "Ghjè u nostru Diu" "(Ghjuvanni 8:54)

A Rivelazione fornisce dettagli impurtanti nantu à cume Ghjesù hè identificatu è u cuntestu induve ellu hè lodatu è onuratu. Primu Ghjesù hè identificatu in l'introduzione (Revelazione 1: 5-6) cum'è "u testimone fidu, u primu natu di i morti, è u guvernatore di i rè nantu à a terra". è dopu in u versu 6 cum'è "quellu chì ci ama è ci hà liberatu da i nostri peccati per u so sangue è ci hà fattu un regnu, preti di u so Diu è di u Babbu". Questa hè una identificazione di Ghjesù cum'è Messia esaltatu chì hè un servitore di Diu. Questu hè ancu affirmatu in Revelazione 5: 6-14, induve in u versu 9-10, l'Agnellu hè trattatu in un cantu da, "site statu uccisu, è da u vostru sangue avete riscattatu a ghjente per Diu ... l'avete fattu un regnu è sacerdoti à u nostru Diu, è rigneranu nantu à a terra ". Notate chì l'agnellu ùn hè micca trattatu cum'è Diu. In seguitu in u versu 13, tutte e creature dicenu "À quellu chì si trova nantu à u tronu è à l'Agnellu sia benedizzione è onore è gloria è putenza per i seculi di i seculi!" In questu cuntestu, Diu chì si trova nantu à u tronu si distingue da l'Agnellu eppuru i dui sò onurati è lodati. Questu currisponde à a proclamazione di esse un Diu, u Patre, è un Signore, Ghjesù Cristu (1 Cor 8: 5-6).

Isaia 45: 22-23 (ESV), "Per mè ogni ghjinochju si inchinerà, è ogni lingua ghjurà lealtà"

22 «Vultate versu mè è salvate, tutte e cunfine di a terra! Perchè sò Diu, è ùn ci n'hè altru. 23 Da solu aghju ghjuratu; da a mo bocca hè surtita in ghjustizia una parolla chì ùn turnerà più:Per mè ogni ghjinochju si inchinerà, ogni lingua ghjurà fideltà.

Rumani 14:11 (ESV), Ogni ghjinochju si inchinerà è ogni lingua confesserà à Diu

11 perchè hè scrittu, "Cum'è campu, dice u Signore, ogni ghjinochju mi ​​inchinerà, è ogni lingua confesserà à Diu. "

Filippini 2: 8-11 (ESV), Ogni ghjinochju deve inchinassi è ogni lingua cunfessa chì Ghjesù Cristu hè u Signore

8 È essendu truvatu in forma umana, si hà umiliatu diventendu ubbidiente finu à a morte, ancu a morte nantu à una croce. 9 Dunque Diu l'hà altamente esaltatu è hà datu à ellu u nome chì hè sopra ogni nome, 10 cusì chì à nome di Ghjesù ogni ghjinochju deve inchinassi, in u celu è in a terra è sottu a terra, 11 è ogni lingua confessa chì Ghjesù Cristu hè Signore, à a gloria di Diu u Babbu.

Ghjuvanni 3: 35-36 (ESV), U Babbu hà datu tutte e cose in manu

35 U Patre ama u Figliolu è hà datu tutte e cose in manu. 36 Quellu chì crede in u Figliolu hà a vita eterna; quellu chì ùn face micca ubbidì u Figliolu ùn viderà micca a vita, ma l'ira di Diu ferma nantu ad ellu.

Ghjuvanni 5: 22-23 (ESV), u Babbu hà datu tuttu u ghjudiziu à u Figliolu

22 di l ' Babbu ùn ghjudicheghja à nimu, ma hà datu tuttu u ghjudiziu à u Figliolu, 23 affinchì tutti pudessinu onurà u Figliolu, cum'è elli rispettanu u Patre.

Quellu chì ùn onora micca u Figliolu ùn onora micca u Babbu chì l'ha mandatu.

Ghjuvanni 8:54 (ESV), Se mi glorificu, a mo gloria ùn hè nunda

54 Ghjesù rispose:Se mi glorificu, a mo gloria ùn hè nunda. Hè u mo Babbu chì mi glurifica, di quale dite: 'Ghjè u nostru Diu.

Ghjuvanni 15:10 (ESV), Mantene i mo cumandamenti cum'è aghju tinutu i cumandamenti di u Babbu

10 Se tenete i mo cumandamenti, rimarrete in u mo amore, cum'è aghju guardatu i cumandamenti di u Babbu è stà in u so amore.

Atti 5: 30-31 (ESV), Diu hà esaltatu Ghjesù à a so manu diritta cum'è capu è salvatore

30 U Diu di i nostri babbi hà risuscitatu à Ghjesù, chì avete tombu appiccicatu à un arburu. 31 Diu l'hà esaltatu à a so manu diritta cum'è Capimachja è Salvatore, per dà u pentimentu à Israele è u pirdunu di i peccati.

Revelazione 1: 5-6 (ESV), Ghjesù Cristu, u guvernatore di i rè nantu à a terra

5 è da Ghjesù Cristu u testimone fidu, u primu natu di i morti, è u suvranu di i rè in terra. À quellu chì ci ama è chì ci hà liberatu da i nostri peccati cù u so sangue 6 è ci hà fattu un regnu, preti di u so Diu è di u Babbu, per ellu sia gloria è duminazione per i seculi di sempre. Amen.

Revelazione 5: 6-14 (ESV), À quellu chì si trova nantu à u tronu è à l'Agnellu

6 è trà u tronu è i quattru criaturi viventi è trà l'anziani aghju vistu un Agnellu chì stava, cum'è s'ellu era statu uccisu, cù sette corne è cù sette ochji, chì sò i sette spiriti di Diu mandati in tutta a terra. 7 È andò, pigliò u rotulu da a diritta di quellu chì era pusatu nantu à u tronu. 8 È quandu avia pigliatu u rotulu, i quattru criaturi viventi è i vintiquattru anziani casconu davanti à l'Agnellu, ognunu cù una arpa, è ciotole d'oru piene d'incensu, chì sò e preghere di i santi. 9 E cantonu una nova canzone, dicendu: "Vale a pena di piglià u rotulu è d'apre i so sigilli, perchè site statu uccisu, è da u vostru sangue avete riscattatu a ghjente per Diu da ogni tribù è lingua è populu è nazione, 10 è l'avete fattu un regnu è sacerdoti per u nostru Diu, è rigneranu nantu à a terra ".
11 Allora aghju guardatu, è aghju intesu intornu à u tronu è e creature viventi è l'anziani a voce di parechji angeli, numerendu miriade di miriadi è migliaia di migliaia, 12 dicendu à voce alta:Dignu hè l'Agnellu chì hè statu tombu, per riceve u putere è a ricchezza è a saviezza è a putenza è onore è gloria è benedizzione! "
13 È aghju intesu ogni criatura in u celu è in a terra, sottu à a terra è in u mare, è tuttu ciò chì hè in elli, dicendu:À quellu chì stà nantu à u tronu è à l'Agnellu esse benedizzione è onore è gloria è putenza per sempre è sempre! " 14 E i quattru criaturi viventi anu dettu: "Amen!" è l'anziani casconu è aduravanu.

1 Curintini 8: 5-6 (ESV), Ci hè un Diu, u Babbu, è un Signore, Ghjesù Cristu

5 Perchè ancu s'ellu ci pò esse cusì chjamati dei in u celu o in a terra-cum'è in effetti ci sò parechji "dii" è parechji "signori" - 6 added per noi ci hè un Diu, u Patre, da quale sò tutte e cose è per quale esistemu, è un Signore, Ghjesù Cristu, per mezu di quale sò tutte e cose è per mezu di quale esistemu.

  • "Per mezu di quale esistemu" = per mezu di quale ricivimu a salvezza è una lascita in u regnu di Diu

Signore Diu - l'Onniputente, Revelazione 1: 8

Quandu Ghjuvanni parla una benedizzione "Grazia à voi è pace" di Revelazione 1: 4-8, invoca trè partiti cumprese (1) da quellu chì hè è quale hè è quale hè da vene, (2) da i sette spiriti chì sò davanti à u so tronu, è (3) da Ghjesù Cristu u testimone fidu. "Quellu chì hè è quale era è chì vene" in u versu 4 si distingue da Ghjesù u testimone fidu di i versi 5-7. Cumu si mostra in u schema quì sottu, i versi 5-7 s'applicanu à Ghjesù mentre chì u versu 4 è u versu 8 s'applicanu à quellu chì hè è quale era è quale hà da vene, u Diu è u Babbu di Ghjesù. Cusì hè u Signore Diu Onniputente chì si chjama l'Alfa è l'Omega in questu cuntestu (micca Ghjesù u testimone fidu). Si deve dinù nutà chì Ghjesù ci hà fattu "preti di u so Diu è di u Babbu" è chì u so Diu è Babbu hè u Signore Diu l'Onniputente.

Alfa è Omega, Rivilazione 1:11 

"Alpha è Omega, primu è ultimu" hè statu dopu aghjuntu à Revelazione 1:11. Ùn hè micca in u testu criticu chì riflette i primi manuscritti grechi. Ùn hè ancu in u testu di a Maghjurità chì raprisenta a tradizione Koine propria. Questa hè chjaramente una interpolazione chì hè stata aghjunta dopu. Per questa ragione, a maggior parte di e traduzioni muderne ùn includenu micca questu. Stu fattu hè un bellu esempiu di cume, malgradu a maledizzione di Revelazioni 22: 18-19, i libri di u Novu Testamentu sò stati currutti in vari modi per sustene un dogma "ortodossu". Vede di più à https://kjviscorrupt.com

Revelazione 1: 10-11 (ESV), senza interpolazione

10 Eru in u Spìritu u ghjornu di u Signore, è aghju intesu daretu à mè una voce forte cum'è una tromba 11 dicia, "Scrivite ciò chì vedete in un libru è mandatelu à e sette chjese, à Efese è à Smirna è à Pergamu è à Tiatira è à Sarde è à Filadelfia è à Laodicea".

Revelazione 1: 10-11 (KJV), cù interpolazione dopu

10 Eru in u Spìritu u ghjornu di u Signore, è aghju intesu daretu à mè una voce forte, cum'è di una tromba, 11 Dicendu, Sò Alpha è Omega, u primu è l'ultimu: è, Ciò chì vedi, scrivi in ​​un libru, è manda à e sette chjese chì sò in Asia; à Efesu, è à Smirna, è à Pergamos, è à Tiatira, è à Sardis, è à Filadelfia, è à Laodicea.

Prima è Ultima, Rivilazione 1:17

Spessu "u primu è l'ultimu" in Isaia 44: 6 hè cunfluitu cù Revelazione 1:17. Quessi sò quantunque dui libri sfarenti cù dui cuntesti diversi. U significatu di "primu è ultimu" hè capitu in riferimentu à u cuntestu è ùn hà micca necessariamente un significatu fissu. In Isaia 44, Diu, u SIGNORE di l'armate hè "u primu è l'ultimu" in quantu à esse l'unicu Diu. In Revelazione 1:17 Ghjesù hè "u primu è l'ultimu" in quantu à esse u vivu chì hè mortu è hè vivu per sempre, è hà e chjave di a Morte è di l'Ade. In u cuntestu hè chjaru chì Ghjesù hè "Primu è Ultimu" in u sensu chì hè a pruvista di Diu per a salvezza per tutta l'umanità da u principiu à a fine.

Questa valutazione hè cuncordante cù u fattu chì unu di i primi manoscritti grechi di u V seculu, leghje "Sò u primu-natu è l'ultimu" piuttostu ch'è "u primu è l'ultimu" (Codex Alexandrinus).

Isaia 44: 6-8 (ESV), oltre à mè ùn ci hè nè Diu

6 Cusì dice u Signore, u Rè d'Israele è u so Redentore, u SIGNORE di l'armate: "Sò u primu è sò l'ultimu; altronde mè ùn ci hè nè diu. 7 Quale hè cum'è mè? Ch'ellu a proclami. Lascialu dichjarà è mette lu davanti à mè, postu chì aghju numinatu un populu anticu. Lasciateli dichjarà ciò chì hà da vene, è ciò chì accadrà. 8 Ùn àbbia paura, nè teme ùn l'aghju micca detta d'antica è l'aghju dichjarata? È site i mo testimoni! Ci hè un Diu fora di mè? Ùn ci hè micca Rock; Ùn cunnoscu nisunu ".

Isaia 48: 12-13 (ESV), A mo manu hà postu i fundamenti di a terra

12 «State à sente mi, o Ghjacobbu, è Israele, ch'e aghju chjamatu! Sò ellu; Sò u primu, è sò l'ultimu. 13 A mo manu hà postu i fundamenti di a terra, è a mo manu diritta hà spartu u celu; quandu li chjamu, stanu inseme.

Revelazione 1: 12-18 (ESV), sò mortu, è eccu chì sò vivu per sempre è aghju e chjave di a Morte è l'Ade

12 Dopu mi vultò per vede a voce chì mi parlava, è, vultendu, aghju vistu sette lampadari d'oru, 13 è in mezu à i lampadari unu cum'è un figliolu di l'omu, vistutu cù una longa robba è cù una fascia d'oru intornu à u so pettu. 14 I peli di a so testa eranu bianchi, cum'è lana bianca, cum'è neve. I so ochji eranu cum'è una fiamma di focu, 15 i so pedi eranu cum'è u bronzu brusgiatu, raffinatu in un furnace, è a so voce era cum'è u rimore di parechje acque. 16 In a so manu diritta tenia sette stelle, da a so bocca surtia una spada acuta à dui taglioli, è u so visu era cum'è u sole chì lucia in piena forza. 17 Quandu l'aghju vistu, sò cascatu à i so pedi cum'è mortu. Ma hà messu a manu dritta nantu à mè, dicendu: "Ùn àbbia paura, Sò u primu è l'ultimu, 18 è u vivu. Sò mortu, ed eccu chì sò vivu per sempre, è aghju e chjave di a Morte è di l'Ade.

Revelazione 1: 17b-18 (Codex Alexandrinus, V seculu), "primu natu è l'ultimu"

 "Ùn àbbia paura, Sò u primu natu è l'ultimu, è u vivu. Sò mortu, ed eccu chì sò vivu per sempre, è aghju e chjave di a Morte è di l'Ade. "

"Sò u primu è l'ultimu", Commentariu REV

A frasa, "u primu è l'ultimu", hè un titulu chì hè adupratu cinque volte in a Bibbia, duie volte in Isaia di Diu (Isa 44: 6; 48:12), è trè volte in Rivelazione di u Figliolu (Rev 1 : 17; 2: 8; 22:13). I trinariani facenu qualchì volta l'ipotesi chì postu chì u listessu titulu s'applica à u Patre è à u Figliolu, duvanu esse tramindui Diu. Tuttavia, ùn ci hè nisuna giustificazione biblica nantu à chì basà quella assunzione. Quandu hè studiata tutta a Scrittura, pudemu vede chì i stessi tituli sò aduprati per Diu, Cristu è l'omi. Esempii include "Signore", "Salvatore" è "Rè di i rè". Se altri tituli valenu per Diu, Cristu è omi senza trasfurmà tutti in "un Diu", allora ùn ci hè nisuna ragione per suppone chì stu tìtulu particulare significherebbe Diu è Ghjesù eranu un Diu solu s'ellu a Scrittura ùn ci hà dettu specificamente, ciò chì face micca.

In l'Anticu Testamentu, Diu era veramente "u primu è l'ultimu". U significatu di u tìtulu ùn hè micca specificamente datu, è cusì i studiosi ne discutenu, ma pare chì una chjave per u so significatu sia data in Isaia 41: 4, in quale Diu dice chì hà chjamatu e generazioni di l'omi, è era cun u u primu di elli è hè cù l'ultimu di elli. Isaia 41: 4 dice: "Quale hè chì hà fattu questu è l'ha purtatu, chjamendu e generazioni da u principiu? Eiu, Signore - cù u primu d'elli è cù l'ultimu - Sò ellu ". Cusì, a Bibbia cunnessa a frasa "u primu è l'ultimu" cù chjamà e generazioni.

Mentre Diu era quellu chì chjamava e generazioni in l'Anticu Testamentu, avà hà datu questa autorità à u Figliolu. Cusì, hè faciule di vede perchè u Signore Ghjesù hè chjamatu "u primu è l'ultimu" in u libru di l'Apocalisse. Serà Ghjesù Cristu chì chjamerà e generazioni di persone da a tomba per entre in a vita eterna. Diu hà datu à Ghjesù l'autorità per risuscità i morti (Ghjuvanni 5: 25-27). A so voce risusciterà tutti i cristiani morti (1 Tess. 4: 16-17), è cambierà i nostri corpi in novi corpi gluriosi (Fil 3: 20-21). Tuttavia, ancu quandu Ghjesù hà dettu ch'ellu avia l'autorità per risuscità i morti, ùn hà mai dichjaratu ch'ellu avia sta autorità intrinsecamente perchè era Diu. Dicia sempre chì u Babbu li avia datu l'autorità. Mentre insignava nantu à a so autorità, Ghjesù Cristu era assai chjaru nantu à quale era l'autorità suprema: "U Figliolu ùn pò fà nunda da ellu stessu ... u Patre ... hà affidatu tuttu u ghjudiziu à u Figliolu ... Perchè cum'è u Babbu hà a vita in ellu stessu, cusì hà hà datu u Figliolu per avè a vita in ellu stessu. È li hà datu l'autorità per ghjudicà "(Ghjuvanni 5:19, 22, 26-27). Sì Ghjesù avia l'autorità per risuscità i morti perchè era in qualche modu Diu, ùn l'hà mai dettu. Ellu disse chì avia a so auturità perchè u so Babbu li hà datu. Cù l'autorità per alzà e generazioni hè ghjuntu u titulu assuciatu à l'esistenza di e generazioni, è cusì hè una ragione maiò chì dopu a so risurrezzione Ghjesù Cristu hè chjamatu "u primu è l'ultimu".

Un'altra manera chì pudemu dì chì u tittulu "primu è ultimu" ùn face micca à Ghjesù Diu hè solu u modu chì Ghjesù l'hà adupratu. Notate ciò chì dice u versu in Rivilazione: "Sò u primu è l'ultimu, è u Vivente, è eru mortu, è Eccu! Sò vivu per sempre, è aghju e chjave di a morte è di a tomba "(Rev. 1:17, 18). Patrick Navas osserva:

"Ghjesù hè quellu chì era" mortu "ma avà vive .... In dui di i trè casi induve Ghjesù si descrive cum'è "u primu è l'ultimu" in u libru di l'Apocalisse, a dichjarazione hè fatta in associu cù a so morte è a successiva risurrezzione. ... Se 'u Primu è l'ultimu' in questu casu significa, o in ultima istanza implica, 'Diu (Onnipotente), l'Eternu', in chì modu averia sensu per Ghjesù dì, in effetti, 'Sò u Diu Eternu , Sò mortu ma sò statu in vita '? Quantu stranu è quantu improbabile - per ùn esse impossibile - seria statu per Diu d'avè mortu o dettu ch'ellu era mortu? Ancu parechji trinitariani insegnanu chì "Diu", o a "natura divina / aspettu di Cristu", ùn sò micca morti, in alcun modu. ... Cusì i Trinitari anu da discute, in fine di contu, chì Ghjesù si identifica cum'è Diu chjamendusi "u Primu è l'ultimu" è, subitu dopu, cambiendu o parlendu di a so "natura umana", per via di u fattu ch'ellu hè mortu. Questu seria chjaramente un casu di "ghjucà veloce è liberu" cù l'Scrittura ". (Verità Divina o Tradizione Umana, pp. 585, 586).

U fattu chì quandu Ghjesù hà adupratu u tìtulu "u primu è l'ultimu" l'hà cunnessu cù a so morte è a risurrezzione ci mostra chì, luntanu da una pretensione di esse Diu, hà mostratu cumu, cum'è u Figliolu chì ubbidì à u so Babbu finu à a croce è a morte, Ghjesù avia avà autorità da Diu per ancu risuscità i morti. Pudemu vede què soprattuttu da quandu hà finitu Rev 1:18 dicendu ch'ellu avia e chjave di a morte è di a tomba, ciò chì averia solu sensu per ellu di dì chì u so avè quelle chjave ùn era inerente parte di a so natura. S'ellu era Diu, perchè dì chì avia e chjave di a morte è di a tomba. Benintesa Diu hà quelle chjave, ma u Figliolu umanu di Diu li averia solu se Diu u Babbu li dessi.

Gran parte di u cummentariu sopra hè presu da u Commentariu Biblicu REV (Versione Inglese Riveduta), https://www.revisedenglishversion.com/Revelation/chapter1/17, adupratu cun permessu, Spirit and Truth Fellowship International

Suntu

Ghjesù essendu "u primu è l'ultimu" hè in u sensu chì ci hè a salvezza in nimu altru è chì u so sacrifiziu hè una volta per sempre. Cum'è si dice in Ebrei 10: 12-13, "Cristu hà offertu per tutti i tempi un sacrifiziu unicu per u peccatu, perchè, cù una offerta di signale, hà perfezionatu per tutti i tempi quelli chì sò santificati". È dice in Ebrei 10:10: "Semu stati santificati per l'offerta di u corpu di Ghjesù Cristu una volta per tutte". Vidimu à Ghjesù, incurunatu di gloria è d'onore per via di a suffrenza di a morte, affinchì per grazia di Diu pudessi tastà a morte per tutti (Ebrei 2: 9). Diu, per quale è per quale esistenu tutte e cose, purtendu parechji figlioli à a gloria, deve fà u fundatore di a nostra salvezza perfettu per via di a suffrenza (Ebrei 2: 10). Perchè quellu chì santifica è quelli chì sò santificati tutti anu una sola fonte (Ebrei 2:11).

D'altronde, Diu ci hà predestinatu per esse conformi à l'imaghjini di u so Figliolu, per ch'ellu sia u primu natu trà parechji fratelli (Rumani 8:29, 1 Tes 5: 9-10). Cristu hè u primu fruttu di quelli chì s'addurmentanu (1 Cor 15: 20-22). U misteru di u scopu di Diu hè quellu chì hà dichjaratu in Cristu cum'è un pianu per a pienezza di u tempu per unisce tutte e cose in ellu (Ef 1: 9-10). U pianu piattu da seculi in Diu hè a saviezza multiplica di Diu - u scopu eternu ch'ellu hà realizatu in Cristu Ghjesù u nostru Signore (Ef 3: 9-11). Ci hè a salvezza in nimu altru, perchè ùn ci hè nisun altru nome sottu à u celu datu trà l'omi da quale duvemu esse salvati (Atti 4:12). Ellu hè quellu nominatu da Diu per esse ghjudice di i vivi è di i morti (Atti 10: 43). L'ora hè ghjunta quandu i morti senteranu a voce di u Figliolu di Diu, è quelli chì senteranu campanu (Ghjuvanni 5:26). È li hà datu l'autorità per esecutà ghjudiziu, perchè hè u Figliolu di l'omu (Ghjuvanni 5:27). Ci hè un Diu, è un mediatore trà Diu è l'omi, l'omu Cristu Ghjesù chì si hè datu cum'è riscattu per tutti (1Tim 2: 5-6). U Patre ama u Figliolu è hà datu tutte e cose in manu (Ghjuvanni 3:35).

Ebrei 2: 9-11 (ESV), puderebbe tastà a morte per tutti

9 Ma vedemu quellu chì per un pocu tempu hè statu fattu più bassu di l'angeli, à dì Ghjesù, incurunatu di gloria è d'onore per via di a suffrenza di a morte, cusì chì per grazia di Diu puderebbe tastà a morte per tutti. 10 Perchè era degnu chì ellu, per quale è per quale esistenu tutte e cose, purtendu parechji figlioli à a gloria, fessi u fundatore di a so salvezza perfettu attraversu a suffrenza. 11 Per quellu chì santifica è quelli chì sò santificati tutti anu una sola fonte.

Ebrei 10: 10-14 (ESV), attraversu l'offerta di u corpu di Ghjesù Cristu una volta per tutte - per tutti i tempi

10 È per questa vuluntà saremu stati santificati attraversu l'offerta di u corpu di Ghjesù Cristu una volta per tutte. 11 È ogni prete stà ogni ghjornu à u so serviziu, offre ripetutamente i stessi sacrifici, chì ùn ponu mai caccià i peccati. 12 Ma quandu Cristu avia offertu per tutti i tempi un sacrifiziu unicu per i peccati, si pusò à a diritta di Diu, 13 aspittendu da quellu tempu finu à chì i so nemici devenu esse fattu un pede per i so pedi. 14 Per una sola offerta hà perfezziunatu per tutti i tempi quelli chì sò santificati.

L'Alfa è l'Omega, u primu è l'ultimu, Revelazione 22:13

Parechji apologisti presumenu chì "l'Alfa è l'Omega" hè un titulu chì solu s'applica solu à u Signore Diu, l'Onniputente. Tuttavia questu hè solu un altru modu di dì "primu è ultimu" o "principiu è fine" questi termini parenu esse intercambiabili è modi di dì a listessa cosa. Questu hè evidenziatu da u fattu chì alcuni primi manoscritti anu ordini di parole diversi per Revelazione 22:13. "Alfa è Omega" s'applica à Cristu in u listessu sensu chì "Primu è Ultimu" s'applica à Cristu (vede e note dettagliate in a sezione precedente, Prima è Ultima, Rivilazione 1:17). Ùn ci hè nisuna ragione per crede chì "Alfa è Omega" s'applichi solu à Diu è cum'è altri cuncetti è tituli chì ponu applicà ancu à Cristu. Una falacia cumuna hè di presumere chì perchè un titulu o un cuncettu hè applicatu à Diu, chì si applica necessariamente solu à Diu.

Revelazione 22:13 (ESV)

13 Sò l'Alfa è l'Omega, u primu è l'ultimu, u principiu è a fine ".

 "L'Alfa è l'Omega", Cummentariu REV

Un cummentariu pupulare nantu à Revelazione (Bullinger) dice chì a frasa "hè un ebraismu, in usu cumunu trà l'antichi cumentatori ebrei per designà tuttu di tuttu da u principiu à a fine; per esempiu, 'Adam hà trasgreditu tutta a lege da Aleph à Tau' (Jalk. Rub., fol. 17.4). " Chì faria l'espressione a figura di u discorsu. I migliori menti eruditi anu cunclusu chì a frasa hà qualcosa à chì vede cù l'iniziu è a fine di qualcosa, o a tutalità di qualcosa. Norton scrive chì ste parolle, «denotanu a certa realizazione di i so scopi; chì ciò ch'ellu hà iniziatu, u purterà à a so cunsumazione "(A Statement of Reasons for Not Believing the Doctrines of Trinitarians; 1877, pp. 479, 480).

Siccomu sia Diu sia Ghjesù Cristu sò "l'Alfa è l'Omega" in i so modi rispettivi, ci hè una bona ragione per crede chì u tìtulu pò applicà à tramindui, è ùn hè micca una bona ragione per chì stu tìtulu face i dui in "un Diu" . " I tituli "Signore", "Salvatore" è "rè di rè s'applicanu à Diu è à Cristu, è ancu à l'altri omi. Cum'è cù "Signore", "Salvatore" è "Rè di i rè", stu titulu li cunvene tramindui. Diu hè veramente u principiu è a fine di tutte e cose, mentre Cristu hè u principiu è a fine perchè hè u primu natu di i morti, l'Autore è u Finitore di a fede, l'omu da quale Diu ghjudicherà u mondu, è quellu supremenu di i novi tempi à vene.

(Versione inglese rivista (REV) Cumentu di a Bibbia,  https://www.revisedenglishversion.com/Rev/1/8, adupratu cun permessu, Spiritu è ​​Verità Fellowship)

"U primu è l'ultimu"

Vede a sezione precedente in riferimentu à "prima è ultima" in Revelazione 1:17.

"Principiu è fine", Cummentariu REV

"Principiu è fine". A frasa pare duie volte: quì è Revelazione 22:13. U significatu esattu di a frasa "u principiu è a fine" ùn hè micca datu. I studiosi danu diverse spiegazioni di a frasa, ma u significatu deve esse strettamente assuciatu à i cuncetti di "Alfa è Omega" è "Primu è Ultimu" perchè sti tituli sò assuciati inseme (cp. Rev. 22:13). Avemu vistu da u studiu di u tìtulu "Alfa è Omega" chì si riferisce à l'iniziu è à a fine di qualcosa, è avemu vistu da u tìtulu "Prima è Ultima" (Rev. 1:17) chì Cristu suscitarà u generazioni di persone per a vita eterna. Hè chjaru perchè Cristu seria chjamatu "l'iniziu è a fine" in associu cù questi cuncetti. Hè u primu natu di i morti, è serà quellu chì chjamerà l'ultime persone fora di e so tombe, hè à tempu l'Autore è u Finitore di a fede, hè l'omu da quale Diu ghjudicherà u mondu è ellu hè quellu chì creerà tandu è compierà e prossime età (vede u cummentariu in Ebrei 1:10). Ùn ci hè nisuna ragione impurtante per suppone chì Ghjesù hè Diu solu per via di u titulu, "u Principiu è a Fine". Hè cumunu per e persone di statutu simile aduprà u listessu titulu.

(Versione inglese rivista (REV) Cumentu di a Bibbia,  https://www.revisedenglishversion.com/Rev/21/6, adupratu cun permessu, Spiritu è ​​Verità Fellowship)

Serà chjamatu Diu putente, babbu eternu, Isaia 9: 6

Isaia 9: 6 hè un altru testu di l'Anticu Testamentu spessu adupratu per suggerisce chì Ghjesù hè Diu per via di e cose ch'ellu serà chjamatu. Fighjendu u cuntestu hè chjaru chì u sughjettu di questu passaghju ùn hè micca Diu stessu ma u Messia. 

Isaia 9: 6-7 (ESV), Per noi nasce un zitellu, per noi un figliolu hè datu

6 Per noi un figliolu hè natu, per noi un figliolu hè datu; è u guvernu sarà nantu à a so spalla, è u so nome serà chjamatu Cunsiglieru Meravigliosu, Diu Putente, Babbu Eternu, Principe di a Pace. 7 Di l'aumentu di u so guvernu è di a pace ùn ci sarà più fine, nantu à u tronu di David è nantu à u so regnu, per stabilì lu è per difendelu cù ghjustizia è ghjustizia da questu tempu in eternu. U zelu di u Signore di l'armate farà quessa.

Isaia 9: 6-7 (Septuaginta NETS), un zitellu hè natu per noi, un figliolu ancu datu per noi

perchè un figliolu hè natu per noi, un figliolu ancu datu à noi, chì a so sovranità era nantu à e so spalle, è hè chjamatu Messageru di Gran Cunsigliu, perchè purtaraghju a pace nantu à i guvernanti, pace è salute per ellu. A so sovranità hè grande, è a so pace ùn hà micca fruntiere nantu à u tronu di Dauid è u so regnu, per falla prosperà è per difendelu cù ghjustizia è cun ghjudiziu da questu tempu in avanti è per sempre U zelu di u Signore Sabaoth farà queste cose.

"Per noi un zitellu hè natu, per noi un figliolu hè datu", Commentary REV

Isaia 9: 6 ci dà a ragione perchè, in i versi precedenti, "ùn ci serà più tristezza per quelli chì eranu in angoscia" (Isaia 9: 1), e persone chì caminavanu in a bughjura videranu una grande luce (Isaia 9: 2) a ghjente si ralegrarà (Isaia 9: 3), u ghjugliu di u so pesu è a verga di u so oppressore seranu rotte (Isaia 9: 4), i vestiti usati in guerra seranu brusgiati (Isaia 9: 5). Hè perchè u Messia venerà è guvernerà a terra in ghjustizia per sempre (Isaia 9: 6-7).

U testu ebraicu dice: "un zitellu hè natu ... un figliolu hè statu datu". In inglese diceremu: "un zitellu nascerà", perchè a nascita di Ghjesù Cristu era sempre più di 700 anni in u futuru. U testu ebraicu hè un esempiu di l'idioma ebraicu di u perfettu prufeticu, chì si verifica quandu si parla di un avvenimentu futuru cum'è s'ella era dighjà accaduta perchè assolutamente accadrà. L'idioma perfettu prufeticu era un modu di fà sapè à a ghjente chì un avvenimentu futuru ùn era micca in dubbitu, ma accaderia assolutamente.

"È u guvernu serà nantu à e so spalle", REV Commentary

Isaia 9: 6-7 hè unu di i numerosi versi di l'Anticu Testamentu chì ritrattu u Messia cum'è natu è dopu crescente per distrugge i gattivi è guvernà u mondu in ghjustizia senza dì nunda di a so morte, risurrezzione, ascensione, o Grande tribulazione è battaglia di Armageddon. Ci sò parechje Scritture in l'Anticu Testamentu chì parlanu di a venuta di Cristu è di a vendetta di Diu nantu à i gattivi cume s'elli accadessinu in listessu tempu (Is.9: 6-7; 11: 1-9; 61: 1 -3; Michea 5: 2; Zech. 9: 9-10; Mal. 3: 1-3; 4: 1-3). 

"Diu putente", Cummentariu REV

A frasa hè di solitu tradutta erroneamente cum'è "Diu putente" in a maiò parte di e Biblie inglese. In realtà, "diu putente" ùn sarebbe micca una cattiva traduzzione se a ghjente si resi contu chì in lingua ebraica a parola "diu / Diu" (Elohim; ancu El) avia una gamma assai più larga di applicazione di quella in Inglese. E persone chì cunnoscenu e lingue semitiche sanu chì un omu chì agisce cù l'autorità di Diu pò esse chjamatu "diu". Una traduzzione alternativa di Isaia 9: 6 per u lettore inglese seria "putente eroe", o "eroe divinu". Sia Martin Luther sia James Moffatt anu traduttu a frasa cum'è "eroe divinu" in e so Biblie.

Un esempiu chjaru chì mostra chì a parolla tradutta "Diu" in Isaia 9: 6 pò esse aduprata da putenti dirigenti terrestri hè Ezechiele 31:11, chì si riferisce à u rè di Babilonia. U pregiudiziu trinitariu di i traduttori di a maiò parte di e versioni in inglese si pò vede chjaramente paragunendu Isaia 9: 6, induve a parolla ebraica e hè tradutta "Diu" cun Ezechiele 31: 11, induve el hè generalmente traduttu cum'è "capu". Ch'ella sia a parolla el riferita à Diu o à un guvernatore umanu deve esse decisu da u cuntestu, è u Messia ùn hè micca Diu. Sì solu chjamendu u Messia ellu l'hà fattu Diu, allora u rè di Babilonia seria ancu Diu. Isaia parla di u Messia di Diu è u chjama un putente capu, chì di sicuru serà.

A frasa in Isaia 9: 6 chì a maiò parte di e versioni inglesi traduce cum'è "Diu putente" hè el gibbor in ebreu. Questa frasa stessa, in forma plurale, hè aduprata Ezechiele 32:21 di "eroi" è omi putenti. U NIV traduce a frase in Ezekiel cum'è "capi putenti", è u KJV è NASB a traducenu cum'è "u forte trà i putenti". A frasa ebraica, aduprata à u singulare, pò riferisce à un "capimachja putente" cum'è quandu usata à u plurale pò riferisce à parechji "capi putenti".

Isaia 9 si riferisce à u guvernatore designatu da Diu. U versu iniziale di u capitulu predice un tempu quandu "ùn ci serà più tinta per quelli chì eranu in angoscia". Tutta a guerra è a morte cesseranu, è "ogni stivali di u guerrieru tramping ... è i vestiti rotulati in sangue ... saranu carburante per u focu" (Isaia 9: 5). Cumu serà chì questu passerà? U capitulu cuntinua: "perchè per noi hè natu un zitellu" (Isaia 9: 6). U Messia avia da esse un omu untu da Diu. Cuminciava da zitellu, chì di sicuru YHWH u Diu eternu, ùn puderebbe mai esse. È chì grande guvernatore diventerà questu omu: "u guvernu serà nantu à e so spalle. È serà chjamatu Wonderful Counsellor, Mighty Hero, Babbu di l'età chì vene, Principe di a Pace ". D’altronde, «regnerà nantu à u tronu di David (Isaia 9: 7), chì ùn si puderia mai dì di Diu. Diu ùn puderebbe mai pusà nantu à u tronu di David. Ma u Messia di Diu, "u Figliolu di Davide", puderia (Matt 9:27). Cusì, un studiu di u versu in u so cuntestu palesa chì ùn si riferisce micca à Diu in un sensu ontologicu, ma à u Messia, u figliolu di David è u Figliolu di Diu.

"Diu Mighty" si riferisce à u putere è l'autorità suprema chì avarà in questu regnu chì hè stabilitu è ​​sustinutu da ellu. I rapprisentanti di Diu ponu esse chjamati "Diu" basatu annantu à u cuncettu di agenzia. U messia ùn hè micca letteralmente Diu, ma hà l'autorità divina cum'è agente sceltu da Diu per guvernà u mondu in ghjustizia.

A Septuaginta leghje "Messenger of Great Counsel" invece di "Diu putente" è "Babbu eternu"

"U Babbu Eternu", Rev Commentary

Quasi ogni Bibbia in Inglese traduce malamente Isaia 9: 6. Un bonu locu per avè pigliatu a traduzzione erronea di Isaia 9: 6 era in sta frasa, chì guasi tutte e Bibbie inglesi traducenu cum'è "Babbu Eternu", perchè Ghjesù ùn hè mai chjamatu u "Babbu Eternu" in altrò in a Scrittura. Inoltre, i trinariani ricusanu currettamente chì Ghjesù hè u "Babbu Eternu". Hè un principiu di basa di a duttrina trinitaria chì i cristiani ùn devenu "nè cunfondà e Persone nè dividerà a Sostanza" (Credu Atanasianu). Dunque, se "Babbu Eternu" hè a traduzzione curretta di u testu ebraicu, allora i cristiani trinitari anu un veru prublema. Tuttavia, "Babbu Eternu" hè una traduzzione sbagliata.

A parolla ebraica tradutta "età" (o "eterna" in a maiò parte di e Biblie), si riferisce à qualcosa chì dura un bellu pezzu o per sempre, o qualcosa chì dura per una età o età, è chì pò esse di u passatu o di u futuru. Cusì, quandu Habakkuk 3: 6 parla di e muntagne chì seranu sfracellate in un certu puntu in u futuru, sò chjamate "l'antiche muntagne" in alcune traduzioni (NAB; NET), o per iperbole, "e montagne eterne" (KJV ). Benintesa, quandu si riferisce à Diu significa eterna, è l'età chì vene hè sempre eterna, ancu se stu versu in Isaia avia solu in mente a prima fase di u futuru regnu di Cristu, allora Età o ancu "longa durata »Seria più precisu. 

Siccomu a Parolla di Diu mostra e duie età, l'età malvagia attuale è l'età Messianica à vene, una traduzzione eccellente hè chì Ghjesù serà chjamatu "babbu di l'età [chì vene]". In a cultura di a Bibbia, qualchissia chì hà iniziatu qualcosa o era assai impurtante per qualcosa era chjamatu u so "babbu". Per esempiu, perchè Jabal hè statu u primu à campà in una tenda è allevà bestiame, a Bibbia dice: "era u babbu di quelli chì campanu in tende è allevanu bestiame" (Gen. 4:20). Inoltre, perchè Jubal hè statu u primu inventore di strumenti musicali, hè chjamatu "u babbu di tutti quelli chì sunanu l'arpa è a flauta" (Gen. 4:21). E Scritture ùn utilizanu micca "babbu" in u sensu di babbu letterale o antenatu in questi versi, perchè entrambi questi omi eranu discendenti di Cainu, è tutti i so discendenti sò morti in u diluviu di Noè. U "Babbu" era adupratu in a cunniscenza culturale di quellu chì era u primu à fà qualcosa o di qualcunu chì era impurtante in qualchì modu.

U Messia serà quellu chì stabilisce l'età à vene, suscitarà i morti in questu, è guvernerà cum'è rè in questu, cusì hè ghjustamente chjamatu "u babbu di l'età chì vene". Adam Clarke, u notu ministru metodistu è autore di Clarke's Commentary, hà dettu chì ciò chì hè generalmente traduttu "Patre eternu" duveria esse "u Babbu di l'età eterna" chì hè ancu una traduzzione eccellente. U "Babbu Eternu" si riferisce à ellu chì stabilisce stu regnu (essendu u babbu fundatore) è essendu u guvernatore (patriarca) di u regnu ch'ellu difenderà.

(Versione inglese rivista (REV) Cumentu di a Bibbia, https://www.revisedenglishversion.com/Isaiah/chapter9/6, adupratu cun permessu, Spiritu è ​​Verità Fellowship)

Chjamarà u so nome Immanuel (Diu cun noi)

Alcune persone credenu chì perchè Ghjesù avia da esse chjamatu Emanuel (chì significa "Diu cun noi") ch'ellu deve dunque esse Diu incarnatu. Ùn hè micca u casu. U nome "Immanuel" significa "Diu cun noi", è era simbolicu di u fattu chì Diu seria cun u so populu per sustene e liberallu. U nome "Immanuel" si adatta bè à a doppia prufezia sia à l'epica di Isaia sia à l'epica di Ghjesù. Isaia 7:14 hè una prufezia cù dui rializazioni separati siparati da più di 700 anni. Era una prufezia nantu à una ghjovana donna à u tempu di Isaia è Acaz, è era una prufezia annantu à a nascita di Ghjesù Cristu. U testu ebraicu hà parechje parolle chì ponu avè dui significati, chì hè una ragione per chì ci sò tante traduzioni inglesi sfarenti di u versu. Benintesa chì hà un sensu quandu ci rendimu contu chì si applica à una profezia in presentu di ciò chì accade à l'epica, è hè ancu cunfundita in Matteu cum'è una prufezia futura accaduta in altri 700 anni.

Isaia 7: 13-16 (ESV)

13 Ellu disse: Senti, o casa di David! Hè troppu pocu per voi per stancu omi, chì stancu ancu u mo Diu? 14 Dunque u Signore stessu vi darà un segnu. Eccu, a vergine cuncepirà è darà un figliolu, è u chjamerà Immanuel. 15 Hà da manghjà cagliata è mele quandu ellu sà ricusà u male è sceglie u bè. 16 Perchè prima chì u zitellu sappia ricusà u male è sceglie u bè, a terra di i quali duverete teme i dui rè serà abbandunata.

Matteu 1: 22-23 (ESV)

22 Tuttu què hè accadutu per compie ciò chì u Signore avia dettu da u prufeta: 23 "Eccu, a vergine cuncepirà è darà un figliolu, è u chjameranu Emanuel»(Chì vole dì, Diu cun noi).

"Immanuel", Cummentariu REV

Unu di i nomi di Ghjesù Cristu hè "Immanuel", chì pò esse traduttu cum'è "Diu cun noi" o "Diu hè cun noi". Sapemu chì Diu era cun noi in Ghjesù Cristu, è Ghjesù stessu hà dettu chì, se unu l'avia vistu, avia vistu u Patre. I nomi sò spessu simbolichi, u significatu di u nome importa qualchì caratteristica chì Diu vole chì sapemu. Quandu Ghjesù hè chjamatu u Lione di Ghjuda, l'Agnellu, o u peg di a tenda (Zach. 10: 4), Diu importa caratteristiche di Ghjesù ch'ellu vole chì sapemu. Quandu si tratta di Emanuel, Diu vole chì sapemu chì per mezu di Ghjesù Cristu, Diu era cun noi. Micca cun noi letteralmente, ma agisce putente per mezu di u Figliolu, cum'è 2 Corinzi 5:19 indica: "Chì Diu era in Cristu, ricuncilendu u mondu cun ellu". Hè impurtante di leghje esattamente ciò chì era scrittu: Diu era in Cristu, micca Diu era Cristu.

In tempu di Acaz è Isaia, e cose parianu male per Ghjuda. Siria è Israele eranu tramindui nazioni più grandi di Ghjuda, è Ghjuda ùn averia pussutu tanta furtuna in una guerra contr'à elli. Ma Isaia hà preditu a liberazione di Ghjuda, rinfurzata da u fattu chì Diu seria cun elli per liberalli, simbulizata da a nascita di un zitellu chì seria chjamatu "Emanuel", è veramente Diu era cun Ghjuda è sò stati liberati da u nemicu. Dopu, più di 700 anni dopu, à a nascita di Cristu, u nome Immanuel era di novu simbolicu è appruvatu perchè Diu travagliava putente in Cristu per sustene è liberà u so pòpulu è fà a salvezza dispunibile per tutti, ciò chì Ghjesù hà fattu.

U Simbolisimu in i nomi pò esse vistu in tutta a Bibbia, ùn hè micca qualcosa chì hè unicu per Ghjesù Cristu. Parechje persone anu datu nomi chì causeranu grandi prublemi s'elli fussinu creduti letteralmente. Avemu da crede chì Bithiah, una figliola di Faraone, era a surella di Ghjesù perchè u so nome hè "figliola di Yahweh?" Avemu da crede chì Eliab era u veru Messia postu chì u so nome significa "U mo Diu [hè u mo] babbu?" Benintesa micca. Saria un sbagliu maiò di pretende chì u significatu di un nome prova una verità litterale. Sapemu chì u nome di Ghjesù hè assai significativu - cumunica a verità chì, cum'è Figliolu di Diu è cum'è figura di Diu, Diu hè cun noi in Ghjesù, ma u nome ùn face micca Ghjesù Diu. 

(Versione inglese rivista (REV) Cumentu di a Bibbia, https://www.revisedenglishversion.com/Matthew/chapter1/23, adupratu cun permessu, Spiritu è ​​Verità Fellowship)

Questu currisponde strettu à u cuncettu biblicu di Agenzia induve l'agenti di Diu sò cunsiderati Diu per proxy. vede di più à https://biblicalagency.com

"Virgin", Commentariu REV

Ancu se parechje versioni inglesi di a Bibbia anu "vergine" invece di "ghjovana donna", a parolla ebraica si riferisce à una ghjovana donna, sia in età matrimoniu ma micca ancu maritata (è dunque presumibilmente vergine), o una ghjovana donna chì hè maritata . Ci hè una bona prova chì in Isaia 7:14, 'almah deve esse traduttu "ghjovana donna" è micca "vergine". Unu hè chì u "segnu" di a ghjovana donna hè statu specificamente datu à Ahaz chì Israele è Siria seranu prestu scunfitti in guerra. Isaia disse: "... u Signore stessu vi darà [u rè Ahaz] un segnu. Eccu, a giuvanotta cuncepirà è darà un figliolu, è u chjamerà Immanuel ... prima chì u zitellu sappia rifiutà u male è sceglie u bè, a terra di i quali i dui rè abusate [Israele è Siria] serà abbandunata »(Isa . 7:14, 16). Quellu avvenimentu si hè fattu versu u 730 a.C., assai prima chì Cristu nascissi. L'implicazione torna hè chì u figliolu datu à u tempu di Acaz hè chjamatu Immanuel in più di Ghjesù.

(Versione inglese rivista (REV) Cumentu di a Bibbia, https://www.revisedenglishversion.com/Isaiah/chapter7/14, adupratu cun permessu, Spiritu è ​​Verità Fellowship)

Mandaraghju u mo messageru, è ellu preparerà a strada davanti à mè

Malachi 3 parla di u messageru di l'allianza chì preparava a strada per Diu, è allora u Signore ghjunghjeria di colpu à u so tempiu. Stu versu hè spessu usatu per suggerisce chì perchè u messageru "preparerà a strada davanti à mè", dice u Signore di l'armate, è postu chì Ghjuvan Battista hà preparatu a via di u Signore Ghjesù, per inferenza, Ghjesù hè u Signore Diu. Tuttavia questu hè una cunfusione in cui ci hè una malintesa di cume "preparà a via di u Signore" deve esse capitu.  

Malachi 3: 1-3 (ESV), "Mandu u mo messenger, è preparerà a strada davanti à mè"

1 "Eccu, Mandu u mo messageru, è ellu preparerà a strada davanti à mè. È u Signore chì cercate ghjunghjerà di colpu à u so tempiu; è u messageru di l'allianza in quale ti rallegri, eccu ch'ellu vene. dice l'Eternu di l'armate. 2 Ma quale pò suppurtà u ghjornu di a so venuta, è quale pò stà quandu ellu pare? Perchè hè cum'è u focu di un raffineru è cum'è u sapone di fulers. 3 Sarà cum'è un raffinatore è purificatore d'argentu, purificherà i figlioli di Levi è li raffinarà cum'è oru è argentu, è purteranu offerte in ghjustizia à u Signore.

Isaia 40: 3-6 (ESV), "In u desertu preparate a via di u Signore"

3 Una voce pienghje: "In u desertu preparate a via di u Signore; fà dirittu in u desertu una strada per u nostru Diu. 4 Ogni valle serà alzata, è tutte e muntagne è e muntagne seranu ridotte; u terrenu irregulare diventerà pianu è i lochi ruvidi una pianura. 5 È a gloria di u Signore serà palisata, è tutte e carne a vedranu inseme, chì a bocca di u Signore hà parlatu ".

Analysis

Genesi 18:19, Isaia 35:8-10, Salmi 5:8, Salmi 25:8, Salmi 27:11, Salmi 86:11, è Proverbi 12:28 sò chjave per capisce chì "a via di u Signore" hè "a Via di a Santità" è chì "a via di u Signore hè una fortezza per l'irreprenu". Dunque, "a via di u Signore" si riferisce à a via di a ghjustizia è a santità. Ghjuvanni Battista è Ghjesù eranu predicatori di santità è a santità hè a strada di u Signore! A preparazione di a via di u Signore hè a preparazione di a via di a santità chì currisponde à a predicazione di l'Evangelu di a penitenza per u pirdunu di i peccati. Sia Ghjesù è Ghjuvanni Battista eranu messaggeri di Diu è Ghjesù hà dichjaratu tali in Luca 4:16-21, Matteu 12:18, Ghjuvanni 4:34, Ghjuvanni 5:30, Ghjuvanni 7:16-18, Ghjuvanni 8:26-29. , Ghjuvanni 8:40, è Ghjuvanni 12:49-50. Apocalisse 1: 5 identifica à Ghjesù Cristu cum'è u testimone fidu (messenger).

"Caminu di u Signore" in questu cuntestu ùn indica micca chì Ghjesù Cristu (Messiah) hè u Signore Diu. U "Signore" di Isaia 40: 3 è Malachia 3: 1 appartene à YHWH (l'unicu Diu è Babbu). Eppuru, parechji apologeti dicenu chì questu versu pertene à Cristu è chì Ghjesù hè u Signore chì si parla cù l'implicazione chì hè Ghjesù hè YHWH. Tuttavia, hè sbagliatu di leghje Malachia 3: 1 o Isaia 40: 3 cum'è Ghjuvanni preparanu a strada di Ghjesù. I dui omi sò servitori di YHWH. Ghjesù ùn hè micca YHWH stessu, ma hè chjamatu u cornu di salvezza risuscitatu in a casa di David (Luca 1:69). U compitu di Ghjuvanni era di preparà a ghjente per riceve u Babbu. È questu hè statu fattu per ottene u so core ghjustu attraversu u pentimentu.

A capiscitura curretta hè cunfirmata dinò da Luke 1: 73-79 chì hè parlatu chì appartene à Ghjuvan Battista chì "serà chjamatu u prufeta di l'Altissimu; perchè andarete davanti à u Signore per preparà e so vie, per dà cunniscenza di salvezza à u so pòpulu in u perdonu di i so piccati, per via di a tenera misericordia di u nostru Diu ". Claramente, Signore in questu cuntestu hè u Diu Altìssimu. Di novu, Ghjuvanni preparava a strada per u Signore per vene à u pòpulu dicendu li di pentassi è di diventà ghjusti. In e culture antiche, un precursore hè inviatu davanti à a visita di u rè per proclamà a so imminente ghjunta. Ghjuvanni era quellu precursore, mandatu per annunzià a visita di u Signore Diu.

Quandu Ghjuvanni battezava cun un battesimu di pentimentu per purificali è raffinalli cum'è argentu, Ghjesù hè venutu ancu per esse battezzatu, è u Signore Diu Onniputente entrì di colpu in Ghjesù. Quandu Diu hà visitatu u so pòpulu, l'hà fattu pigliendu a so residenza, abitendu in u so figliolu Ghjesù, è aduprendulu cum'è tempiu mobile. Diu hà scontru e persone chì Ghjesù hà scontru. Quelli chì anu vistu à Ghjesù, u Figliolu di Diu, anu vistu ancu à Diu. Ghjesù chjamò u so corpu u tempiu di Diu. Sapete voi stessi ciò chì hè accadutu in tutta a Ghjudea, à partesi da a Galilea dopu à u battesimu chì Ghjuvanni hà proclamatu: cumu Diu hà untu à Ghjesù di Nazaretta cù u Spìritu Santu è cun putenza. Andava per fà u bè è guarì tutti quelli chì eranu oppressi da u diavulu, perchè Diu era cun ellu. (Atti 10: 37-38)

Isaia 35: 8 (ESV), a Via di a Santità

8 È una strada serà quì, è serà chjamatu u Caminu di Santità; u malignu ùn la passerà. Serà di quelli chì camminanu per a strada; ancu s'elli sò scemi, ùn devenu micca sbagliassi.

Genesi 18:19 (ESV), Per guardà a strada di u Signore, fendu a ghjustizia è a ghjustizia

19 Perchè l'aghju sceltu, per pudè cumandà i so figlioli è a so famiglia dopu à ellu per guardà a strada di u Signore fendu a ghjustizia è a ghjustizia, affinchì u Signore pò purtà à Abraham ciò ch'ellu li hà prumessu ".

Deuteronomiu 5:33 (ESV), Anderete in tuttu u caminu ... Diu vi hà urdinatu

33 Andate in tuttu u modu chì u Signore, u vostru Diu, vi hà urdinatu, per ch'è tù possi campà, è ch'ella ti vassi bè, è per pudè campà longu in u paese chì duverete pussede.

Salmi 1:6 (ESV), a via di i ghjusti

6 Perchè u Signore cunnosce a via di i ghjusti, ma a strada di i gattivi perisce.

Salmi 5:8 (ESV), fate a vostra strada dritta davanti à mè

8 Conducimi, o Signore, in a to ghjustizia per via di i mo nemici; fate a vostra strada dritta davanti à mè.

Salmi 25:8 (ESV), ellu struisce i peccatori in a strada

8 Bonu è ghjustu hè u Signore; dunque instruisce i peccatori in a strada.

Salmi 27:11 (ESV), Insegnami a to via, o Signore

11 Insegnami a to via, o Signore, è mi guidanu nantu à una strada di livellu per via di i mo nemici.

Salmi 86:11 (ESV), Insegnami a to via, o Signore

11 Insegnami a to via, o Signore, per pudè marchjà in a to verità; unisce u mo core à teme u to nome.

Pruverbii 10: 29-30 (ESV), A via di u Signore hè una roccaforte per l'imprudenti

29 A via di u Signore hè una roccaforte per l'imprudenti, ma distruzzione à i malfattori. 30 I ghjusti ùn seranu mai cacciati, ma i gattivi ùn abiteranu micca in u paese.

Pruverbii 12:28 (ESV), In u caminu di a ghjustìzia ci hè a vita

28 In u caminu di a ghjustìzia hè a vita, è in u so caminu ùn ci hè morte.

Mark 1: 1-4 (ESV), Eccu, mandu u mo messenger davanti à a to fàccia

1 U principiu di u Vangelu di Ghjesù Cristu, u Figliolu di Diu. 2 Cum'è hè scrittu in Isaia u prufeta, "Eccu, mandu u mo messageru davanti à a to fàccia, chì preparerà a to strada3 a voce di quellu chì gridava in u desertu: "Preparate a via di u Signore, rettificate e so vie, "" 4 Ghjuvanni apparsu, battizendu in u desertu è pruclamendu un battesimu di pentimentu per u perdonu di i peccati.

Luke 1: 73- 79 (ESV), È voi, o zitè, sarete chjamatu u prufeta di l'Altissimu

73 u ghjuramentu ch'ellu hà fattu à u nostru babbu Abràhamu, di cuncede ci 74 chì noi, liberati da a manu di i nostri nemichi, u pudessimu serve senza paura, 75 in santità è ghjustizia davanti ad ellu tutti i nostri ghjorni. 76 È voi, o zitè, sarete chjamatu u prufeta di l'Altissimu; perchè andarete davanti à u Signore per preparà e so vie, 77 per dà cunniscenza di salvezza à u so pòpulu in u pirdunu di i so piccati, 78 per via di a tenera misericordia di u nostru Diu, induve l'alba ci visiterà da l'altu 79 per dà luce à quelli chì si trovanu in u bughju è in l'ombra di a morte, per guidà i nostri pedi in a strada di a pace ".

Luke 3: 2-6 (ESV), "A voce di quellu chì pienghje in u desertu"

2 durante u sommu sacerdòziu di Annas è Caifassu, a parolla di Diu ghjunse à Ghjuvanni u figliolu di Zaccaria in u desertu. 3 È andò in tutta a regione intornu à u Ghjurdanu, pruclamendu un battesimu di pentimentu per u perdonu di i peccati. 4 Cum'è hè scrittu in u libru di e parolle di u prufeta Isaia,
"A voce di quellu chì pienghje in u desertu: 'Preparate a via di u Signore, fà i so chjassi dritti. 5 Ogni valle serà piena, ogni muntagna è cullina serà fatta bassa, è i tortu diventeranu dritti, è i lochi ruvidi diventeranu strade piane, 6 è tutta a carne viderà a salvezza di Diu. ""

Luke 3: 21-22 (ESV), u Spìritu Santu falò nantu ad ellu

21 Avà quandu tutte e persone sò state battezzate, è quandu Ghjesù era statu ancu battezzatu è pregava, u celu era apertu, 22 è u Spìritu Santu falò nantu ad ellu in forma corpu, cum'è una culomba; è una voce ghjunse da u celu: «Sì u mo Figliolu amatu; cun voi sò cuntentu. "

Luke 4: 16-21 (ESV), U Spìritu di u Signore hè nantu à mè, perchè m'hà untu "

16 È ghjunse in Nazaretta, duv'ellu era statu allevatu. È cum'era a so abitudine, andò à a sinagoga u ghjornu di u sàbatu, è s'arrizzò per leghje. 17 È u libru di u prufeta Isaia li fù datu. Svolse u rotulu è truvò u locu induve era scrittu, 18 "U Spìritu di u Signore hè nantu à mè, perchè m'hà untu per proclamà una bona nutizia à i poveri. Mi hà mandatu per proclamà a libertà à i prigiuneri è ripiglià a vista à i cechi, per mette in libertà quelli chì sò oppressi, 19 per proclamà l'annu di a favore di u Signore ". 20 Eppo arricciò u pergamenu, u rimesse à u servitore è si pusò. È l'ochji di tutti in a sinagoga eranu fissi nantu ad ellu. 21 E cuminciò à dilli:Oghje sta Scrittura hè stata cumpiita in a vostra audizione. "

Atti 10: 37-38 (ESV), Diu hà untu à Ghjesù di Nazaretta - Diu era cun ellu

37 sapete voi stessu ciò chì hè accadutu in tutta a Ghjudea, à partesi da a Galilea dopu à u battesimu chì Ghjuvanni hà proclamatu: 38 quantu Diu hà untu à Ghjesù di Nazaretta cù u Spìritu Santu è cun putenza. Andò per fà u bè è guarì tutti quelli chì eranu oppressi da u diavulu, perchè Diu era cun ellu.

Matteu 12:18 (ESV), Eccu u mo servitore chì aghju sceltu

18 "Eccu, u mo servitore chì aghju sceltu, u mo amatu cù quale a mo ànima hè piacevule. Puderaghju u mo Spìritu nantu ad ellu, è proclamarà ghjustizia à i pagani.

Revelazione 1: 5-6 (ESV), Ghjesù Cristu u testimone fidu

5 è da a Ghjesù Cristu u testimone fidu, u primu natu di i morti, è u guvernatore di i rè nantu à a terra. À quellu chì ci ama è chì ci hà liberatu da i nostri peccati cù u so sangue 6 è ci hà fattu un regnu, preti à u so Diu è Babbu, per ellu sia gloria è duminazione per i seculi di sempre. Amen.

Matteu 12:18 (ESV), Eccu u mo servitore chì aghju sceltu

18 "Eccu, u mo servitore chì aghju sceltu, u mo amatu cù quale a mo ànima hè piacevule. Puderaghju u mo Spìritu nantu ad ellu, è proclamarà ghjustizia à i pagani.

Ebrei 1: 8-12 in riferenza à Salmi 102: 25-28

Una lettura errata cumuna cunfonde Ebrei 1:10 cù Salmi 102: 25 in un tale modu induve Ghjesù hè inferitu per esse quellu chì "di i tempi hà postu i fundamenti di a terra", è cusì Ghjesù hè Diu creatore. Tuttavia questu hè per falsificà l'associazione di Ebrei 1: 8-9 cun Ebrei 1: 10-12. Fighjemu versi di Salmi citati in Ebrei è a citazione di Ebrei 1: 8-12.

Salmi 45: 6-7 (ESV), Diu, u to Diu, ti hà untu

6 U to tronu, o Diu, hè per sempre è sempre. U scettru di u to regnu hè un scettru di rettitudine; 7 avete amatu a ghjustizia è avete odiatu a gattivezza. Dunque Diu, u to Diu, t'ha untu cù l'oliu di gioia al di là di i to cumpagni;

Salmi 102: 25-28 (ESV), Cum'è un vestitu li arriccherete, cum'è un vestitu seranu cambiatu

25 Di i tempi antichi avete postu i fundamenti di a terra, è u celu hè u travagliu di e to mani. 26 Perisceranu, ma voi resterete; si usanu tutti cum'è un vistitu. I cambierete cum'è una vesta, è passeranu, 27 ma site listessi, è i vostri anni ùn anu fine. 28 I figlioli di i vostri servitori abiteranu in securità; a so discindenza serà stabilita davanti à voi.

Ebrei 1: 8-12 (ESV), cum'è un vestitu, li riallerete, cum'è un vestitu, seranu cambiati

8 Ma di u Figliolu [ellu dice]: "U to tronu, o Diu, hè per sempre è sempre, u scettru di a rettitudine hè u scettru di u to regnu. 9 Avete amatu a ghjustizia è avete odiatu a gattivezza; dunque Diu, u to Diu, ti hà untu cù l'oliu di gioia al di là di i to cumpagni. " 10 È: "Tù, Signore, hai messu i fundamenti di a terra à l'iniziu, è i celi sò l'opera di e to mani; 11 perisceranu, ma voi restate; si usanu tutti cum'è un vistitu, 12 Cum'è un vistitu, li riallerete, cum'è un vestitu, seranu cambiatu. Ma site listessi, è i vostri anni ùn averanu più fine ".

"O to tronu, O Diu, hè per sempre è per sempre", Commentariu REV

Ebrei 1: 8 hè una riferenza à u Salmu 45: 6 chì hà pussibilità per a traduzzione di "U vostru tronu hè di Diu", o "U vostru tronu hè un tronu di Diu "(U Cumentu di a Bibbia di l'Espositore). "U vostru tronu hè Diu per sempre" significa chì Diu hè l'autorità, u "tronu" di u rè, è u rè regna cù l'autorità di Diu. Stu rè, è per estensione u Messia, u veru rè d'Israele, hè statu graziatu è benedettu da Diu (Salmu 45: 2). In questa luce, hè appruvatu chì questu rè ricunnosce chì Diu hè a fonte di a so autorità regale, chì hè u puntu di u Salmu 45: 9. U Salmu 45 hè un salmu di matrimoniu reale per un rè Davidicu, forse ancu Salomone, è per estensione, una parte di questu si applica à u Messia. Hè chjamatu "u rè" è "Salomon" in questa voce di cummentariu per facilità di capiscenu, ma un altru rè Davidicu pò esse in mente.

U testu ebraicu di u Salmu 45: 6 hè apertu à una serie di interpretazioni è traduzioni diverse. Allen Ross scrive: "... ci sò almenu cinque interpretazioni plausibili" (Kregel Exegetical Library: A Commentary on the Psalms, Vol. 2). Viste e traduzzione pussibuli, ùn pudemu mai esse capace di dì: "Questa hè l'interpretazione unica curretta", ma pudemu dà testimonianze di ciò chì pare esse a traduzzione è l'interpretazione a più fattibile. Robert Alter, in A Bibbia Ebraica: Una Traduzzione cù Cumentu, traduce u Salmu 45: 7 cum'è "U vostru tronu di Diu hè per sempre", è scrive in u cummentariu: "Certi interpretanu l'Ebreu quì per significà:" U vostru tronu, O Diu ", Ma seria anurmale avè un indirizzu à Diu à mezu à u puema perchè tuttu u salmu hè direttu à u rè o à a so sposa."

Per capisce u Salmu 45: 6, bisogna prima amparà alcuni fatti à propositu. Per esempiu, u parlante hè u salmista, micca Diu. U salmista parla di Diu in terza persona, per esempiu, "Diu vi hà benedettu per sempre" (Sal. 45: 2), è "Diu vi hà untu" (Sal. 45: 7). Alcune persone pensanu chì Diu hè u parlante, ma u testu argumenta contru à questu. Inoltre, u salmu hè un salmu "doppia prufezia". U sughjettu di u salmu hè u rè d'Israele, sia u rè Davidicu chì regna nantu à u tronu di David (probabilmente Salomone), chì si marita è hà figlioli (vede u cummentariu di u Salmu 45: 9) è ancu u Messia, u "David più grande" chì infine erediterà u tronu per sempre. Cusì, alcuni versi in u salmu indicanu più chjaramente à u Messia mentre chì altri indicanu più chjaramente à u rè Davidicu, cum'è quelli nantu à ellu avè una regina, esse maritatu è avè figlioli. Siccomu u Salmu 45 cuntene duie prufezie (cum'è avemu vistu sopra), è u Salmu 45: 6-7 s'applicanu tramindui à Salomone è à u Messia, se u versu chjama u rè "Diu", allora ciò faria à tempu Salomone è u Messia Diu, chì hè insostenibile, è ùn ci hè nisuna ragione interna per applicà u Salmu 45: 6 à u Messia senza u versu 7 applicendu à u listessu rè

U Salmu 45 era a rivelazione di Diu à i Ghjudei per informà li di u so rè, è i Ghjudei leghjenu u Salmu per seculi è sapianu chì era in fine di u so Messia, ma ùn hà mai conclusu chì u Messia era "Diu in carne" o parte di una Triuna. Diu. Chì i Ghjudei sapessinu chì u Salmu 45 in fine si riferisce à u so Messia hè cunservatu in a so scrittura. Per esempiu, u Targum (un cummentariu aramaicu di l'Anticu Testamentu) interpreta u Salmu 45: 2 cum'è: "A to bellezza, o rè Messia, hè più grande di quella di i figlioli di l'omi" (Alfred Edersheim, The Life and Times of Jesus u Messiah, William B. Eerdmans Publishing Co., Grand Rapids, MI. Seconda parte, p. 718). Allora se Diu hà datu a rivelazione à u so pòpulu per dilli chì u Messia seria Diu, u so sforzu hè statu un fallimentu epicu, è hè una bona prova chì u salmu ùn dice micca chì u Messia era Diu in carne.

Ci hè una quantità di dichjarazioni in u Salmu 45 chì mostranu chì u rè in u salmu ùn hè micca Diu, ma hè un essere umanu. Per esempiu, u Salmu 45: 2 dice: "Sì u più bellu di i figlioli di l'omi", cusì l'identificanu cum'è umanu aduprendu l'idioma cumunu per un umanu, "figliolu di l'omu", è dopu dicendu: "Diu vi hà benedettu per sempre". Dicendu chì questu "figliolu di l'omu" (essaru umanu) hè statu benedettu da Diu, u salmu dà ancu più prove chì u rè chjamatu hè micca Diu. Ùn ci hè micca evidenza in l'Scrittura per chì Diu sia benedettu da Diu, è ùn pare micca esse una ragione o una necessità per quessa, ma l'omi anu bisognu à esse benedetti da Diu è sò spessu cusì benedetti in l'Scrittura. A più prova chì u salmu parla di un rè umanu hè in u Salmu 45: 7, chì dice: «Avete amatu a ghjustizia è avete odiatu a gattivezza. Dunque Diu, u to Diu, ti hà untu cù l'oliu di gioia sopra i to pari ". Chì u testu chjamessi Diu, "u to Diu", vale à dì, u Diu di u rè, mostra chì u rè hè inferiore à Diu. "Diu" ùn hà micca un Diu.

Inoltre, u Diu di u rè "l'hà untu", ponendulu sopra i so "pari". Questa hè evidenza contr'à una interpretazione trinitaria di u versu per parechje ragioni. Unu hè chì "Diu" ùn hà alcun paru da mette sopra, mentre chì u rè umanu d'Israele, cumpresu u Messia, hà parigli. U Messia, Ghjesù Cristu, hà avutu i so pari perchè era cumpletamente umanu è micca un Diu-omu cum'è afferma a teologia trinitaria. Inoltre, u Salmu 45: 7 dice chì stu rè amava a ghjustizia è odiava a gattivezza, è "dunque" Diu l'hà untu. Questu hè perfettamente sensu se u rè hè umanu, ma se stu rè hè "Diu", era veramente untu perchè amava a ghjustizia? Ùn hà sensu chì "Diu" avia bisognu d'esse untu è mancu ùn hà sensu chì Diu sia statu untu perchè "amava a ghjustizia". Siccomu per definizione Diu hè ghjustu è ama a ghjustizia, ùn hà micca sensu dì chì Diu hè statu untu perchè hà amatu a ghjustizia. In riassuntu, u Salmu 45 ùn hè micca Diu chì parla à Diu. Hè u salmista chì parla, è u sughjettu hè un rè umanu.

Parechji unitariani biblichi accettanu una traduzzione di u Salmu 45: 6 chì hè assai simile à a traduzzione trinitaria cumuna. Tuttavia, ricunnoscenu chì "Elohim" ("Diu" o "diu") pò riferisce à un essere umanu, è in questu casu l'applicanu à un rè umanu è Messia umanu. Una traduzzione unitariana biblica cumuna hè: "U to tronu, o diu, hè per sempre è per sempre". L'agenti di Diu ponu esse chjamati Diu. (Ghjuvanni 10: 34-36, Salmi 82: 6-7, Esodu 7: 1, Esodu 21: 6, Esodu 22: 8-9). Quellu chì hè chjamatu Diu quì hè appiicatu à quellu untu da Diu. U terminu Diu si riferisce à u putere è l'autorità suprema chì averà in questu regnu chì hè stabilitu è ​​difesu da ellu. U messia ùn hè micca letteralmente Diu ma hà l'autorità divina cum'è agente sceltu da Diu per guvernà u mondu in ghjustizia. Questu hè evidenti in u versu 9 induve dice "Diu, u to Diu, ti hà untu". Vale à dì, quellu untu da Diu hè "Diu" in u sensu ch'ellu hè quellu sceltu da Diu per guvernà. Hè Diu per proxy ma micca per l'ontulugia. Per più nantu à questu vede u cuncettu biblicu di Agenzia vede https://biblicalagency.com

Gran parte di u cummentariu sopra hè da a REV (Versione Inglese Riveduta) Cumentu di a Bibbia: https://www.revisedenglishversion.com/Psalms/chapter45/6 , adupratu cun permessu, Spiritu è ​​Verità Fellowship

"Di i tempi antichi avete pusatu i fundamenti di a terra - cum'è un mantellu li rullarete, cum'è un vestitu seranu cambiatu"

Ebrei 1: 10-12 hè una riferenza di u Salmu 102: 25-28. U versu in Ebrei hè citatu da u testu Septuagint di l'Anticu Testamentu, chì si distingue un pocu da u testu Ebraicu. I versi 10-12 sò assuciati à i versi 8-9 da u "è" ma l'associu ùn hè micca specificatu. Trinitariani cunfundenu u "tù, Signore" chì hà postu i fundamenti di a terra à l'iniziu cù u "di u Figliolu" di u versu 8. Tuttavia, l'associu currettu hè "Diu, u to Diu, ti hà untu cù l'oliu di gioia al di là i vostri cumpagni "cun" cum'è un vistitu li riallerete, cum'è un vestitu seranu cambiatu ". Hè cusì, u pianu di Diu hè di aduprà u so untu per ghjudicà u mondu in ghjustizia (Atti 17: 30-31). Per mezu di Cristu, l'agente numinatu da Diu, Diu cuncilierà tutte e cose cun ellu stessu. (1 Cor 15: 24-28)

Ebrei 1: 10-12 hè una riferenza prufetica chì si riferisce à a nova creazione piuttostu chè à a creazione originale. Se continuemu simpliciamente à leghje Ebrei, ricurdendu chì u testu uriginale ùn avia nisuna rumpitura di capitulu, Ebrei 2: 5 dà a chjarificazione: "Ùn hè micca à l'angeli chì hà sottumessu u mondu à vene, di quale stemu parlendu." Di conseguenza, u sughjettu di sta sezione di Ebrei ùn hè micca u celu è a terra attuali, chì Diu hà creatu, ma i futuri celi è a terra, chì u Figliolu surveglerà. U lettore deve ricurdà chì a parolla "principiu" ùn deve micca applicà à l'iniziu assolutu di u tempu, ma piuttostu u principiu di qualcosa à chì si riferisce l'autore.

Parechje referenze di l'Anticu Testamentu è di u Novu Testamentu ci dicenu chì ci serà un novu celu è terra dopu à questu, chì stemu attualmente abitanti, passa. Prima u celu è a terra di u Regnu Millenniale di 1000 anni di Ghjesù, chì perirà (Isaia 65:17; Rev. 20: 1-10), è dopu u celu è a terra di Revelazione 21: 1-22: 21, chì durerà per sempre. U cuntestu suggerisce chì Ebrei 1:10 parla di sti futuri celi è di a terra. Ebrei 1: 6, chì dice: "Quand'ellu torna à purtà u primu natu in u mondu", hè una riferenza à a funzione di Ghjesù cum'è fundatore di u mondu chì vene di u Regnu. I versi occasionali chì ponu avè una associazione ambigua trà di elli ùn devenu micca annullà l'evidenza chjara distribuita per mezu di e Scritture.

Gran parte di u cummentariu sopra hè da a REV (Versione Inglese Riveduta) Cumentu di a Bibbia: https://www.revisedenglishversion.com/Hebrews/chapter1/10, adupratu cun permessu, Spiritu è ​​Verità Fellowship

Atti 17: 30-31 (ESV), Diu ghjudicherà u mondu in ghjustizia da un omu ch'ellu hà numinatu

30 I tempi di l'ignuranza chì Diu hà trascuratu, ma avà cumanda à tutte e persone di ogni locu di pentassi, 31 perchè hà fissatu un ghjornu chì ghjudicherà u mondu in ghjustizia da un omu ch'ellu hà numinatu; è hà datu l'assicuranza à tutti, fendu risuscità da i morti ".

1 Curinzi 15: 24-28 (ESV), Diu hà messu tutte e cose sottumette sottu à i so pedi.

24 Dopu vene a fine, quandu ellu furnisce u regnu à Diu u Babbu dopu avè distruttu ogni regula è ogni autorità è putenza. 25 Perchè deve regnà finu à ch'ellu hà messu tutti i so nemichi sottu à i so pedi. 26 L'ultimu nemicu à esse distruttu hè a morte. 27 per "Diu hà messu tutte e cose sottumesse sottu à i so pedi. " Ma quandu si dice, "tutte e cose sò messe in sottumissione", hè chjaru ch'ellu hè eccettu quellu chì hà messu tutte e cose in sottumissione sottu à ellu.. 28 Quandu tutte e cose sò sottumesse à ellu, allura u Figliolu stessu serà ancu sottumessu à quellu chì hà messu tutte e cose sott'à ellu, affinchì Diu sia tuttu in tuttu.

Ebrei 2: 5 (ESV), Diu hà sottumessu u mondu à vene, di u quale stemu parlendu

5 Perchè ùn hè micca à l'ànghjuli chì Diu hà sottumessu u mondu à vene, di quale stemu parlendu.

Isaia 65:17 (ESV), "Creu un celu novu è una nova terra"

17 "Perchè eccu, Creu un celu novu è una terra nova, è e cose anziane ùn seranu micca ricurdati o venenu in mente.

Revelazione 21: 1-2 (ESV), aghju vistu un celu novu è una nova terra

1 Allora Aghju vistu un celu novu è una terra nova, perchè u primu celu è a prima terra eranu passati, è u mare ùn era più. 2 È aghju vistu a cità santa, a nova Ghjerusaleme, chì falava da u celu da Diu, preparata cum'è una sposa adurata per u maritu.

Fighjanu nantu à quellu chì anu perforatu, Zaccaria 12:10

Certi leghjenu in Zaccaria 12:10 chì u Signore Diu hè quellu chì hè statu trapassatu, perchè alcune versioni inglesi di Zaccaria 12:10 leghjenu: "Mi guarderanu, quellu chì anu perforatu ..." Tuttavia, ci sò questioni testuali implicate in a trasmissione di u testu ebraicu chì da esaminà per avè a bona traduzzione è significatu di u versu. Certi traduttori furniscenu un prunome in prima persona ("eiu") perchè vedenu stu versu riferendu à Diu è dunque traducenu "mi guarderanu". Ma altri traduttori furniscenu un prunome di terza persona ("ellu", o "quellu") perchè vedenu a frasa chì si riferisce à qualchissia altru chì Diu. Sia a Versione Standard Riveduta (RSV) sia a Nova Bibbia Americana (NAB) traducenu a frasa cum'è "affinchì quandu u fighjanu ..." A Septuaginta (versione greca di l'Anticu Testamentu, assai citata in u Novu Testamentu) manca di alcuna riferenza à unu chì hè statu perforatu. 

Zaccaria 12:10 (ESV)

10 "È sparaghju nantu à a casa di Davide è l'abitanti di Ghjerusalemme un spiritu di grazia è preghiere di misericordia, affinchì, quand'elli mi feghjanu, quellu chì l'anu trapassatu, si litaranu per ellu, cum'è quellu chì pienghje per un solu figliolu, è pienghje amargamente annantu à ellu, cum'è quellu chì pienghje nantu à un primu natu.

Zaccaria 12:10 (RSV)

"E faraghju versà nantu à a casa di David è l'abitanti di Ghjerusalemme un spiritu di cumpassione è di supplicazione, affinchì, quand'elli fideghjanu à quellu chì anu trapassatu, anu da pienghje per ellu, cum'è unu pienghje per un solu figliolu, è pienghje amargamente annantu à ellu, cum'è unu pienghje nantu à un primu natu.

Zaccaria 12:10 (NETS, Traduzzione Septuaginta)

10 È sparaghju un spiritu di grazia è di cumpassione nantu à a casa di Dauid è nantu à l'abitanti di Ierousalem, è mi guarderanu perchè anu ballatu trionfante, è si pianteranu per ellu cun un dolu cum'è per una persona cara, è seranu dulurati di dulore cum'è per un primogenitu.

Ghjuvanni 19:37 (ESV), Fighjanu nantu à quellu chì anu perforatu

37 È dinò una altra Scrittura dice: "Fighjanu nantu à quellu chì anu perforatu. "

"Anu da fighjà quellu chì anu perforatu", Commentary REV

I traduttori è i cummentatori chì credenu chì a parolla "perforatu" duverebbe riferisce torna à u prunome "ellu" cita varianti testuali chì leghjenu più chjaramente "ellu". Questu accunsente cù u flussu di a frase chì cuntinua cù a parolla "ellu" in e frasi "anu da pienghje per ellu" è "pienghje amare per ellu". A capiscitura ebraica di stu versu hè sempre stata chì quellu trapassatu era unu in una relazione intima cun Diu, ma ùn ci hè nisun registru di alcun primu commentatore ebraicu chì hà capitu Zaccaria 12:10 per esse dicendu chì in qualche modu Yahweh ellu stessu entraria in carne è esse "perforatu". Invece, stu versu si riferisce à u piercing di u Messia prumessu, chì parechji in Ghjerusalemme pianterianu è pienghjeranu, è cusì hè apparente chì RSV è NAB offrenu una megliu traduzzione di u versu per trasmette stu significatu.

Un'altra ragione impurtante per crede chì "ellu" hè a lettura curretta di u testu uriginale di Zaccaria 12:10 hè a manera chì hè citatu in Ghjuvanni 19:37, dopu chì u suldatu rumanu abbia messu a so lancia in u latu di Cristu. U testu grecu di Ghjuvanni 19:37 leghje: "è dinò, un altru scrittu dice:" Fighjanu nantu à quellu chì anu perforatu ". "Ellu", ma nimu d'elli ùn hè d'accordu nantu à a traduzzione di u testu grecu in u Novu Testamentu. Nisuna di e versioni include un prunome in prima persona ("me"), è a maiò parte di elle furniscenu a parola "ellu" cum'è u KJV, NAB è RSV. Se a lettura uriginale di Zaccaria 12:10 leghje "mè" invece di "ellu", allora "me" seria quasi sicuru a lettura di Ghjuvanni 12:10. D'altra parte, a citazione di u Novu Testamentu in Ghjuvanni 19:37 accunsente cù a lettura di Zaccaria 19:37 in u RSV è altre versioni. Dunque a lettura curretta di Zaccaria 12:10 hè "ellu", è quessa si riflette in Ghjuvanni 12.

Non solu hè Zaccaria 12:10 citatu in Ghjuvanni, ma hè ancu alluditu in Rivelazione. Revelazione 1: 7 dice: «Eccu, vene cù i nivuli, è ogni ochju u viderà, ancu quelli chì l'anu trapassatu; è tutti i populi di a terra pianteranu per via d'ellu. Cusì serà! Amen. " I commentatori ammettenu liberamente chì stu versu allude à Zaccaria, è adopra u prunome "ellu" è micca "eiu". Questa hè più evidenza chì u testu ebraicu di Zaccaria duveria leghje "ellu", o "quellu", è cusì cunclude chì l'evidenza interna di e Scritture suggerisce chì quellu chì hè perforatu in Zaccaria ùn hè micca Diu ellu stessu ma quellu chì hè in una relazione intima cun Diu, vale à dì, u Messia.

(Versione inglese rivista (REV) Cumentu di a Bibbia, https://www.revisedenglishversion.com/Zechariah/chapter12/10, adupratu cun permessu, Spiritu è ​​Verità Fellowship)