Restaurazione di u Cristianesimu Apostolicu di u I Seculu
A Lege è u Sabbath vs a Nova Allianza
A Lege è u Sabbath vs a Nova Allianza

A Lege è u Sabbath vs a Nova Allianza

I Deci Cumandamenti è a Lege di Mosè

Hè interessante nutà a traduzzione ebraica di Deuteronomiu 5:22. (Soncino Chumash, A. Cohen, ed., Soncino Press, 1968, p. 1019). L'annunziu direttu di i cumandamenti da u Sinai "ùn hè più passatu". Ùn era micca (cum'è altre versioni implicanu) chì Diu ùn aghjunghjia più parolle, fendu cusì i dece cumandamenti un inseme unicu di leggi distinti da u restu di a lege, ma chì a ghjente, cum'è a storia continua à dì (Deut. 5: 22-28), ùn pudia suppurtà à sente a voce di Diu. In risposta Diu hà continuatu cù l'annunziu di a lege per mezu di Mosè. In questu casu i dece cumandamenti sò siparati da u restu di a lege perchè Diu hè statu interruttu da a paura estrema di u populu. Ùn si dice mancu chì tutte e dece (chì includenu a lege di u Sabbath chì rapprisenta tuttu u sistema Sabbaticu) sianu in ogni momentu impegnative per tutti l'omi. I dece cumandamenti facenu parte di un sistema ghjuridicu sanu datu à Israele. In 2 Curinzii 3 Paulu cuntrastu deliberatamente a natura pruvisoria di i dece cumandamenti cum'è sistema di dirittu cù u novu spiritu di a lege chì caratterizeghja a fede cristiana. U vechju sistema "hè ghjuntu cù gloria" (v. 7), ma quella gloria hè superata da a nova amministrazione di u spiritu. A lege data à u Sinai hè stata scritta nantu à tavule di petra (una riferenza à i dece cumandamenti in Es. 34:28, 29), ma l '"epistola" scritta da u spiritu di Cristu in u core (v. 3) hè assai superiore . Paulu ùn hà micca dettu chì a lege data per Mosè era "a lege eterna di Diu".

In Atti 15 un cunciliu hè statu tenutu per affruntà u prublema urgente suscitatu da alcuni cristiani ebrei chì "insegnavanu à i fratelli chì, a menu chì ùn siate circuncisi secondu l'usanza di Mosè, ùn puderete micca esse salvatu ... Alcuni credenti chì appartenevanu à i Farisei si sò alzati è hà dettu: 'Hè necessariu circuncisi li è incaricalli di rispettà a lege di Mosè' »(Atti 15: 1, 5). A risposta di Petru indetta l'enorme cambiamentu di pulitica diretta da Diu è da u Messia per u corpu internaziunale di cristiani: "Avà dunque perchè pruvate à Diu mettendu un jugu nantu à u collu di i discìpuli chì nè i nostri babbi, nè noi ùn anu pussutu suppurtà? Ma credemu chì saremu salvati da a gràzia di u Signore Ghjesù, cum'è elli feranu "(Atti 15: 10-11). Saria una cuntradizione diretta di e Scritture di dì chì a Torah in a so forma mosaica era una benedizione senza mischju per Israele! Ci era assai chì era destinatu à una disciplina severa è u so scopu era di custruisce una barriera trà Israele è e nazioni. Sottu à a Nova Allianza, cum'è Petru spiegò, Diu hà datu u spiritu santu à i pagani è à i Ghjudei, "è ùn hà fattu nisuna distinzione trà noi è elli, ma hà pulitu u so core per fede" (Atti 15: 9). Hè stata l'accolta intelligente di u Vangelu di u Regnu di Diu chì hà purificatu u core di tutti quelli chì cridianu u Vangelu mentre Ghjesù u predicava (Mark 1: 14-15; Mark 4: 11-12; Matt. 13:19; Luke 8 : 11-12; Ghjuvanni 15: 3; Atti 26:18; Rum 10:17; I Ghjuvanni 5:20; Isa 53:11).

Paulu si riferisce à l'allianza di u Sinai, à chì tempu i dece cumandamenti sò stati dati, purtendu à a schiavitù: "L'allianza chì vene da u monte Sinai porta i figlioli chì sò schiavi" (Gal 4:24). In un altru passaghju Paul descrive e duie tavule di petra, chì eranu probabilmente duie copie di i dece cumandamenti, cum'è u "ministru di a cundanna è di a morte" (2Cor 3: 7-9). I dece cumandamenti ùn sò sicuramente micca a parolla finale di Diu per l'omu. Eranu un codice di lege pruvisoriu da rimpiazzà da un inseme di cumandamenti più alti chì si centranu oghje nantu à e parolle di Ghjesù è di l'Apostuli: Avemu da esse attenti à "e parolle chì eranu dite prima da i santi prufeti, è u cumandamentu di i vostri Apostuli numinati da u Signore è u Salvadore "(2 Pet 3: 2). Queste parolle di a Nova Allianza ùn sò di sicuru micca solu una ripetizione di Mosè.

L'Origine di l'Osservanza di u Sabatu

Basatu nantu à Genesi 2: 2, 3 è Esodu 20: 8-11, si argumenta spessu chì u ghjornu di u sàbatu hè statu istituitu à a creazione cum'è riposu settimanale per tutta l'umanità da Adam in quà. Questu resocontu di l'urigine di a custodia settimanale di u Sabbatu trascura i seguenti fatti biblichi:

  1. Esodu 16:23: U ghjornu di u sàbatu hè rivelatu à Israele da Diu. U Signore dice: "Dumane hè una festa di sàbatu, un sàbatu santu à u Signore". Ùn ci hè mancu indiziu quì chì u riposu di u settimu ghjornu era in vigore dapoi a creazione. Diu ùn hà micca dettu: "Dumane hè u sàbatu datu à tutte e nazioni da a creazione". Mosè aghjusta: "Vede, u Signore vi hà datu [Israele] u sàbatu; dunque vi dà u pane per dui ghjorni u sestu ghjornu. Resta ogni omu à a so piazza; chì nimu ùn esca da a so piazza u settimu ghjornu »(Es. 16:29). Se Diu hà datu u sàbatu à Israele in Esodu 16, u stava eliminendu da l'umanità in generale? Hè più stranu chì, se u mantenimentu di u sàbatu era rivelatu cum'è legge divina da a creazione per ogni nazione, Diu hà avà specificatu Israele cum'è a nazione ubligata à mantene u sàbatu.
  2. Neemia 9:13, 14: L'urigine di l'osservanza settimanale di u sàbatu ùn hè micca à a creazione, ma à u Sinai: «Dopu site falatu nantu à u monte Sinai, è avete parlatu cun elli da u celu; Li hai datu ghjuste ordinanze è vere leggi, boni statuti è cumandamenti. Cusì avete fattu cunnosce à elli u vostru santu sàbatu, è avete stabilitu per elli cumandamenti, statuti è lege, per mezu di u to servitore Mosè ".
  3. Neemia 10: 29-33: U sàbatu settimanale face parte di a lege di Diu data per mezu di Mosè è face cusì parte di tuttu u sistema d'osservanze sabbatiche rivelate à u Sinai: "[U populu] si piglia una maledizione è un ghjuramentu per marchjà in Diu lege, chì hè stata data per mezu di Mosè, u servitore di Diu, è per guardà è osservà tutti i cumandamenti di Diu u nostru Signore, è e so ordinanze è i so statuti ... In quantu à i populi di u paese chì portanu merci o qualsiasi granu u ghjornu di u sabbatu à vendite, ùn li cumpraremu micca u sàbatu o un ghjornu santu; è rinunceremu à i culturi u settimu annu ... Ci simu dinò sottumessi à l'obbligazione di cuntribuisce ogni annu un terzu di un siculu per u serviziu di a casa di u nostru Diu: per u pane di mostra, per l'offerta cuntinua di granu, per l'offerta brusgiata cuntinua, i Sabbati, a luna nova, per i tempi stabiliti, per e cose sante è per l'ofrande di u peccatu per fà l'espiazione per Israele, è tuttu u travagliu di a casa di u nostru Diu ". Notate chì Israele era ligatu à un sistema sanu di Sabbati è ghjorni santi.
  4. U scopu di u sàbatu, ancu s'ellu riflette u riposu di Diu à a creazione, hè specificamente per cummemurà l'Esodu di a nazione d'Israele da l'Egittu. Hè per quessa chì u quartu cumandamentu hè statu datu: «Ti ricordarete chì erate schiavu in u paese d'Egittu, è u Signore u vostru Diu vi hà fattu sorte da quì da una manu putente è da un bracciu stesu; dunque u Signore u to Diu ti hà urdinatu [Israele, micca l'umanità da a creazione] di osservà u ghjornu di u sàbatu »(Dt 5:15).
  5. U pattu fattu cù Israele in Horeb ùn hè statu fattu cù i babbi (Abràhamu, Isaccu è Ghjacobbu). I dece cumandamenti ùn ponu dunque riprisentà una legge universale data à tutta l'umanità. A dichjarazione in Deuteronomiu 5: 3 hè specifica: "U Signore ùn hà micca fattu sta allianza cù i nostri babbi". U sàbatu hè statu datu à Israele in segnu di a relazione particulare di Diu cun Israele, "per ch'elli sappianu chì sò u Signore chì i santifica" (Ezek. 20:12). Questu ùn averia nisun puntu se u sàbatu era richiestu à tutte e nazioni. Hè una marca particulare di u trattu di Diu cù una nazione, Israele.
  6. I Ghjudei devenu esse accreditati cun una certa comprensione di l'origine di u so Sabbath naziunale. In Ghjubilei 2: 19-21, 31 amparemu chì: "u Creatore di tutte e cose ... ùn hà micca santificatu tutti i populi è e nazioni per tene u sàbatu nantu à ellu, ma solu Israele".

A cunferma di i testi biblichi chì avemu citatu sopra vene da a literatura rabbinica. Genesis Rabbah afferma chì u settimu ghjornu di creazione era u sàbatu di Diu, ma micca quellu di l'umanità. In a Mishnah sottu Shabbata, truvemu chì "se un Gentile vene à spegne u focu, ùn li devenu micca dì:" Ùn spegne lu ", postu chì elli [Israele] ùn rispondenu micca di u so mantenimentu di u sàbatu". U mutivu di questu hè chì "u sàbatu hè un allianza perpetuu trà Me è i figlioli d'Israele, ma micca trà Me è e nazioni di u mondu" (Melkita, Shabbata, 1).

Da questi passaghji hè chjaru chì tuttu u sistema di leghji, cumpresu u sàbatu settimanale, u ghjornu santu u sàbatu di a settima settimana (Penticoste), u ghjornu santu u sàbatu di u settimu mese (Trombe), e lune novi è l'altri ghjorni santi , u sàbatu di u settèsimu annu è u Ghjubileu dopu à quaranta nove anni, facianu tutti parte di un sistema sabbaticu datu à Israele per mezu di Mosè. U riposu settimanale era una commemorazione di l'Esodu d'Israele (Deut 5:15). Cusì Ezekiel dice chì Diu "hà pigliatu [Israele] fora di u paese d'Egittu è i hà purtati in u desertu. Li aghju datu i mo statuti è li aghju infurmatu di e mo ordinanze, per mezu di quale, se un omu [vale à dì, un israelita] li osserva, camperà. Ancu li aghju datu i Miei Sabbati [plurale] per esse un segnu trà Me è elli [Israele], affinch'elli sappianu chì sò u Signore chì i santifica ... Santifica i Miei Sabbati; è saranu un segnu trà mè è voi, per sapè chì sò u Signore u vostru Diu "(Ezek 20: 10-12, 20).

Da questi dati ùn si pudia micca deduce chì u sistema sabbaticu era statu urdinatu à l'umanità da a creazione in avanti. Tutti questi passaggi di e Scritture, cunfirmati da altri scritti ebrei, puntanu à i Sabbati cum'è un segnu speciale di a relazione di Diu cù una nazione scelta. Siccomu Deuteronomiu 5:15 traccia l'urigine di u sàbatu à l'Esodu, perchè Esodu 20:11 u cunnessa cù a creazione? A risposta hè chì Diu hà daveru ripusatu u settimu ghjornu à a creazione. Tuttavia, u testu (Gen 2: 3) ùn dice micca chì ellu hà urdinatu à Adam è à l'umanità di ripusà ogni settimu ghjornu dopu. S'ellu l'avia dettu, u sàbatu ùn puderia micca esse un memoriale di l'Esodu d'Israele (Deut 5:15). U fattu hè chì parechji anu malinterpretatu u testu in Genesi 2: 3 per significà chì Diu hà ripusatu u settimu ghjornu è benedettu ogni settimu ghjornu dopu da allora, urdinendu à l'umanità di ripusassi quellu ghjornu. In realtà era solu Diu chì ripusava à a creazione è solu in u settimu ghjornu chì finia a so creazione. Ùn hè cà millaie d'anni dopu chì Ellu hà adupratu u so propiu riposu di u settimu ghjornu à a creazione cum'è mudellu per intruduce u sàbatu ogni settimu ghjornu datu à Israele. Diu solu hà ripusatu u primu settimu ghjornu è assai dopu hà rivelatu u settimu ghjornu à Israele cum'è osservanza permanente di u sàbatu (Es 16). U sàbatu settimanale apparisce in i dece cumandamenti, chì riassumenu a lege data per mezu di Mosè à Israele, ma ùn deve esse siparata da tuttu u sistema di riposu sabbaticu datu à Israele, settimanale, mensile, annuale, sette annu è à u Ghjubileu .

Claus Westermann, in u so cummentariu nantu à Genesi 1-11, riassume e so scuperte annantu à l'urigine di u sàbatu: "In effetti ùn si pò truvà una istituzione, è mancu una preparazione per u sàbatu, ma piuttostu si riflette a fundazione più tardi di u sàbatu in ste frase »(p. 237)

Ghjesù è i so discìpuli sò esentati da u settimu ghjornu Sabbath

Matteu nota chì i preti chì travagliavanu in u Tempiu ùn eranu micca ligati da a lege di u sàbatu di u settimu ghjornu (Matt 12: 5). Ùn era micca un piccatu per quelli preti di rompe u sàbatu. Cum'è Ghjesù hà indicatu, ellu è i so seguitori rapprisentanu u novu sacerdoziu spirituale (Matt 12: 4-5) è ellu stessu hè u novu Sommu Prete. U mantenimentu di u sàbatu di u settimu ghjornu face parte di l'anzianu ordine. Puderemu bè dì chì a lege, esentendu i preti da u cumandamentu di u sàbatu quandu travagliavanu in u Tempiu, prefigurava a libertà di i cristiani da a lege di u sàbatu mentre oghji svolgenu l'opera di Diu ogni ghjornu di a settimana. Chì nimu ùn vi ghjudichi in quantu à una festa, o una luna nova o un sàbatu (Col 2:16) Cum'è i sacrifici di l'Anticu Testamentu eranu una ombra di Cristu, cusì hè u sàbatu (Col 2:17) . L'esenzione di i preti da u rispettu di u sàbatu hà indicatu un tempu quandu quelli chì ubbidiscenu à Diu a farianu rispettendu una nova allianza chì hè stata perfezionata, micca cum'è quella chì Diu hà fattu à i babbi (Heb 8: 7-13). e petre sò custruite cum'è una casa spirituale, per esse un sacerdoziu santu, per offre sacrifizii spirituali accettabili da Diu per mezu di Ghjesù Cristu. (1Pet 2: 5) In Cristu simu persone scelte, un sacerdoziu reale, una nazione santa, un populu per u so propiu pussessu. (1 Pet 2: 9) Ghjesù ci hà amatu è liberatu da i nostri peccati per u so sangue è ci hà fattu un regnu, preti di u so Diu è di u Babbu (Rev 1: 5-6, Rev 5:10, Rev 20: 6) . Cum'è un sacerdoziu reale, Cristu è quelli chì sò in Cristu sò inculpevuli à prufanà u sàbatu. (Matt 12: 5) Cristu hè u nostru sàbatu (Mat 11: 28-29). Ellu disse Venite à mè è vi daraghju u riposu in u cuntestu di i so discìpuli accusati di viulazione di u sàbatu. (Matt 11: 28-30 seguitatu da Matt 12: 1-8) Oghje hè u ghjornu per entre in u restu di Diu - oghje sì sente a so voce ùn indurisce micca i vostri cori. (Ebrei 4: 7) Se Giosuè li avia datu u riposu, Diu ùn averia micca parlatu d'un altru ghjornu dopu. (Eb 4: 8) U ghjornu hè ghjuntu è ferma un riposu per u populu di Diu (Ebrei 4: 9-10). Dunque sforzati di entre in quellu riposu, affinchì nimu ùn possi cascà da a listessa sorte di disubbidienza - a durezza di u core. (Heb 4:11)  A prumessa di entre in u riposu di Diu ferma sempre, perchè noi chì avemu cridutu entre in quellu riposu (Ebrei 4: 1-3)

Matteu 12: 1-7 (ESV), I preti di u tempiu prufananu u sàbatu è sò inculpati

1 À quellu tempu Ghjesù passò per i campi di granu u sàbatu. I so discìpuli eranu famiti, è cumincionu à strappà teste di granu è à manghjà2 Ma i Farisei, videndulu, li dìssenu:Eccu, i vostri discìpuli facenu ciò chì ùn hè micca permessu di fà u sàbatu. " 3 Ellu li disse: Ùn avete micca lettu ciò chì David hà fattu quandu avia fame è quelli chì eranu cun ellu?4 cumu hè intrutu in a casa di Diu è manghjatu u pane di a Presenza, chì ùn era micca permessu per ellu manghjà nè per quelli chì eranu cun ellu, ma solu per i preti5 O ùn avete micca lettu in a Lege cumu u ghjornu di u sàbatu i preti in u tèmpiu prufananu u sàbatu è sò inculpati6 A vi dicu, qualcosa quì più grande di u tempiu hè quì. 7 È se avessi saputu ciò chì significa questu, "vogliu misericordia, è micca sacrifiziu", ùn avreste micca cundannatu i culpevuli.

Colossians 2: 16-17 (ESV), Chì nimu vi ghjudicherà - in quantu à una festa, una luna nova o un sàbatu

16 Per quessa chì nimu vi ghjudichi in quistione di manghjà è di beie, o in quantu à una festa, una luna nova o un sàbatu. 17 Queste sò una ombra di e cose à vene, ma a sustanza appartene à Cristu.

Ebrei 8: 6-13 (ESV), stabilisceraghju una nova allianza - micca cum'è l'allianza ch'e aghju fattu cù i so babbi

6 Ma cume hè, Cristu hà ottenutu un ministeru chì hè quantunque più eccellente chè l'anzianu, perchè u pattu ch'ellu media hè megliu, postu chì hè promulgatu per prumesse migliori. 7 Perchè sì quellu primu allianza era statu senza difetti, ùn ci saria statu l'occasione di circà una seconda. 8 For li trova culpa quand'ellu dice: "Eccu, i ghjorni venenu, dice u Signore, quandu stabilisceraghju una nova allianza cù a casa d'Israele è cù a casa di Ghjuda, 9 micca cum'è l'allianza ch'e aghju fattu cù i so babbi u ghjornu chì l'aghju pigliatu da a manu per fà li sorte da u paese d'Egittu. Perchè ùn anu micca continuatu in a mo allianza, è per quessa ùn aghju manifestatu micca preoccupazione per elli, dichjara u Signore. 10 Perchè ghjè l'allianza chì faraghju cù a casa d'Israele dopu quelli ghjorni, dice u Signore: Puderaghju e mo lege in a so mente, è scrivi li nantu à u so core, è saraghju u so Diu, è saranu u mo pòpulu. 11 È ùn ampareranu micca, ognunu u so vicinu è ognunu u so fratellu, dicendu: "Cunnosce u Signore", perchè tutti mi cunnosceranu, da u più chjucu à u più grande 12 Perchè saraghju misericurdiosu versu e so iniquità, è ùn mi ricorderaghju più di i so piccati ". 13 Parlendu di una nova allianza, face u primu obsolet. È ciò chì diventa obsoletu è invechja hè prontu à svanisce.

1 Petru 2: 4-5 (ESV), Esse custruitu cum'è una casa spirituale, per esse un sacerdoziu santu

4 Quandu ghjunghjite versu ellu, una petra viva rifiutata da l'omi ma à l'ochju di Diu sceltu è preziosu, 5 voi stessu cum'è e petre vive sò custruiti cum'è una casa spirituale, per esse un sacerdoziu santu, per offre sacrifici spirituali accettabili per Diu per mezu di Ghjesù Cristu.

1 Petru 2: 9 (ESV), Un sacerdoziu reale, una nazione santa, un populu per u so propiu pussessu

9 Ma sì una razza scelta, un sacerdoziu reale, una nazione santa, un populu per u so propiu pussessu, per pudè proclamà e eccellenze di quellu chì vi hà chjamatu da u bughju in a so luce meravigliosa.

Revelazione 1: 5-6 (ESV), ci hà fattu un regnu, preti di u so Diu è di u Babbu

5 è da Ghjesù Cristu u testimone fidu, u primu natu di i morti, è u suvranu di i rè nantu à a terra.
To quellu chì ci ama è chì ci hà liberatu da i nostri peccati cù u so sangue 6 è ci hà fattu un regnu, preti di u so Diu è di u Babbu, per ellu sia gloria è duminazione per i seculi di sempre. Amen.

Revelazione 5: 9-10 (ESV), L'hai fattu un regnu è preti per u nostru Diu

9 E cantonu una nova canzone, dicendu: "Vale a pena di piglià u rotulu è d'apre i so sigilli per chì site statu tombu, è da u vostru sangue avete riscattatu a ghjente per Diu da ogni tribù è lingua è populu è nazione, 10 è l'avete fattu un regnu è sacerdoti per u nostru Diu, è rigneranu nantu à a terra. "

Revelazione 20: 6 (ESV), Saranu preti di Diu è di Cristu

6 Beatu è santu hè quellu chì participa à a prima risurrezzione! Sutta tali a seconda morte ùn hà micca putere, ma seranu preti di Diu è di Cristu, è regneranu cun ellu per mille anni.

Matteu 11: 28-30 (ESV), Venite à mè, tutti quelli chì travaglianu è sò carichi, è ti daraghju u riposu

28 Venite da mè, tutti quelli chì travaglianu è sò carichi, è ti daraghju u riposu. 29 Pigliate u mo ghjugliu nantu à voi, è amparate da mè, perchè sò dolce è umile di core, è truverete u riposu per e vostre anime. 30 Perchè u mo ghjugliu hè faciule, è u mo pesu hè leggeru. "

Ebrei 4: 7-11 (ESV), If Ghjosuè li avia datu u riposu, Diu ùn averia micca parlatu d'un altru ghjornu dopu

7 torna nomina un certu ghjornu, "oghji", Dicendu per mezu di David tantu tempu dopu, in e parolle digià citate,"Oghje, si sente a so voce, ùn indurisce micca u to core. " 8 For si Joshua li avia datu u riposu, Diu ùn averia micca parlatu d'un altru ghjornu dopu. 9 Dunque, resta un restu di sàbatu per u pòpulu di Diu, 10 perchè quellu chì hè intrutu in u riposu di Diu hà ancu ripusatu da e so opere cum'è Diu hà fattu da e so. 11 Circhemu dunque à entre in quellu riposu, affinchì nimu ùn possi cascà cù a listessa sorte di disubbidienza.

Ebrei 4: 1-3 (ESV), Noi chì avemu cridutu entre in quellu riposu

1 Dunque, mentre a prumessa di entre in u so riposu ferma sempre, timemu chì qualchissia di voi ùn pare micca avè riesciutu à ghjunghje. 2 Perchè una bona nutizia hè ghjunta à noi cum'è per elli, ma u messagiu ch'elli anu intesu ùn li hà micca prufittatu, perchè ùn eranu uniti da a fede cù quelli chì stanu à sente. 3 Per noi chì avemu cridutu entre in quellu riposu, Cum'è ellu hà dettu: "Cum'è aghju ghjuratu in a mo ira," Ùn entreranu micca in u mo riposu ", ancu se e so opere sò state finite da a fundazione di u mondu.

U nostru sàbatu hè Cristu

Ciò chì conta avà hè Cristu è i so cumandamenti. Ellu è a so nova lege sò u cumpiimentu di quella ombra. In ellu duvemu circà per un "Sabbatu" permanente, ogni ghjornu di a settimana. Ùn ci hè da stupisce, dunque, chì Matteu include u famosu dettu di Ghjesù di vene à ellu per truvà riposu in u listessu cuntestu cum'è una disputa per spulà spighe di granu u sàbatu (Matt 11: 28-12: 8). 

Matteu insinua a spiritualizazione di u sàbatu mentre scrive à Ghjesù dicendu chì i preti pudianu rompe u sàbatu è esse senza difetti (Matt. 12: 5-6). I sacerdoti chì anu innocentamente rumputu u sàbatu, vale à dì, ùn eranu micca ligati da u sàbatu quandu travagliavanu in u tabernaculu o tempiu, sò un "tipu" di u novu sacerdoziu di tutti i credenti. David è i so culleghi anu rumputu ancu a lege di l'Anticu Testamentu manghjendu u showbread. Ma a so cumpurtamentu era un "tipu" ghjustificabile di a Nova Allianza liberta da a lege (Matt. 12: 4). Cristu avia offertu "riposu" à quelli chì li venianu (Matt. 11: 28-30). Ùn serà micca questu un restu custante piuttostu cà un sàbatu settimanale? Ùn hè megliu à osservà u riposu di u sàbatu in Cristu ogni ghjornu invece di seguità a lettera di u quartu cumandamentu chì deve esse osservatu solu un ghjornu à a settimana?

A nostra Pasqua hè Cristu

Ghjesù hà celebratu a so ultima festa cù i so discìpuli in Pasqua. Ellu disse: "Biaraghju di u fruttu di a vigna finu à chì vene u regnu di Diu". (Luke 22:18. E pigliò u pane, è dopu avè ringraziatu, u fraccionò è u li dete, dicendu: "Questu hè u mo corpu, chì hè datu per voi - Fate questu in ricordu di mè") ( Luke 22:19) È dinò a cuppa dopu avè manghjatu, dicendu: "Questa cuppa chì hè versata per voi hè a nova allianza in u mo sangue. (Luke 22:20) Quante volte pigliamu u corpu è u sangue di Cristu. annunziemu a morte di u Signore finu à ch'ellu vene (1Cor 11: 23-26) Cristu hè a nostra Pasqua hè statu sacrificatu. (1Cor 5: 7). U pane azimu hè sincerità è verità (1Cor 5: 8) Per questa ragione ùn simu micca manghjà u pane o beie a cuppa di u Signore in modu indegnu, ma prima esaminà noi stessi. (1Cor 11: 27-29) Ciò chì deve esse purgatu da mezu à noi hè l'immoralità sessuale, l'avidità, a froda, l'idolatria, l'ubriachezza ' è cumpurtamentu abusivu. (1Cor 5: 9-11) Questu hè u male chì deve esse purgatu - micca mancanza di rispettà l'anticu codice scrittu. (1Cor 5: 9-13) 

In 1 Curinzî 5: 7-8 Paulu applica u listessu principiu di "spiritualizazione" à a Pasqua annuale è à i Ghjorni di Pane Senza Levu cum'è cù u Sabbatu. "Cristu a nostra Pasqua hè statu sacrificatu". A nostra Pasqua cristiana ùn hè più un agnellu tumbatu annu ma un Salvatore tumbatu una volta per tutte, cù u pudere di liberacci ogni ghjornu, micca una volta à l'annu. "Fighjemu dunque a festa, micca cù u vechju levitu, nè cù u levitu di a malizia è di a gattivezza, ma cù u pane azimu di sincerità è di verità" (1Cor 5: 8).

Notemu chì u "pane senza levitu" chì hà rimpiazzatu u pane letterale senza levitu hè u "pane senza levitu di sincerità è di verità". Quessi sò i veri prublemi spirituali, micca a questione di pulì u levitu da e nostre vitture è case per una settimana in l'annu. I cristiani, dice Paul, devenu esse "feste" in permanenza. A traduzzione in u KJV hè ingannevuli, dendu l'impressione chì duvemu "mantene a festa". U cummentariu di a Bibbia di Cambridge per e Scole è i Collegi hè adattu: "Fighjemu u festival [un tempu prugressivu presente in grecu], riferendusi à a festa perpetua chì a Chjesa cristiana tene ... micca a festa, cum'è in a KJV, chì implicerebbe alcune festival particulare. " (Rev. JJ Lias, Commentary on I Corinthians, Cambridge University Press, 1899, p. 61.) U sistema mosaicu di dirittu cum'è un inseme di statuti hè statu rimpiazzatu da a lege di libertà in u spiritu, riassunta in un cumandamentu unicu. amà i nostri vicini cum'è noi stessi (Gal 5:14).

Luke 22: 15-20 (ESV), Questa cuppa chì hè versata per voi hè a nova allianza in u mo sangue

15 È li disse: "Aghju sinceramente desideratu di manghjà sta Pasqua cun voi prima di soffre. 16 Perchè vi dicu chì ùn lu manghjeraghju micca finu à ch'ella sia compia in u regnu di Diu ". 17 E pigliò una tazza, è dopu ad avè ringraziatu disse: "Pigliate questu, è dividitelu trà voi. 18 Perchè vi dicu chì d'ora in poi ùn bieraghju micca di u fruttu di a vigna finu à chì vene u regnu di Diu." 19 Pigliò u pane, è, dopu avè ringraziatu, u fraccionò è u li dete, dicendu: «Eccu u mo corpu, chì hè datu per voi. Fate questu in ricordu di mè. " 20 È dinò a cuppa dopu avè manghjatu, dicendu: "Questa cuppa chì hè versata per voi hè a nova allianza in u mo sangue

1 Curinzî 5: 6-8 (ESV), Per Cristu, u nostru agnellu di Pasqua, hè statu sacrificatu

6 A vostra vantazione ùn hè micca bona. Ùn sapete micca chì un pocu di levitu lievita tuttu u pezzu? 7 Pulite u vechju levitu chì pudete esse un novu pezzu, cum'è sì veramente azzime. Per Cristu, u nostru agnellu di Pasqua, hè statu sacrificatu. 8 Celebramu dunque a festa, micca cù u vechju levitu, u levitu di a malizia è di u male, ma cù u pane azimu di sincerità è di verità.

1 Curinzî 11: 23-32 (ESV),  Fate cusì, quantunque a beie, in ricordu di mè

23 Perchè aghju ricevutu da u Signore ciò ch'e aghju datu ancu à voi, chì u Signore Ghjesù in a notte quandu era statu traditu hà pigliatu u pane, 24 è dopu avè ringraziatu, u fraccionò, è disse: «Eccu u mo corpu, chì ghjè per voi. Fate questu in ricordu di mè ". 25 In u listessu modu hà ancu pigliatu a tazza, dopu a cena, dicendu: "Questa tazza hè a nova allianza in u mo sangue. Fate cusì, quantunque a beie, in ricordu di mè. " 26 Perchè ogni volta chì manghjate stu pane è beie a cuppa, annunziate a morte di u Signore finu ch'ellu vene.
27 Quellu chì, dunque, manghja u pane o beie a cuppa di u Signore in una manera indigna serà culpevule per u corpu è u sangue di u Signore. 28 Chì una persona si esaminessi, allora, è cusì manghja di u pane è beie di a tazza. 29 Per quellu chì manghja è beie senza discernisce u corpu manghja è beie ghjudiziu annantu à sè stessu.

Un festival, luna nova o un sàbatu - una ombra di e cose à vene

Duvemu trattà cum'è di grande impurtanza l'unica riferenza di Paul à e parolle "Sabbatu" è "ghjorni santi" in tuttu u so scrittu cunservatu. Questu accade in Colossenses 2:16. In questu versu Paulu descrive i ghjorni santi (osservanza annuale), e nuove lune (osservanza mensile) è u sàbatu (osservanza settimanale) cum'è una "ombra". Facendu ciò, rivela a mente apostolica nantu à sta questione cruciale.

16 Dunque, nimu vi ghjudicherà in quistione di manghjà è di beie, o in quantu à una festa, una luna nova o un sàbatu. 17 Queste sò una ombra di e cose à vene, ma a sustanza appartene à Cristu. (Colossesi 2: 16-17)

 

Sembrarà abbastanza stupente chì, se Paul sintia chì u mantenimentu di u Sabbath era un requisitu assolutu per a salvezza, puderia descrive u Sabbatu settimanale è i ghjorni santi cum'è una ombra! Questu puderebbe purtà à una malintesa periculosa. Tuttavia u fattu hè chjaru fora di ogni dubbitu. Paulu chjama infatti u sàbatu, i ghjorni santi è e lune nuvelle. Un 'ombra cessa d'esse significativa quandu a realità, Cristu, apparisce. Pàulu usa esattamente u listessu linguaghju d'ombra è di realità chì truvemu in Ebrei 10: 1 induve i sacrifici "ombra" di l'Anticu Testamentu sò oramai resi obsuleti da u sacrifiziu "corpu" di Cristu (Ebrei 10:10): "A lege avè un ombra di e cose belle à vene ... "(Ebre 10: 1).

Quì a lege di i sacrifizii era pruvisoria è resa inutile da l'apparizione di Cristu. Ma Paulu dice esattamente u listessu di u rispettu di i ghjorni speciali in Colossenses 2: 16-17. A lege chì prescrive l'osservanza di i ghjorni santi, di lune nuvelle è di Sabbati hà presagiu a realità di Cristu è di u so Regnu - e cose belle chì venenu. U puntu chì u Sabbath hè una ombra hè cusì impurtante chì duvemu fighjà dinò nantu à Colossenses 2: 16-17: "[Perchè Cristu hà annullatu u certificatu di i decreti chì era contru à noi, v. 14], dunque chì nimu agisca cum'è u vostru ghjudice in quantu à manghjà è da beie o in quantu à una festa, luna nova o un ghjornu di sàbatu - cose chì sò l'ombra di ciò chì hà da vene, ma a sustanza appartene à Cristu ".

Ci hè in biancu è neru. Questa hè l'infurmazione finale di u Novu Testamentu data nantu à u mantenimentu di u Sabbath. U significatu di u ghjornu di u sàbatu per i cristiani, è ancu di i ghjorni santi è di e lune nuvelle, hè paragunevule à una ombra. Oghji ùn anu più alcuna sustanza è ùn beneficeranu dunque micca à quelli chì provanu à osservalli.

Dean Alford in u so famosu Cummentariu à u Testamentu Grecu: "Pudemu osservà chì se l'ordinanza di u Sabbath era stata, in ogni forma, di obbligazione durabile per a Chjesa cristiana, sarebbe statu abbastanza impossibile per l'Apostolu avè parlatu cusì [ Col 2: 16-17]. U fattu di un restu ubligatoriu di un ghjornu, sì u settimu o u primu, seria statu direttamente in i denti di a so affirmazione quì: a tenuta di tale seria stata ancu per mantene l'ombra, mentre noi avemu a sustanza. "

Se i cristiani pagani avianu statu richiesti à a cunversione per ripusassi u ghjornu di u sàbatu, questu averebbe bisognu d'indicazioni specifiche da u cunciliu di l'Atti 15 chì hà decisu quantu un credente paganu era obbligatu à seguità e pratiche di u ghjudaisimu. U mantenimentu di u sabatu, secondu a decisione apostolica, ùn hè micca un requisitu per i credenti Gentili. Duvemu ramintà chì i pagani eranu stati permessi di participà à e sinagoghe di i Ghjudei, ma questu ùn li hà micca urdinatu di diventà custodi di u sàbatu. Solu quelli chì sò diventati proseliti pieni à u Ghjudaismu anu aduttatu u rispettu di u Sabbath. I Ghjudei stessi sapianu chì Diu li avia datu u sàbatu è ùn s'aspettavanu micca à u sàbatu di mantene altre nazioni. Cusì averia richiestu una ordinanza speciale per i pagani se u mantenimentu di u sàbatu era necessariu per elli cum'è cristiani.

In tuttu u libru di Ghjuvanni e feste sò descritte cum'è Ghjudei - Ghjuvanni 7: 2 (Tabernaculi), Ghjuvanni 6: 4 (Pasqua), Ghjuvanni 5: 1 (Pasqua). U ghjornu di preparazione per u sàbatu hè chjamatu "u ghjornu ebraicu di preparazione" (Ghjuvanni 19:42). Ghjuvanni pensa à u Sabbatu cum'è Ghjudeu cù un ghjornu di preparazione ebraica chì u precede. Questi termini sò à pena cumpatibili cù a cunvinzione chì l'osservanze di l'Anticu Testamentu sò oramai impegnative per a cumunità cristiana. Cù Paulu, Ghjuvanni vede i ghjorni cum'è una ombra di a realità assai più grande di Cristu. 

A nostra Libertà in Cristu

Ci hè una libertà in Cristu chì i cristiani ponu gode è trasmette à l'altri. Un rigidu impegnu à e feste di l'Anticu Testamentu impedisce u spiritu di Cristu è di u Vangelu. Ùn semu più sottu a lege (Rum 6:14). Semu stati "liberati da a lege" (Rom 7: 6). Avemu "mortu per a lege per mezu di u corpu di Cristu, per chì [noi] pudessimu esse uniti à un altru, à quellu chì hè statu risuscitatu da i morti, per pudè darà fruttu per Diu" (Rum 7: 4). À quelli chì "desideranu esse sottu a lege" (Gal 4:21) ricumandemu e parolle impurtanti di Paulu in Galati 4: 21-31: L'allianza di u monte Sinai porta à a servitù. Per i zitelli di a prumessa ci hè una nova è gloriosa libertà in Cristu. Ci hè una Nova Allianza in u spiritu. L'Antica Allianza cù u so sistema ghjuridicu hè stata rimpiazzata da qualcosa di megliu (Heb 8:13). Ùn simu "sottumessi à rispettà tutta a lege" (Gal 5: 3). Se pruvemu à fà cusì, "simu cascati da grazia" (Gal 5: 4). Avà chì a fede hè ghjunta, ùn simu più sottu à a Lege, u Sabbatu è a Nuova Allianza Custodianità di u Cristianesimu di a lege (Gal 3:24, 25). Quelli chì insistenu nantu à a lege in a so vechja forma risicheghjanu di appartene à l'allianza da u monte Sinai (Gal 4:24). I figlioli di l'allianza di dirittu ùn ponu micca esse eredi cù i figlioli di a donna libera (Gal 4:30). Quelli chì si attaccanu à u sistema ghjuridicu di u Sinai ùn sò micca boni candidati per u Regnu di Diu.

Sicuramente hè chjaru chì tutti i tippi di ghjorni di riposu di l'Antica Alleanza ùn sò più liganti per quelli chì cercanu di ripusassi in Cristu, cessendu di e so proprie opere ogni ghjornu (Ebrei 4: 9, 10). In e parolle di un teologu di u XVIu seculu, u sàbatu significa "chì cesse di tutte e mo opere malefiche tutti i ghjorni di a mo vita, permettenu à u Signore di travaglià in mè per mezu di u so Spìritu, è cusì principià in questa vita u Sabbatu eternu. » (Zacharias Ursinus in u Catechisimu di Heidelberg, 1563)

I periculi di u Legalisimu

Ci sò serii periculi liati à e sette è à l'insegnanti chì sustenenu chì i cristiani sianu attenti à a Torah in u rispettu di l'ordinanze di a Legge Mosaica chì ùn anu micca implicazioni murali.

  1. Un periculu di legalismu hè chì pò prumove una ghjustificazione di sè stessu basatu nantu à a stretta osservanza di a legge di l'Antica Alleanza - questu hè un falsu Vangelu
  2. A cunniscenza sbuffa, ma l'amore s'acumula. Se qualchissia imagineghja chì sà qualcosa, ùn sà ancu cum'ellu ci vole à sapè. Ma se qualchissia ama à Diu, hè cunnisciutu da Diu. (1Cor 8: 1-3). "Avucati" chì sò ben studiati in a Lege tendenu à soffià in arroganza piuttostu cà marchjà in umiltà. A lege hè un ostaculu in stu sensu. A cunniscenza di a lege mosaica diventa un puntu d'orgogliu per parechji Farisei muderni.
  3. Un accentu nantu à a Legge Mosaica minera u Vangelu di Ghjesù Cristu. I cristiani giudaizanti tendenu à enfatizà u vechju codice scrittu oltre l'insignamenti specifici di Cristu. Tendenu à insegnà a osservanza di a Torah piuttostu u messaghju di core di u Vangelu cumpresu u pentimentu, u battesimu in nome di Ghjesù, è riceve u Spìritu Santu. (Atti 2:38) Ghjesù, chì hè esaltatu à a diritta di Diu è hè u solu mediatore trà Diu è l'omu hè a nostra autorità. (1Tim 2: 5-6) Duvemu seguità i so insignamenti è enfatizà ciò chì ellu è i so apòstuli anu enfatizatu.
  4. Enfatizà u vechju codice scrittu oscureghja u fattu chì duvemu serve in a nova manera di u Spìritu. Avà simu liberati da a lege- è ùn semu più da serve à l'antica manera di u codice scrittu. (Rum 7: 6) Hè u Spìritu chì dà vita; a carne ùn hè mancu aiutu. E parolle chì Ghjesù hà dettu sò spiritu è ​​vita. (Ghjuvanni 6:63) Avemu ricevutu u Spìritu sentendu cun fede, micca l'opere di a lege. (Gal 3: 2-6) Hè solu per esse nati da u Spiritu di Diu chì pudemu eredità a vita eterna (Ghjuvanni 3: 3-8)
  5. U legalisimu hè una trappula chì parechji cadenu in quale li cundannerà in realtà piuttostu chè assicurà a so ghjustificazione. A nostra ghjustizia attraversu l'opere di a carne sò cum'è stracci sporchi è a ghjustificazione vene per mezu di a fede è micca di l'opere di a Lege. (Gal 2:16, Gal 3:10) Quellu chì riceve u segnu di l'Alianza di l'Anticu Testamentu - circuncisione fisica - hè "in l'obbligu di tene tutta a lege" (Gal 5: 3). Quelli chì insistenu nantu à a lege, in u sensu di l'Anticu Testamentu cum'è un codice di regulamenti, "sò stati separati da Cristu ... Avete falatu da a gràzia" (Gal 5: 4). Queste sò l'avvertimenti severi di Paul à chiunque impone à i credenti obbligazioni legali chì Ghjesù ùn richiede micca di i so seguaci.

Cum'è Ghjesù hà dettu, fighjate è attenti à u levitu di i Farisei è di i Saducei ". (Mat 16: 6) Dicendu questu, ùn li dicia micca di guardà si da u levitu di pane, ma da l'insignamentu di i Farisei è di i Saducei (Mat 16:12) Ùn ghjudicate micca per l'apparenze, ma ghjudicate cun giudiziu ghjustu. (Ghjuvanni 7:24)

1 Curinzî 1: 27-31 (ESV), Cristu Ghjesù - per noi saviezza da Diu, ghjustizia è santificazione è redenzione

27 Ma Diu hà sceltu ciò chì hè scemu in u mondu per vergugnà i saggi; Diu hà sceltu ciò chì hè debule in u mondu per vergugnà i forti; 28 Diu hà sceltu ciò chì hè bassu è disprezzatu in u mondu, ancu e cose chì ùn sò micca, per rende nunda e cose chì sò, 29 so chì nisun omu pò vantassi in presenza di Diu. 30 È per via di ellu site in Cristu Ghjesù, chì hè diventatu per noi saviezza da Diu, ghjustizia è santificazione è redenzione, 31 cusì chì, cumu hè scrittu, "Chì quellu chì si vanta, si vanta di u Signore".

Diu Desira a Misericordia più cà u Sacrifiziu

Osea 6: 6 (ESV)

6 Perchè vogliu l'amore fermu è micca u sacrifiziu, a cunniscenza di Diu piuttostu chè l'olocausti.

Michea 6: 6-8 (ESV)

6 "Cù chì devu vene davanti à u Signore,
è inchinassi davanti à Diu in altu?
Devu vene davanti ad ellu cun olocausti,
cù vitelli d'un annu?
7 U Signore serà cuntentu di millaie di muntoni,
cù dece millaie di fiumi d'oliu?
Devu dà u mo primu figliolu per a mo trasgressione,
u fruttu di u mo corpu per u peccatu di a mo ànima? "
8 Ellu vi hà dettu, o omu, ciò chì hè bonu;
è ciò chì u Signore hà bisognu di voi
ma per fà ghjustizia, è per amà a buntà,
è camminà umilment cù u to Diu?

Matteu 9: 11-13 (ESV) 

1 È i Farisei, videndu quessa, dìssenu à i so discìpuli: "Perchè u vostru maestru manghja cun i publicani è i piccatori?" 12 Ma quand'ellu l'hà intesu, hà dettu: «Quelli chì sò bè ​​ùn anu bisognu di un medicu, ma quelli chì sò malati. 13 Andate à amparà ciò chì significa questu: "Vogliu misericordia, è micca sacrificà." Perchè ùn sò micca venutu à chjamà i ghjusti, ma i piccatori. "

Matteu 12: 1-7 (ESV)

1 À quellu tempu Ghjesù passò per i campi di granu u sàbatu. I so discìpuli avianu fame, è cumincionu à strappà teste di granu è à manghjà. 2 Ma i Farisei, videnduli, li dìssenu: "Eccu, i vostri discìpuli facenu ciò chì ùn hè micca permessu di fà u sàbatu". 3 Ellu li disse: Ùn avete micca lettu ciò chì David hà fattu quandu avia fame è quelli chì eranu cun ellu? 4 cumu hè intrutu in a casa di Diu è manghjatu u pane di a Presenza, chì ùn era permessu per ellu manghjà nè per quelli chì eranu cun ellu, ma solu per i preti? 5 O ùn avete micca lettu in a Lege cumu u sàbatu i preti in u tempiu prufananu u sàbatu è sò inculpati? 6 A vi dicu, qualcosa quì più grande di u tempiu hè quì. 7 È se avessi saputu ciò chì significa questu, "vogliu misericordia, è micca sacrifiziu", ùn avreste micca cundannatu i culpevuli.

Isaia 1: 10-17 (ESV)

10 Senti a parolla di u Signore,
voi dirigenti di Sodoma!
State à sente l'insignamentu di u nostru Diu,
voi ghjente di Gomorra!
11 "Chì per mè hè a multitùdine di i vostri sacrifici?
dice u Signore
;
Aghju avutu abbastanza di offerte brusgiate di muntoni
è u grassu di l'animali bè alimentati
;
Ùn mi piace micca in u sangue di i toru,
o di agnelli, o di capre
.
12 "Quandu vene per apparisce davanti à mè,
quale hà dumandatu di voi
stu calciu di i mo tribunali?
13 Ùn portate più offerte vane;
L'incensu hè una abominazione per mè.
Luna nova è sàbatu è a chjama di cunvucazioni -
Ùn possu suppurtà l'iniquità è l'assemblea solenne
.
14 E vostre lune nove è e vostre feste appuntate
a mo anima odia
;
sò diventati un pesu per mè;
Sò stancu di purtalli.
15 Quandu stendi e mani,
Ti piatteraghju i mo ochji;
ancu sè vo fate parechje preghere,
Ùn averaghju micca à sente;
e to mani sò piene di sangue.
16 Lavate vi; fatevi puliti;
caccià u male di e to opere da davanti à i mo ochji;
cessà di fà u male
,
17 amparà à fà u bè;
cercà ghjustizia,
oppressione curretta;
Rende ghjustizia à l'orfani,
invoca a causa di a vedova

Ghjesù hà eclipsatu a Lege

Ghjesù è i so discìpuli travaglianu u sàbatu

Mark 2: 23-28 (ESV) - Un sàbatu passava per i campi di granu, è mentre andavanu à a so strada, i so discìpuli cuminciavanu à strappà teste di granu. È i Farisei li dicìanu: Eccu, perchè facenu ciò chì ùn hè micca? lecite u sàbatu? " E li disse: "Ùn avete mai lettu ciò chì David hà fattu, quandu avia bisognu è avia fame, ellu è quelli chì eranu cun ellu: cumu intrì in a casa di Diu, in tempu di Abiathar, u sommu sacrificadore, è manghjatu u pane di a Presenza, wchì ùn hè permessu à manghjà, ma da i preti, è l'hà datu ancu à quelli chì eranu cun ellu? " È li disse: "U sàbatu hè statu fattu per l'omu, micca omu per u sàbatuCusì u Figliolu di l'omu hè signore ancu di u sàbatu. "

Matteu 12: 1-8 (ESV) - À quellu tempu Ghjesù passò per i campi di granu u sàbatu. I so discìpuli avianu fame, è cumincionu à strappà teste di granu è à manghjà. Ma i Farisei, videndulu, li dìssenu:Eccu, i vostri discìpuli facenu ciò chì ùn hè micca permessu di fà u sàbatu. " Li disse: "Ùn avete micca lettu ciò chì David hà fattu quandu avia fame è quelli chì eranu cun ellu: cumu hè intrutu in a casa di Diu è manghjatu u pane di a Presenza, chì ùn era micca permessu per ellu manghjà nè per quelli chì eranu cun ellu, ma solu per i preti? O ùn avete micca lettu in a Lege cumu u sàbatu i preti di u tempiu prufananu u sàbatu è sò inculpati? A vi dicu, qualcosa più grande di u tempiu hè quì. È se aviate saputu ciò chì significa questu, Desidiu misericordia, è micca sacrifiziu, 'ùn averiate micca cundannatu i culpevuli. Perchè u Figliolu di l'omu hè signore di u sàbatu ".

Luke 6: 1-5 (ESV) - Un ghjornu di sàbatu, mentre ch'ellu passava per i campi di granu, i so discìpuli strappavanu è manghjavanu qualchi capi di granu, strofinendu li in e mani. Ma certi Farisei anu dettu:Perchè fate ciò chì ùn hè micca permessu di fà u sàbatu? " È Ghjesù li rispose: Ùn avete micca lettu ciò chì David hà fattu quandu avia fame, ellu è quelli chì eranu cun ellu? chì ùn hè micca lecitu per qualchissia, fora di i preti, per manghjà, è l'hà datu ancu à quelli chì sò cun ellu? " È li disse: "U Figliolu di l'omu hè signore di u sàbatu. "

Ghjuvanni 5: 16-17 (ESV) - Ed era per quessa chì i Ghjudei perseguitavanu à Ghjesù, perchè facia ste cose u sàbatu. Ma Ghjesù li rispose: «U mo Babbu travaglia finu à avà, è Travagliu. "

Ghjuvanni 9:16 (ESV) - Alcuni Farisei dicenu: "Questu omu ùn hè micca di Diu, perchè ùn guarda micca u sàbatu. " Ma altri dicenu: "Cumu pò un omu chì hè un piccatore fà tali segni?" È ci era una divisione trà di elli.

Ghjesù hà dichjaratu chì tutti l'alimenti sò puliti

Mark 7: 15-23 (ESV) - Ùn ci hè nunda fora di una persona chì, andendu in ellu, li possi imbruttà, ma e cose chì esce da una persona sò ciò chì a contaminanu ". Quand'ellu intrì in casa è lasciò a ghjente, i so discìpuli li dumandonu a parabola. È li disse: «Allora site ancu voi senza capisce? Ùn vedite micca chì tuttu ciò chì entra in una persona da fora ùn pò micca impurità lu, postu chì ùn entre micca in u so core ma in u so stomacu, è hè espulsu? " (Cusì hà dichjaratu tutti l'alimenti puliti.) È hà dettu: "Ciò chì esce da una persona hè ciò chì a profana. Perchè da l'internu, da u core di l'omu, venenu penseri maligni, immoralità sessuale, furti, omicidi, adulteriu, brama, malvagità, ingannu, sensualità, invidia, calunnia, orgogliu, scimità. Tutte queste cose maligne venenu da l'internu, è contaminanu una persona ".

Luke 11: 37-41 (ESV) - Mentre Ghjesù parlava, un Fariseu li dumandò di manghjà cun ellu, allora entrò è si messe à pusà à tavula. U Fariseu era stupitu di vede ch'ellu ùn si era micca lavatu prima di cena. È u Signore li disse: "Avà voi Farisei, purificate l'esternu di a tazza è di u piattu, ma in voi site pieni di avidità è di gattivezza. O scemi! Quellu chì hà fattu l'esternu ùn hà ancu fattu l'internu? Ma date cum'è elemosina quelle cose chì sò in ellu, è eccu, tuttu hè pulitu per voi.

Ghjesù insegna contr'à a viulenza

Matteu 5: 38-39 (ESV) - "Avete intesu dì chì era dettu:" Un ochju per un ochju è un dente per un dente ". Ma a vi dicu, Ùn resistite micca à quellu chì hè male. Ma se qualchissia vi schiaffeghja nantu à a guancia ghjusta, girate ancu versu ellu l'altru.

Matteu 5: 43-45 (ESV) 43 "Avete intesu dì chì hè statu dettu: 'Amarete u vostru vicinu è odiarà u vostru nemicu.' 44 Ma a vi dicu, Amate i vostri nemichi è pregate per quelli chì vi perseguitanu, 45 affinchì puderete esse figlioli di u vostru Babbu chì hè in celu. Perchè face cresce u so sole nantu à u male è nantu à u bè, è manda a pioggia à i ghjusti è à l'inghjusti.

Matteu 26:52 (ESV) - Allora Ghjesù li disse: "Rimetti a to spada in u so locu. Per tutti quelli chì piglianu a spada periranu da a spada.

Luke 6: 27-31, 36 (ESV) - "Ma a vi dicu à quelli chì sentenu, Amate i vostri nemici, fate u bè à quelli chì vi odianu, benediteghjanu quelli chì vi ghjastimanu, pregate per quelli chì vi abusanu. À quellu chì ti pichja nantu à a guancia, offre l'altru ancu, è à quellu chì ti toglie u mantellu ùn li ritene mancu a to tunica. Date à tutti quelli chì vi dumandu, è à quellu chì vi toglie i vostri beni ùn li dumandanu micca. È cum'è vulete chì l'altri ti fessinu, fate cusì cun elli ... Esse misericurdiosu, cum'è u vostru Babbu hè misericurdiosu.

Ghjesù supraneghja a lege nantu à u divorziu

Mark 10: 2-12 (ESV) - È i Farisei sò ghjunti è, per pruvà lu, anu dumandatu: "Hè permessu per un omu di divorzià di a so moglia?" Ellu li rispose:Chì hà urdinatu Mosè? " Anu dettu:Mosè hà permessu à un omu di scrive un certificatu di divorziu è di mandalla via. " È Ghjesù li disse: «Per via di a to durezza di u core, ti hà scrittu questu cumandamentu. Ma da u principiu di a creazione, "Diu li hà fattu masci è femine". 'Dunque un omu lascerà u babbu è a mamma è si tenerà fermu à a so moglia, è i dui diventeranu una sola carne.' Cusì ùn sò più dui ma una carne. Ciò chì dunque Diu hà riunitu, chì l'omu ùn si separi. " È in casa i discìpuli li dumandonu di novu nantu à sta materia. È li disse: "Quellu chì divorzia a so moglia è si marita cù un altru cummette adulteriu contr'à ella, è sì si divorcia di u maritu è ​​si marita cù un altru, cummette l'adulteriu. "

Matteu 5: 31-32 (ESV) - "Si dicia ancu:" Quellu chì divorcia di a so moglia, li darà un certificatu di divorziu ". Ma a vi dicu chì tutti quelli chì divorzianu di a so moglia, eccettu per via di l'immoralità sessuale, a facenu cummette adulteriu, è quellu chì si marita cù una donna divorziata commette adulteriu.

Matteu 19: 3-9 (ESV) - È i Farisei si avvicinavanu à ellu è u testavanu dumandendu: "Hè permessu di divorzià a moglia per una causa?" Ellu rispose: "Ùn avete micca lettu chì quellu chì li hà creati da u principiu li hà fattu di male è di femina, è hà dettu:" Per quessa, un omu lascerà u so babbu è a so mamma è si tenerà fermu à a so moglia, è i dui diventeranu una sola carne? '? Cusì ùn sò più dui ma una carne. Ciò chì dunque Diu hà riunitu, chì l'omu ùn si separi. " Li dìssenu: "Perchè Mosè hà urdinatu à unu di dà un certificatu di divorziu è di mandalla via?" Li disse: "Per via di a vostra durezza di u core Mosè vi hà permessu di divorzià di e vostre mogli, ma da u principiu ùn hè micca statu cusì. È vi dicu: quellu chì divorcia a so moglia, eccettu per l'immoralità sessuale, è si marita cù un'altra, cummette l'adulteriu. "

Luke 16:18 (ESV) - "Tutti quelli chì divorzianu di a so moglia è si maritanu cun un'altra commettenu adulteriu, è quellu chì si marita cù una donna divorziata di u maritu cummette l'adulteriu.

Ghjesù hà amparatu à ùn ghjudicà

Matteu 7: 1-5 (ESV) - "Ghjudicate micca, per ùn esse ghjudicatiPerchè cù u ghjudiziu chì pronunziate sarete ghjudicatu, è cù a misura chì aduprate serà misurata per voi. Perchè vedi a speck chì hè in l'ochju di u to fratellu, ma ùn avete micca nutatu u troncu chì hè in u vostru ochju? O cumu si pò dì à u to fratellu: "Lasciatemi caccià u pezzu da u to ochju", quandu ci hè u legnu in u vostru ochju? Ipocrita, prima cacciate u legnu da u vostru ochju, è dopu vedrete chjaramente per caccià a macchia da l'ochju di u vostru fratellu.

Luke 6: 37-38 (ESV) - "Ghjudicate micca, è ùn sarete micca ghjudicati; ùn cundannate micca, è ùn sarete micca cundannati; perdona, è vi serà pardunatu; dà, è ti serà datu. Una bona misura, pressata, scossa inseme, currendu, serà messa in e to ghjambe. Perchè cù a misura chì aduprate serà misurata torna à voi. "

Cumandamenti supplementari di Ghjesù

I cumandamenti di Ghjesù, cum'è quelli descritti in Matteu capituli 5-7 appartenenu à avè un core puru è una condotta ghjusta. Queste copranu temi cum'è rabbia (Mt 5: 21-26), lussuria (Mt 5: 27-30), divorziu (Mt 5: 31-32), ghjuramenti (Mt 5: 33-37), vendetta (Mt 5: 38-42), amendu i nemichi (Mt 5: 43-48), dendu à i bisognosi (Mt 6: 1-4), pregendu (Mt 6: 5-13), perdonu (Mt 6:14), dighjunu (Mt 6: 16-18), ansietà (Mt 6: 25-34), ghjudicà l'altri (Mt 7: 1-5), a regula d'oru (Mt 7: 12-14), è darà fruttu (Mt 7: 15-20 )

Alcuni paragrafi sopra sò estratti di u ebook, A Legge, u Sabatu è u Cristianesimu di a Nuova Allianza, Signore. Anthony Buzzard, adupratu cun permessu

PDF Download: https://focusonthekingdom.org/articles_/sabbathbook.pdf?x49874